Forse non è casuale che le frasi ad effetto di Renato Brunetta contro la “sinistra elitaria e parassitaria” siano state pronunciate in un convegno a Cortina d’Ampezzo.

23 commenti a “Non è Roger Moore quello?”

  1. Luca M. dice:

    … problemi di ipossia.

  2. Luca dice:

    Ha perfettamente ragione.

  3. mich dice:

    l’altezza morale e fisica del ministro hanno il solo effetto di comprimere organi vitali originando questi irresistibili episodi di flatulenza in pubblico

  4. Dan Galvano dice:

    e perchè, luca, avrebbe, ragione?
    sta solfa che è sempre colpa dei comunisti comincia ad essere un po’ antica.

  5. ArgiaSbolenfi dice:

    Già perché in questo paese di caste, corporazioni, evasori, furbetti, mafiosi, cialtroni, la causa di tutti i mali è solo della sinistra parassita che vive di rendita.

  6. Luca dice:

    A parte che bisogna sentire il discorso completo.
    Ha ragione perché anch’io penso che in Italia ci sia una buona parte della cosiddetta sinistra “elitaria e parassitaria” che facilita la vita a Berlusconi e la rende impossibile a quei disperati che cercano di far qualcosa di utile per creare un’alternativa al Silvio.
    Per esempio questo blog ne è un esempio perfetto, io lo leggo sempre proprio per averne conferma.

  7. Logico dice:

    Tutto questo è preoccupante. Devo solo decidere per quale dei possibili motivi.

    * Prima di tutto, il prof Brunetta dovrebbe imparare a comportarsi da Ministro. L’unico Ministro che dovrebbe usare le parole “colpo di stato” dovrebbe essere quello degli Interni, dopo averlo sventato ovviamente…
    * sembra quasi che Brunetta cerchi di _ricompattare_ tutte “le sinistre” in due semplici posizioni: quella “buona” e quella “cattiva” (e che questa “possa morire ammazzata”).
    * le elite parassitarie sembrano dipingere proprio le “caste” della rendita, dei cialtroni, dei fannulloni che sono nel Parlamento e nei governi nazionali e locali. Sembrano insomma un autoritratto.
    * un colpo alla sinistra e una carezza alla Chiesa
    * Intanto gira la notizia che Montezemolo gli avrebbe dato ragione.

  8. ArgiaSbolenfi dice:

    Le rendite, le caste, ci sono da entrambe le parti e non riguardano una minoranza privilegiata del paese. Per questo sparate grossolane come quella del ministro suonano irritanti e false.

  9. davide dice:

    c’è chi va a Cortina chi a Capalbio.

  10. Alberto dice:

    Ho appena visto su Rainews 24 tutto il discorso. A parte cioà che dice mi pareva proprio che non stesse molto bene. Ovviamente, come sempre, i TG censurano gli insulti che questi qui dicono.

  11. alberto dice:

    Ma a Cortina non era stato visto l’ispettore Clouseau? Comunque a me sembra importante che Brunetta abbia detto che esiste una sinistra perbene. E’ questa la vera novità del discorso. Vuol dire che è guarito per metà del delirio paranoico di cui soffre la politica italiana.

  12. Sandro dice:

    Luca, il sapere che non sono il solo a pensarla come te mi rinfranca. Io solo non dimenticherei il fatto più importante, ovvero il colpo di stato in atto per far cadere Berlusconi. Le persone intelligenti e volonterose di capire sanno da tempo come stanno le cose (basta leggere, per esempio, il blog di Guzzanti e il reconto del suo colloquio con l’ambasciatore americano che davvero non lascia spazio all’immaginazione, o altri blog ben informati che stranamente -?- sfuggono all’attenzione del tenutario del presente troppo occupato a riportare i titoli de La Repubblica). E se il colpo di stato dovesse riuscire, aspettiamoci di rimanere subissati dai gran giubili di gioia da parte di questi che parlano di democrazia e libertà ma pur di liberarsi di chi considerano la fonte di tutti i mali (gran brutta malattia la berlusconite, io ne sono guarito solo da un paio d’anni) sono disposti ad accettare qualunque sporca manovra antidemocratica eterodiretta e antinazionale. Come tanti mariti che per far dispetto alla moglie si tagliano i coglioni, e ne godono anche.

  13. Gianluigi dice:

    Scusa Sandro, visto che conosci questi blog molto informati perché non metti il link, in modo da diffondere queste notizie. Ad esempio quando parli di Guzzanti, parli di Paolo Guzzanti? Quell’esponente del PDL che lo ha abbandonato per il sopraggiungere della mignottocrazia?

  14. Sascha dice:

    Guzzanti? Quello secondo cui i disordini al G8 di Genova nel 2001 erano stati organizzati e finanziati dalla Russia di Putin?

  15. Dan Galvano dice:

    Copio e incollo da Wikipedia:
    “Un colpo di Stato consiste in un atto violento, o comunque illegale, posto in essere da un potere dello Stato, diretto a provocare un cambiamento di regime”.
    Ora, cari Luca, Sandro e altri elettori di centrodestra (e con voi Brunetta, Berlusconi, ecc), avete prove di quello che dite?
    Con quali misure verrà attuato questo fantomatico colpo di stato?
    Chi sarebbero i golpisti?
    Finora si sono ascoltati solo deliri a vanvera

  16. Daniele Minotti dice:

    Dan, io non so se ci sia in atto un colpo di Stato, pero’, suvvia, la locuzione puo’ essere intesa anche in senso lato, eh…
    Anzi, tante volte, in passato, lo si e’ inteso in questo modo.

  17. pietro dice:

    Semplicemente mi si dovrebbe spiegare perchè le campagne di stampa di Repubblica sono un colpo di stato, le affermazioni degli idioti di sinistra sono attentati alla democrazia e i parassiti siano solo nei sindacati o nell’industria cinematografica, mentre le campagne di stampa del Giornale siano oro colato o al massimo legittima difesa, i discorsi dei cretini di destra siano semplici intemperanze verbali da non prendere alla lettera, e l’occupazione a tappeto della PA da parte di incompetenti raccomandati di destra (per favorire la quale l’attuale governo ha abrogato una legge che limitava il numero di componenti nei consigli di amministrazione delle società pubbliche ) non sia altrettanto parassitara.

  18. Dan Galvano dice:

    il caso escort, il casino con fini, il gelo con la chiesa: tutto questo non l’ha creato la sinistra.
    la sinistra – repubblica, espresso e tutti i giornalisti e blog “comunisti” e “golpisti” – non ha fatto altro che parlarne, come accadrebbe altrove.
    se il governo berlusconi cadrà (e non cadrà secondo me) sarà solo per colpe proprie.
    parlare di colpo di stato, anche in senso lato, rimane solo un’enorme idiozia.

  19. stefano dice:

    Dunque, la moglie dice che il marito va a puttane e a minorenni, ma per Luca e Sandro la colpa è dei comunisti che vogliono il golpe. Berlusconi e Brunetta non sono gli unici, a non stare bene.

  20. Daniele Minotti dice:

    Stefano, a leggere bene Sandro (che fa riferimento a Guzzanti e non a Brunetta), sembrerebbe che questo *colpo di Stato* non abbia molto a che vedere con i *comunisti* (che, anzi, vengono dipinti piu’ come strumenti che come veri burattinai).
    Poi, e’ ovvio che ogni opinione e’ sempre valida.

  21. Enrico dice:

    Mica tanto ovvio, per la sinistra ad esempio non lo è, dato che per loro l’unica opinione valida è la propria.

  22. stefano dice:

    Era per sintetizzare, e per carità, ci mancherebbe che ogni opinione non avesse diritto di espressione, come avrà senz’altro sostenuto appassionatamente anche SB subito dopo aver cacciato Biagi dalla Tv.
    C’è però una cosa che non riesco a capire: perché a me viene l’orticaria se sento Fassino chiedere se “abbiamo una banca?”, mentre di fronte a questo turbinio di diversamente vergini premiate con ministeri e onorevoli poltrone (in spregio, per altro, a qualsiasi tipo della tanto invocata “meritocrazia”), il simpatizzante di centrodestra non batte ciglio e, anzi, si sente vittima di un complotto, anzi no: di un golpe nientemeno! E perché non una congiura o una cospirazione o una combutta? Anzi no, una rivolta che, per stare su un piano caro a SB, non potrà che essere la Rivolta dei Boxer.
    Oh, in attesa di comprendere, e pur non facendo parte dell’élite di merda (sono scarso come élite), vedo di trovare qualcuno capace di farmi morire ammazzato.

  23. Carlo M dice:

    sono andato nel blog di guzzanti e ho letto il racconto “del suo colloquio con l’ambasciatore americano” citato da sandro (anche se guzzanti per la verità non specifica la nazionalità dell’ambasciatore in questione). eccolo:

    http://www.paologuzzanti.it/?p=1125

    mi sembra che guzzanti non alluda ad alcun colpo di stato in atto, bensì spieghi come tutti (la chiesa, gli israeliani, gli americani, gli europei, eccetera) stiano ritirando il proprio appoggio a berlusconi, stanchi di dover sopportare le cazzate sue e del suo governo. il colpo di stato lo sta facendo berlusconi da solo, contro se stesso.