28
Set

Mentre il neonato Partito Pirata prende alle elezioni tedesche circa il 2% dei voti, oggi è l’ultimo giorno utile per sensibilizzare i propri rappresentanti a Bruxelles chiamati in serata a decidere sulla Neutralita’ della rete.

(via JC De Martin su FB)

8 commenti a “Agisci ora”

  1. Manuele dice:

    I miei rappresentanti (idv) voteranno per il verso giusto, don’t worry. Pensate ai vostri :-)

  2. Sascha dice:

    Piuttosto mi piacerebbe che si parlasse di questo:

    http://www.corriere.it/cronache/09_settembre_28/pm_contro_google_dati_luigi_ferrarella_6e06f990-abfc-11de-8068-00144f02aabc.shtml

    Mi sembra talmente grossa che esito a crederci, vista la frequente sciatteria dei giornali italiani. Anche se a me piace sentir criticare Google non è che creda automaticamente a tutto cio’ che di male ne sento dire.
    Certo che se fosse proprio vero…

  3. Daniele Minotti dice:

    Sascha, è probabile che sia vero, credimi. Vedo un po’ di chiedere, ma ti prego di credermi, per adesso.
    Comunqeu, a parte qualche passaggio bizzarro (dell’articolo o di G), credimi anche che la posizione di G non è tanto campata in aria.
    Mia opinione, eh. E sulla scorta di quei pochi dati che conosciamo.

  4. Piovedisabato dice:

    io per mia sfortuna di rappresentanti non ne posso proprio trovare, comunque già solo capissero cosa significa net neutrality (e soprattutto cosa implica il rispetto della n.n.) saremmo già un bel passo avanti.

  5. La linea dell'inutile (Mauro) dice:

    apro preventivamente l’ombrello a ripararmi dagli ortaggi che mi scaglierete :-) … e rimando a una visione della NN non mainstream che riprendo in un mio post qui http://wp.me/prfgz-80, oppure direttamente su Wired US qui http://www.wired.com/epicenter/2009/09/fcc-neutrality-mistake/

    c’e’ da riflettere al di la’ della facile demagogia

  6. Sascha dice:

    La cosa che mi colpisce di più, ovviamente, è la pretesa di discrezionalità nei confronti delle autorità pretesa da Google (tipo, in Cina ci si comporta diversamente che in Europa); corrispondente è la discrezionalità sul trattamento dei dati.
    Il concetto di ‘no server no law’ è intrigante: in mancanza di una autorità mondiale, sarà sempre possibile, per una corporation delle dimensioni e ricchezza di Google, basarsi su ‘stati’ poveri e deboli, equivalenti a paradisi fiscali, per fare i propri affari nei mercati principali.
    Resta questo fatto del nostro tempo: una specifica ditta americana assume una posizione dominante nell’organizzazione della conoscenza di tutto il mondo. Certo, l’idea di una autorità in mano all’Onu e perciò anche a stati autoritari non è del tutto attraente e l’hanno detto in molti; ma anche l’altro corno del problema, cioè il potere senza limiti di un singolo ente privato lascia perplessi…

  7. Daniele Minotti dice:

    Sascha, nella prima parte hai perfettamente colto nel segno (anche se, andando oltre, ci sono altri punti bizzarri nella posizione di G).
    Sulla seconda, non sbagli di certo, ma è una questione molto complessa, forse un po’ OT, qui.

  8. La linea dell'inutile (Mauro) dice:

    ma davvero sono l’unico che continua a pensare di poter utilizzare chenneso’ yahoo ? nessuno ci obbliga a dare a big G il potere che ha … e’ una scelta nostra