L’economist anima un dibattito online sul copyright con una premessa che è difficile non sottoscrivere.

This house believes that existing copyright laws do more harm than good.


Un commento a “Fa più male che bene”

  1. paolo dice:

    E’ un dibattito molto interessante, le tesi pro-copyright mi sembrano poco convincenti. Temo che il dibattito sia un po’ troppo accademico, come segnalano alcuni nei commenti, chi difende il copyright come strumento di conoscenza semplicemente non prende atto del comportamento dell’industria della proprietà intellettuale, vere e proprie holding della conoscenza che non sempre e a volte solo in parte hanno a che fare con la creatività.
    Continuo a studiarmelo.