Stefano Quintarelli argomenta da par suo le ragioni per cui l’articolo di Massimo Mucchetti su Google pubblicato dal Corriere oggi è un discreto concentrato di sciocchezze.

update: Marco Pierani sul suo blog, aggiunge carne al fuoco.

riupdate 16.11: Anche Luca De Biase ha qualcosa da aggiungere al riguardo.

5 commenti a “Mucchetti e Google”

  1. marco pierani dice:

    mmm … concordo con Stefano su tutto ma rimane quello strano retrogusto: http://pierani.wordpress.com/2009/11/16/google-mucchetti-sul-corriere-e-quello-strano-retrogusto-imho-non-e-proteggendo-che-si-compete-ma-gareggiando-nel-trasferire-valore-agli-utenti/ ne vogliamo parlare ?

  2. Massimo dice:

    beh, ma la cosa straordinaria è che Google abbia ottenuto l’articolo di commento sul Corsera. il resto, è normale…

  3. carlo dice:

    off-topic ma non troppo: che ne pensi di questa notiziola?

    http://www.repubblica.it/2009/11/sezioni/politica/hackerato-sito-brunetta/hackerato-sito-brunetta/hackerato-sito-brunetta.html

    siamo alle solite, Calimero! … o sbaglio?

  4. luca de biase dice:

    altro contributo: oltre a lamentarsi di Google, l’editoria potrebbe pensare a innovare… http://blog.debiase.com/2009/11/muroch-google-e-il-corriere.html

  5. Cafonauta dice:

    Ho letto le varie risposte.
    Sul mio personalissimo cartellino la migliore (non elencata) rimane quella di Guido Scorza..

    http://www.guidoscorza.it/?p=1269

    Primo, perchè mette a nudo le vere ragioni dell’articolo che stranamente è arrivato in prima pagina sul Corriere, cosa che da noi accade once in a lifetime.

    Secondo; la conclusione del pezzo racchiude in poche righe quanto di piu’ lucido e chiaro abbia letto ultimamente sull’essenza della rete.

    Ciao