A differenza di quanto avviene in buona parte d’Europa le frequenze liberate dal passaggio al digitale terrestre non verranno assegnate alla banda larga mobile, ma resteranno probabilmente alle televisioni. Da aggiungere all’elenco delle lungimiranze del sottosegretario alle Comunicazioni Romani che prima di occuparsi del destino tecnologico del paese nelle TV private (con fortune alterne) ci lavorava.

(via Alessandro Longo)

3 commenti a “Antichi Romani”

  1. ilbardo dice:

    cazzo, figa, conflitto di interessi…

    ogni tanto è liberatorio dire le parolacce

    :D

  2. pietro dice:

    In Ialia chi aveva una frequenza televisiva la mantiene e ci può trasmettere 8 canali, negli USA chi aveva una frequenza si è tenuto un canale e quelli che si liberavano sono stati mesi al’asta con un incasso di 15 miliardi di dollari, in Italia date le dimensioni si potrebbe incassare molto meno ma 2 o 3 milardi salterebbero fuori, ma si sa come vanno le cose in Italia…..

  3. La banda larga del Ministro Zaia « La Linea dell’Inutile dice:

    […] Massimo Mantellini versione larga banda mobile; […]