Dalle interviste degli ultimi giorni alle ragazze piovute a Palazzo Grazioli e a Villa Certosa alla corte di Berlusconi appare finalmente chiaro come veniva formata la “quota rosa” delle candidature elettorali del PDL. Noemi, pur minorenne, si dichiarava già concentrata sulle future elezioni politiche, disdegnando le inutili europee. La “escort” Patrizia aspirava alle Europee ma fu infine proditoriamente dirottata sulle comunali a Bari (7 voti), Barbara, indossatrice di abiti da sposa, aspirante meteorina e pregressa “billionerina” (ebbene sì) è stata anche lei candidata nella lista del PDL a Bari (91 voti). Ora ditemi voi (oppure chiedetelo a Capezzone) se la definizione “ciarpame politico” fosse adeguata o meno.

49 commenti a “Carfagna mode on”

  1. S. dice:

    Non mi pare che le carriere politiche di Vladimiro Guadagno o di Ilona Staller fossero state notevolmente migliori all’origine.

    Ed alla fine Noemi, Patrizia e Barbara non sono state candidate né alle europee né per il parlamento nazionale.

  2. Pablo Moroe dice:

    La signora Lario si è mantenuta anche troppo sul gentile, con quella definizione. Credo semplicemente che questa vicenda sia solo la punta di un iceberg che pian piano verrà a galla e finirà con la debacle arcoriana.
    Sul chiedere un parere a Capezzone, vedo del buio all’orizzonte. La solita storia del lavare la testa all’asino, per capirci.

  3. L1 dice:

    con tutto il rispetto possibile: “S.”, ma che cazzo dici?? allora, ammettiamo che vladimiro abbia fatto carriera politica perche’ in intimita’ con la dirigenza di rifondazione. ammettiamo che ilona staller l’avesse data a pannella. gia’ cosi’ e’ demenziale ma ammettiamolo. E ALLORA? siccome c’e’ una specie di tracollo totale dobbiamo dire che va bene? ma vi rendete un po’ conto??

  4. massimo mantellini dice:

    un link per S: http://giornalismoparma.typepad.com/paferrobyday/2009/06/addetta-alla-logistica-.html

  5. PandaSorn dice:

    C’è da dire che Noemi essendo del 1991 non si sarebbe potuta candidare alla Camera e alle europee prima del 2016. Però Il sindaco di qualche città l’avrebbe potuto fare già quest’anno. Forse non ci ha(nno) pensato.

  6. Fabio V. dice:

    Mi chiedo cosa diranno, cosa faranno, i vari Gasparri, Bonaiuti, Bondi, Capezzone, Ghedini; che ne sarà della Brambilla, della Carfagna, della Carlucci, della Zanicchi.
    Rimarranno tutti “orfani” del Cavaliere? Continueranno a frequentarlo?
    Andranno alle sue cene, alle sue feste? Ed Emilio Fede? Bruno Vespa? Giordano, Minzolini, Liguori, Belpietro?

    Quando tutto sarà finito, Silvio si volterà dall’altra parte o saranno loro a voltarsi altrove.
    Diranno che non ne sapevano niente della vita privata del Premier, che mai hanno partecipato alle sue feste e che mai sono andati a cena con lui; “Anzi- diranno – io non l’ho mai sopportato, facevo buon viso a cattivo gioco, ho sempre sostenuto che Fini avesse ragione. Ero schifato anch’io da quello che accadeva!”

    Forse parleranno con meno foga, smetteranno di attaccare magistrati comunisti, complottisti, golpisti.
    Forse per un pò non andranno più in T.V.
    Oppure ci andranno e diranno ” Tanto alle feste di Berlusconi ci andavano tutti!”

    Non so proprio che diranno, ma immagino la loro faccia il giorno dopo le dimissioni del Premier, il loro sguardo basso, la voce fioca, cercheranno con lo sguardo un pò di comprensione e forse cercheranno lo sguardo di qualche giornalista compiacente.
    Ma non ci sarà nessuno, nessuna comprensione, la festa è finita ed è rimasta solo la “monnezza” da raccogliere.

    Dovranno ricominciare a far politica, peccato fare propaganda veniva loro così bene!

  7. peer to peerla dice:

    ciarpame umano, è più adeguato

  8. pellescura dice:

    in ogni discussione sugli eventi che riguardano il premier, si tende ad omettere questa frase della Lario che, secondo me, spiega tutto: “ho cercato di aiutarlo come si fa per una persona malata”

  9. Camillo Miller dice:

    http://tv.repubblica.it/copertina/berlusconi-altro-fuorionda/34129?video

    D’accordo su tutto però il modo in cui Repubblica riporta questo fuori onda (link) è da gonzi… Riscrivono pure a lato con serietà una battuta idiota e auto-ironica del Premier. Chiunque veda il video si accorge che questo fuori onda, non vale nulla. Ma siccome SKY ha fatto il colpaccio, allora tutti sui fuori onda.

    Per il resto ovviamente si tratta di ciarpame politico.

    Il problema che si pone nel combattere questa gente, questa corte di parassiti, è che loro si parano dietro il “confronto politico” quando tu vorresti semplicemente mandarli affanculo perché è così evidente che non ci sono basi da condividere, non c’è gioco.
    E in TV, vero campo in cui la partita si svolge, la loro posizione è quella vincente, perché aderiscono con estrema efficacia alla superficialità acritica del mezzo.

  10. Fabio V. dice:

    Ma mi chiedo na volta lasciata la politica silvio continuerà a sostenere la destra?
    O inseguirà tutti quelli che sono al comando?
    Se cadesse il governo, Berlusconi e lega chiederebbero elezioni anticipate, ma Fini con l’appoggio di Pd, Idv,Udc, forse promuoverebbe un governo provvisorio causa crisi, terremoto, ecc.
    La Pdl si spaccherebbe fra Berlusconiani e Finiani.
    E Silvio, ormai fuori dagli scheramenti, verrebbe scavalcato al centro da Fini.
    Già immagino legge sul conflitto d’interessi, fine delle leggi ad personam e la proroga di questa legge elettorale che consente a Fini & c. di NON nominare i Berluscones.
    Fantasticherie…?
    Forse, ma chissà?

  11. Metasememando dice:

    Hai proprio ragione, trattasi di ciarpame politico, ma hai sentito niente del candidato PD di Bologna?

  12. Massimo dice:

    @Fabio V: non so se sono fantasticherie, ma non sono male :)
    Se finisce la sua carriera politica, il Banana va alla Bananas…

  13. Sascha dice:

    Il fatto è che l’Italia, per le caratteristiche della sua economia, ha bisogno anche più di altri paesi di una buona reputazione all’estero: dire che queste cose non aiutano è un eufemismo…
    Del resto il piccolo delirio di autoesaltazione nazionale alimentato dal berlusconismo sarà anche gratificante per molti italiani ma poi alla fine si paga…

  14. diamonds dice:

    al posto delle monetine dell’Hotel Raphael,stavolta all’uscita del casino i nostri amichetti troveranno le ghiande

  15. raxi dice:

    ma una zoccola al giorno
    ci toglierà almeno il Califfo di torno?

  16. Atos dice:

    @ Fabio V.
    per immaginare come finiranno i più servili tra i berluscones, credo sia sufficiente ricercare la fine della maggior parte degli ex di Bettino….

  17. Massimo Morelli dice:

    Loro hanno la master portability

  18. ArgiaSbolenfi dice:

    Non credo che ce lo toglieremo di torno, ma la presidenza della repubblica se la può scordare.

  19. raxi dice:

    Spero non ci fosse bisogno di sto troiame
    per non averlo al Quirinale.

    Che triste la storia della foto di Veronica ripresa dalla tipa
    col telefonino dentro a Palazzo Grazioli.

    Ci sono delle punte di squallore in questa vicenda
    che la rendono simile al peggiore dei reality show.

    L’uomo della tv alla fine ha partorito
    la sequenza piu’ incredibile di ciarpame mediatico.

    Un paese mitridatizzato a tutto
    venializzerà pure sta cosa?

  20. Sascha dice:

    Beh, nemmeno Andreotti riuscì ad essere eletto Presidente della Repubblica…

  21. raxi dice:

    Nell’ultimo video di Cinisello Balsamo cmq
    ha completamente perso la testa.

    Assodato che sia un erotomane puttaniere,
    sul video del Corriere di oggi sembra mentalmente squilibrato.

    Che abbia ragione l’ex moglie
    che l’uomo vada davvero aiutato?

  22. Pinellus dice:

    …peccato se dovesse cadere solo per i suoi vizietti…non avremmo risolto il problema. Lui non è il problema. Il problema è che in Italia c’è tanta ma tanta gente che pensa allo stesso modo e che lo vota.

  23. esau' dice:

    Primo: all’estero non stanno meglio di noi.
    Secondo: qual e’ il reato di Berlusconi, scusate?
    Terzo: e’ una questione morale? Chi e’ senza peccato…

  24. MarcoCala dice:

    Esaù:

    Si, all’estero stanno meglio di noi (parlo delle altre democrazie occidentali).

    In democrazia l’opinione pubblica ha diritto di far sentire la propria voce su chi la governa, anche se non si tratta di discutere di reati (a cui deve pensare la magistratura).

    Si, è una questione di morale, ma anche di politica. Più propriamente, di morale in politica.

  25. Piovedisabato dice:

    Marco
    no
    si
    no

  26. esau' dice:

    Caro MarcoCala, siamo onesti.
    Non riuscendo ormai da anni a distruggere Silvio con altri mezzi, perche’ le sinistre perdono sistematicamente le elezioni, hanno scelto quello piu’ burino: che tristezza.
    Ah, dunque, Inghilterra, Francia, Germania e Spagna stanno meglio di noi: ma dai!

  27. peer to peerla dice:

    le risposte di esaù e di piovedisabato spiegano benissimo perché in Italia abbiamo 3 mafie che di fatto governano (e non parliamo della corruzione) + 1 in ascesa e in FRA SPA GER UK invece no. Per l’italiano medio è difficilissimo capire la differenza tra ciò che è morale ed etico e cosa non lo è, forse perché la cultura cattolica ci impedisce di costruirci un senso etico personale visto che il giusto e sbagliato ce lo spiegano i preti. Un paese di minorati etici, il nostro.

  28. P.G. dice:

    Concordo con peer to peerla. Anche se in questione non è il senso morale di Berlusconi, ma la sua ricattabilità. Il fatto che il presidente del consiglio si esponga a traffici di escort o scambi favori politici in cambio di favori sessuali/personali (foss’anche solo la compagnia, non sessuale ma a pagamento, di accompagnatrici professionali), il fatto che il presidente del consiglio usi aerei di stato per trasportare cantanti e veline, il fatto che in così tante situazioni si comporti come un bugiardo omettendo particolari della sua vita privata che tuttavia rivestono anche interesse pubblico(ovvero: chi è Elio Letizia, cosa fa, perchè prima Berlusconi ha detto che avrebbe parlato con lui di candidature – cosa pubblica – e poi ha smentito, riducendo il tutto a una festicciola privata?), sono cose che lo rendono ricattabile. E’ evidente che ormai Berlusconi è un presidente fantoccio, privo di reali poteri, un uomo di paglia tenuto sotto scacco da chi lo ricatta.

  29. Kluz dice:

    @Esaù: per dirla in maniera tecnica, “andare a troie” non sarà da ergastolo ma non mi pareva fosse lecito in Italia.
    E te lo dice uno che, quantomeno al momento, non usufruisce di tali servizii ma la legalizzerebbe la prostituzione.
    A me moralmente il fatto in se non disturberebbe manco particolarmente, ma dato che il soggetto strizza fortemente all’elettorato cattolico, va al “Family Day” ecc. etc. , guarda un po’ tu uno che debba pensare…

  30. esau' dice:

    le risposte di peer to peerla dimostrano perche’ la sinistra continua rovinosamente a perdere, purtroppo. Spiegalo a me, italiano medio: quali sono le 3 mafie + 1 in ascesa?

  31. diamonds dice:

    io vedo solo il Braccobaldo Show

  32. Dario dice:

    Rito Esaù usa le stesse argomentazioni del capo, dimentico dello scandalo fatto sorgere intorno alla foto di Sircana in macchina fermo davanti ad un trans. Che l’etica e la morale in Italia fossero cose aliene non era una novità.

  33. peer to peerla dice:

    @esaù anch’io sono un italiano medio e sono cresciuto in una cultura che mi diceva che una mano lava l’altra e tutte due lavano la faccia, ma a un certo punto tutto questo mi è sembrato indecente, non son riuscito più a fare spallucce di fronte all’abuso di potere e all’atteggiamento connivente dei miei connazionali.

    Non trovo normale che nel mio paese venga ritenuto normale quanto dice sopra P.G., e chiunque usi il proprio potere per farsi gli affari propri e dei suoi compari deve risponderne, destra o sinistra non mi importa un fico. Se la sinistra perde (ma ti ricordo che per due volte le elezioni le ha vinte) è perché insegue la destra sulla strada del menefreghismo e dell’affarismo: a sinistra abbiamo stomaci più delicati e certe cose non le digeriamo.

  34. Sascha dice:

    Per i bravi militanti come Esaù non hanno alcuna importanza ne’ il programma politico ne’ le cose effettivamente fatte ne’ lo status del loro paese nel mondo – interessa solo che il loro partito sia sù e il ‘nemico’ sia giù.
    Se per ottenere questo il programma sia fatto di chiacchiere, non si concluda nulla e l’immagine (e l’economia) del paese ne sia danneggiata – ben venga.
    Piuttosto crepi l’Italia che la ‘sinistra’ vada al potere…
    Ai tempi, ci furono persone disposte a rischiare la vita per far vincere i tedeschi e permettere loro di portare avanti l’Olocausto piuttosto che ammettere che gli ‘altri’ avevano avuto ragione – dove può arrivare lo spirito di parte…

  35. Cardi dice:

    Il Cavaliere dell’Ordine della Giarrettiera…

    Honi soit qui mal y pense….

  36. gm dice:

    Una riflessione sulla questione: i vari telegiornali non stanno parlando della vicenda.
    Quindi per 2 italiani su 3 (quelli che decidono per chi votare basandosi sulla televisione) non sta accadendo nulla.

    Chissa’ se il web questa volta costringera’ la Tv a parlare di quello che accade a Palazzo Grazioli

  37. P.G. dice:

    E’ una cosa indecente: i telegiornali oscurano la vicenda e la gente – effettivamente – non ne sa nulla. Occorre mobilitarsi, come stanno facendo in Iran, per cacciare il tiranno, via twitter, facebook, friendfeed, sms, qualsiasi strumento utile per diffondere la notizia oscurata dai telegiornali. Smettiamola di cazzeggiare.

  38. Atos dice:

    @gm, hai ragione.
    anche a a me pare che, sui Tg di regime, le notizie in merito siano davvero ridotte al minimo, se non scomparse del tutto.

    E, putroppo, nel caso di altre news ho notato un aumento del “giudizio” politico inserito ad hoc nella notizia, strumentale per mettere in cattiva luce qualsiasi opposizione al governo; il vizietto c’era anche prima, ma era più “mascherato”, meno diretto.

    Forse si deve aumentare la dose perchè la droga non fa più effetto ?

  39. esau' dice:

    Sascha, siamo alle solite. Appena uno difende Berlusconi si becca improperi e gli viene praticamente dato del nazista. Grazie per il dialogo.

  40. gm dice:

    Che dire a questo punto? Il prossimo addio al celibato si organizza a Palazzo Grazioli..

  41. Enrico dice:

    Lascia stare easu’, il dialogo non esiste, non è mai esistito, ognuno parla per sè e rispetta solo le proprie opinioni, regolati di conseguenza. Per inciso fanno davvero ridere coloro che parlano di etica (anzi di etica “E” morale), ma quando mai la politica è andata d’accordo con l’etica? E poi che c’entra? Da un politico si pretende che governi e governi bene non che sia un virtuoso.
    Il premio bsicherata dell’anno a chi ha scritto che gli italiani non hanno senso etico (senso etico?) per colpa della chiesa cattolica.

  42. raxi dice:

    Qui non è questione morale.

    E’ questione di un califfo tontolone
    che si rende ricattabile dallo zoccolame più becero.

    Dico ai destri, ma non avete nessuno di meglio
    da metter li’?

    Che io di questi tempi mi accontenterei di un Letta o di un Fini.

    Non è proprio cosa?

  43. Bill The Butcher dice:

    Io non ce la faccio più a leggere cose tipo “tanto vinciamo noi comunque”, “se continuate così perdete per sempre”, etc ripetute a pappagallo senza accendere il cervello. Ma porca miseria, ma l’Italia è anche vostra! Volete davvero che ci crolli tutto addosso? Ma avete visto come governa questa destra? Avete presente com’è la situazione a L’Aquila, nelle periferie di Napoli? Sapete che il pres.del.cons. corrente si fa le leggi ad personam in 5 giorni mentre quelle _per tutti noi_ sono lì che stagnano? Vi rendete conto che se solo Brown, Sarkozy, Obama, Merkel fossero SOSPETTATI di pagare donne/uomini di compagnia TUTTO il loro partito li scaricherebbe ALL’ISTANTE? Ve ne rendete conto? O guardate solo i TG nostrani?!?

  44. peer to peerla dice:

    @enrico può essere che la mancanza di senso etico non sia colpa della chiesa, anzi può darsi che non sia nemmeno una questione culturale ma genetica, inscritta nel DNA di gran parte degli italiani (non la maggioranza, comunque) ma questo sarebbe ancora più preoccupante, non credi?

    Che i politici, poi, vadano raramente d’accordo con l’Etica lo so pure io, ma io mi riferisco all’etica pubblica e alla morale pubblica, non a quelle personali

    http://www.ticonzero.info/articolo_scarica.asp?art_id=3047

    Per il resto, puoi ridere quanto vuoi, il riso abbonda ecc. ecc.

  45. il cinghiale di cemento dice:

    Ecco finalmente svelata la motivazione politica per cui la Lega, negli ultimi tempi, ha abbandonato le ideologie cieloduristiche del Bossi prima maniera: “non reggevano il confronto !”

  46. il cinghiale di cemento dice:

    p.s.
    Sembra che il gomito a Hilary glielo abbia rotto Bill, durante una accesa discussione, dopo la visita di stato di Silvio negli USA.
    Anche lui, la Lewinsky, l’avrebbe voluta ministro.

  47. Ivan dice:

    Per come la vedo io:
    -Il problema non è che lui faccia o meno sesso, il problema è che uno nella sua posizione non sappia resistere a determinate (per quanto sane) pulsioni e non lo sappia nemmeno fare in maniera furba. Come mi posso fidare di uno così nel momento in cui deve prendere decisioni importanti, magari in poco tempo, con tutte le complicazioni del caso?

    – Il problema non è se ha “giaciuto” con Noemi, indipendentemente dalla sua maggiore età (maddai…), il problema è che per giustificarsi ha sparato una raffica di balle. Come mi posso fidare di uno così ecc. ecc.

    – Il problema non è cosa succede alle sue feste, in casa sua faccia un po’ quel che vuole, il problema è che mi pare che ‘ste feste siano un’abitudine ricorrente, ok il tempo libero, ma di questi tempi mi piacerebbe pensare che il capo del mio governo sia in tutt’altre faccende affacendato.

    Comunque, cari compagni, andateci piano con la fantasia, non è ancora caduto il governo e, anche in caso di elezioni, non mi pare che la sinistra ci stia offrendo una grande alternativa, anzi, avete come segretario un ex-DC, appoggiato dal suo ex-capo che è stato (per sua ammissione) il responsabile del fallimento del suo stesso progetto politico; dietro di lui (Franceschini), vedo ancora quelli che hanno fallito con i governi Prodi I e II, quindi…

  48. raxi dice:

    Tutto condivisibile Ivan.

    Nessuno qui credo voglia Franceschini.

    Ieri Letta da L’Aquila per la prima volta ha rilasciato un’intervista tv come non si vedeva da tempo. Spero sia un segno.

    Piuttosto che il Califfo …

  49. oldboy dice:

    Il momento richiede l’icasticità dell’immagine, sostenuta dal silenzio:

    http://setolleratequesto.wordpress.com/2009/06/22/lisola-delle-ignote/