Girano voci secondo le quali il New York times stia per annunciare il passaggio a pagamento dei suoi contenuti web.

New York Times Chairman Arthur Sulzberger Jr. appears close to announcing that the paper will begin charging for access to its website, according to people familiar with internal deliberations. After a year of sometimes fraught debate inside the paper, the choice for some time has been between a Wall Street Journal-type pay wall and the metered system adopted by the Financial Times, in which readers can sample a certain number of free articles before being asked to subscribe. The Times seems to have settled on the metered system



.

8 commenti a “Prossimi annunci”

  1. esaù dice:

    Ma noi ormai siamo in attesa del Sofrinton Post!

  2. piovedisabato dice:

    una per nulla casuale coincidenza con il probabile evento Apple (tablet + subscriptions?). Se veramente il 27 o il 28 ci sarà l’evento, lo annunceranno questa settimana (da lunedì a giovedì ogni giorno è buono). E se Apple annuncerà l’evento, se lo farà, beh..altro che fibrillazione sul web..

  3. Massimo Moruzzi dice:

    a noi non cambia nulla – tanto al max ne leggiamo un paio di articoli al giorno :)

  4. piovedisabato dice:

    comunque è starebbe…non “stia”

  5. Pier Luca Santoro dice:

    The nytpicker: Hello? New York Magazine’s Supposed “Scoop” Today About NYT Charging For Website Isn’t A Scoop At All.
    http://www.nytpick.com/2010/01/attention-media-junkies-new-york.html

    Ciao

    Pier Luca

  6. piovedisabato dice:

    a proposito di annunci…

    27 gennaio confermato..evento Apple.

  7. luca de biase dice:

    a forza di risolvere problemi di modello di business per settori in crisi, dopo musica e giornali, la apple passerà a questioni più sfidanti con l’iPd, l’iOnu e l’iCopenhagen?

  8. Twitter Trackbacks for Prossimi annunci - manteblog [mantellini.it] on Topsy.com dice:

    [...] Prossimi annunci – manteblog http://www.mantellini.it/?p=7535 – view page – cached Girano voci secondo le quali il New York times stia per annunciare il passaggio a pagamento dei suoi contenuti web. [...]