Luca de Biase segnala la pagina di Associated Press dove chiunque può acquistare, in formato self service, parole a caso dalle notizie dell’agenzia. Mi colpisce lo sconto, modestissimo, applicato alla clientela quando la notizia da riprodurre in rete passi da “for profit” a no profit”. Poi questi continuano a far finta che il “fair use” non esista e sperano di vendere 20 parole di cut and paste.

4 commenti a “Squali? Squelli di AP”

  1. Nicole Kelly dice:

    Stultorem infinitus est numerus quod nescit vox missa reverti

  2. Marco dice:

    Pare che nemmeno verifichino se le parolo sono loro: http://www.boingboing.net/2009/08/02/associated-press-wil-1.html

  3. ex-xxcz dice:

    Se i testi sono così cari, quanto costerà incorporare un video dal loro canale YouTube? http://www.youtube.com/user/AssociatedPress

  4. Il copyright di AP tassa anche la... Fiorentina | La voce impertinente delle TLC dice:

    […] Squali a dir poco. Qui più che il copyright si difende l’indifendidibile… | via Corriere della Sera (che ha a sua volta ha messo la © RIPRODUZIONE RISERVATA su tutti i suoi contenuti… bah) […]