Alfonso Fuggetta segnala che in Francia Sarkozy ha appena stanziato 1.1 miliardi di euro per digitalizzare le opere letterarie e gli archivi audiovisivi del paese. Le motivazioni sono forse discutibili e in piena linea con lo sciovinismo transalpino ma la notizia serve comunque a sottolineare per l’ennesima volta che i soldi per la cultura in altri paesi in qualche maniera si trovano. Anche collaborando con Google.

(via NYT)

2 commenti a “Francia digitale”

  1. DanieleLG dice:

    Pare però che l’Unione Europea non fosse favorevole alla decisione di Sarkozy. Ribadendo che il deficit del paese richiede altre priorità.

  2. Kluz dice:

    “… si trovano.” non mi pare proprio inattaccabile. Da quel punto di vista, volendo, “si trovan” quasi sempre.
    Più dubbio, ad es., è se gli eventuali benefici giustificherebbero tale spesa.