Obama qualche mese fa disse al NYT che non leggeva molto i blog, specialmente quelli economici. Temo che oggi invece lo abbia dovuto fare alla luce di un post di ieri su un anonimo blog nel quale si affermava che la situazione delle maggiori banche americane è molto peggiore di quello che si dice. Nonostante una smentita ufficiale del Ministero del Tesoro al panorama drammatico raccontato nel post (con un numero piuttosto consistente di particolari) oggi Citigroup ha perso in borsa quasi il 20%. Come se non bastasse sempre oggi qualcuno ha chiamato da Washington il gestore del blog chiedendo di vedere una copia del rapporto citato. Grossi guai in vista.


The U.S. Treasury said Monday there was “no basis” for a report that said its “stress tests” on the health of the nation’s 19 top banks showed several were “technically insolvent.”
A Treasury spokesman said the department has not yet received the results. The Turner Radio Network, which describes itself as a “free speech” blog, said 16 of the 19 are “technically insolvent,” citing what it said was a U.S. government report. Shares of several banks fell sharply on the report.”There is no basis for that report; we do not even have results yet,” Treasury Spokesman Andrew Williams said.
The Obama administration has said the results would be released on May 4.

18 commenti a “Obama legge i blog”

  1. LivePaola dice:

    Il blog che citi è solo parzialmente anonimo, e c’è da dire che l’autore (http://en.wikipedia.org/wiki/Hal_Turner) non sembra una brava persona (via Daniele Della Seta):
    http://friendfeed.com/e/54f3484f-0cf1-0e89-57f4-1a5df9c85f1a/http-bit-ly-suFGT-Decisamente-troppo/

  2. mfisk dice:

    In realtà Citigroup ha perso in borsa, ma non per i pettegolezzi di Turner, bensì perché ha perso un fiotto di soldi nel primo trimestre 2009 (ha detto di aver fatto utili, ma non è vero: qui trovi l’analisi).
    Quanto a Turner Radio Network, si tratta di un’organizzazione che propugna la superiorità della razza bianca, la caduta del governo federale e le solite sciocchezze da ultranazionalisti di destra: per cui non è che sia una fonte proprio affidabile.

  3. Roberto Marsicano dice:

    Obama è tale e quale a Bush: mente sapendo di mentire .
    Le banche sono tutte tecnicamente fallite e stanno solo cercando un modo di continuare a fare quello che hanno fatto tutte negli ultimi 15 anni: window dressing, per continuare a dare lauti compensi ai loro capibastone, finanziare gli amici degli amici, fottere quegli imbecilli che investono in strumenti finanziari.

    L’unica strada è la nazionalizzazione del settore finanziario.

  4. flod dice:

    Massimo, ho come l’impressione che tu e la borsa non siate grandi amici.

    Considerati i guadagni dell’ultimo mese e mezzo, quello che tu chiami “perdita” io la chiamo “presa di beneficio”. Se la situazione andasse avanti per settimane a botte di -20%, allora potremmo parlare di cadute ;-)

  5. massimo mantellini dice:

    @flod, scherzi? io sono il Francesco Carla’ del web 3.0 ;)

  6. Daniele Minotti dice:

    Eh… una volta tanto che legge un blog, legge quello cattivo… Bah…

  7. Andrea dice:

    Sì ok, ma la notizia qual è? Oltre al si dice la consistenza dell’informazione trapelata qual è? Che Obama legge i blog? Echissenefrega. Perché una volta tanto non guardate oltre il vostro blognaso ed entrate nel merito? Sempre a discutere di metodi, che palle. O forse non ci capite una zecca di economia, mi pare.

  8. spider dice:

    Concordo con Andrea.
    Invece di discutere di Obama che legge i blog (macheppalle co’ ‘sti blog – tra l’altro non ne esiste nemmeno uno in italia che faccia “trapelare” notizie ancora non pubbliche, nemmeno uno, al limite commenti ai commenti di comunicati stampa) o del tipico cliché tutto italiano di guardare prima a chi parla e poi semmai a cosa dice, quello che c’è scritto nel report è vero o vicino alla realtà? Se è così, altro che blog, ci aspetta un’ondata che quello che abbiamo visto finora era uno scherzo.

  9. Lunar dice:

    già si sente la mancanza di Ciao Fabio. :(
    mante, ti segnalo che c’è chi aveva previsto il terremoto e c’è chi vende i numeri da giocare al lotto. Quindi, dove sta la notizia? Cosa vuoi far passare con questo post? Che Obama debba leggere un blog per sapere cosa accade nel mondo?
    Mamma mia, mi fa più terrore un mondo in mano alla blogpalla (cit) che la finanza in mano a Tarcisio.

  10. massimo mantellini dice:

    La notizia a me sembra interessante (e il titolo e’ solo una boutade ma vedo che non vi occupate d’altro ;) ed ha riempito tutti i media americani di ieri. E’ vera, non e’ vera? Chi lo sa. A me pare comunque interessante.

  11. mfisk dice:

    E’ una notizia che va contestualizzata: altrimenti ha la stessa valenza del “Le banche sono tutte tecnicamente fallite” di Roberto Marsicano, il quale probabilmente si intende di banche quanto Elio Lannutti, e di fallimenti quanto un fisico quantistico.
    Il tuo errore (se mi consenti la critica) è di aver dato un rinforzo alla notizia associando la caduta di Citigroup alla pubblicazione della notizia: una fallacia del tipo post hoc ergo propter hoc.

  12. massimo mantellini dice:

    @mfisk la critica la consento ovviamente e ti incollo cosa ha scritto oggi il Sole al riguardo:

    “Giornata di passione per le banche sulle principali Borse del Vecchio Continente e degli Stati Uniti. In Europa l’indice di settore ha lasciato sul terreno il 5,49%. E le vendite hanno colpito pesantemente i titoli dei principali istituti di credito negli Stati Uniti: Citigroup ha perso il 19%, JpMorgan il 10,73% Wells Fargo il 16%. Stupisce poi la performance di Bank of America, in ribasso del 24%, nonostante i conti migliori del previsto. Come mai? In parte si tratta di un fisiologico arretramento degli indici dopo settimane di rialzi. In parte, come conferma Alessandro Frigerio, analista finanziario di Rmj sgr, oltre che diverse analisi di borsa, c’è di mezzo un rumor mercato alimentato da un post del blog Turner Radio Network. I titolari del sito – che Ilsole24ore.com ha interpellato direttamente – affermano di essere in possesso dei risultati degli stress test a cui il Tesoro americano ha sottoposto le 19 maggiori banche americane. Risultati (che il blog sostiene provengano da fonte ufficiale) pesantemente negativi. Le indicazioni e i numeri contenuti, se confermati, non possono che preoccupare.”

  13. mfisk dice:

    @massimo: quanto riporti, e di cui ti ringrazio in quanto non avevo letto il lancio, mi fa credere che Riotta abbia già saldamente preso il controllo delle cose, là in via Monterosa. La storia non si fa con i se e i ma, ma ci scommetterei qualche biglietto da 50 che il precedente direttore una cosa così non l’avrebbe avallata, e che non avrebbe lasciato neppur spendere i soldi per fare quella telefonata negli USA.

  14. Roberto Marsicano dice:

    @mfisk, io almeno ho il coraggio di presentarmi con nome e cognome e non mi nascondo dietro un nick.

    Ma anche questa è un’italica abitudine plurisecolare:

    è il codardo oltraggio manzoniano.

  15. Lunar dice:

    scrive mantellini:
    Obama qualche mese fa disse al NYT che non leggeva molto i blog, specialmente quelli economici. Temo che oggi invece lo abbia dovuto fare alla luce di un post di ieri su un anonimo blog nel quale si affermava che la situazione delle maggiori banche americane è molto peggiore di quello che si dice.

    e ancora:

    Risultati (che il blog sostiene provengano da fonte ufficiale) pesantemente negativi. Le indicazioni e i numeri contenuti, se confermati, non possono che preoccupare.”

    mante, mi pare ti stia allegramente arrampincando sugli specchi. Se i dati sono ufficiali perchè Obama dovrebbe leggere i blog? Mi sfugge il valore aggiunto del blog. Ma ti pare che quelli che hanno le mani in pasta non sappiano per filo e per segno qual è la reale portata della crisi? Ma davvero pensi che un blog possa spostare una foglia di fico?

  16. Roberto Marsicano dice:

    Anche la FED dice che è meglio far fallire le banche insolventi, senza riguardo alle loro dimensioni, quindi eventualmente anche quelle grandi sotto osservazione.

    http://banktech.com/regulation-compliance/showArticle.jhtml?articleID=216900346

  17. Roberto Marsicano dice:

    http://www.fastweb.it/portale/canali/finanza/breaking-news/contenuti/notizia/?id=9109346222

  18. Roberto Marsicano dice:

    Per quelli che non credono che sotto alle banche c’è un gigantesco verminaio.

    http://www.agi.it/news/notizie/200904222100-cro-rt11346-crisi_si_suicida_kellermann_top_manager_freddie_mac