Cosi a quanto pare il Governo Berlusconi ha una sua propaggine su Twitter. Per gli amanti della sintesi la si potrebbe definire come una idea scema con due anni di ritardo.

15 commenti a “Odo augelli far festa”

  1. Gianmix dice:

    Bhe…idea scema forse, non capisco i due anni di ritardo…Twitter nasce nel 2007, il governo berlusconi nel Maggio 2008 e ha l’account Twitter dal “11:04 AM Nov 12th, 2008”. Quindi il ritardo sarebbe di 7 mesi o sbaglio?
    Questo post è in ritardo di 4 mesi…quasi 5!

  2. elena dice:

    Gianmix.. mi stai dicendo che io sono iscritta a twitter da PRIMA che Twitter nascesse??

  3. Daniele Minotti dice:

    Forse, qui, c’e’ qualche elemento solido
    http://twitter.com/about#about
    Ovviamente, la fondazione della Societa’ non necessariamente corrisponde all’inizio del servizio.

  4. Marco dice:

    Mah, sono perplesso.
    Quando veltroni era su Twitter (a proposito, che fine ha fatto?) era un segno di grande a pertura alla rete, visto con soddisfazione un po’ da tutti.
    Ora lo fa il governo: concordo sul fatto che l’uso di Twitter sia ormai “passato di moda” alle nostre latitudini, ma definirla un’idea scema mi sembra un po’ ipocrita.

    Andrebbe sottolineata, invece, la necessità da parte delle istituzioni, di una sempre maggiore presenza sulla rete, che garantisca trasparenza e attenzione verso il mezzo.

    My 2 cents…
    M.

  5. Luca dice:

    Mantellini non sa + quello che scrive, è acciecato.

  6. esaù dice:

    Senza pregiudizi e con tutta la buona volonta’, davvero. Non capisco perche’ sia una idea scema ne’ il sarcasmo sui due anni di ritardo. Ha il sapore, caro mante, di un gratuito attacco a silvio. A ‘sto punto, vogliamo fare un po’ di sarcasmo sul premier col cappello da ferroviere? Dai su, vi divertono ‘ste cose, no?

  7. massimo mantellini dice:

    Macche’ attacco a Silvio, su , SIlvio non ha mica bisogno di roba del genere per essere attaccato (nel senso che quasi tutto quello che fa potrebbe essere stigmatizzato), qui la questione (che mi rendo conto ieri sera andando di fretta nel post non e’ stata toccata) e’ che tali sistemi di relazione dal mio punto di vista si prestano molto male ad una comunicazione fuori da quella intima e personale.

    p.s. il twitter di Veltroni era ovviamente un fake

  8. Bill The Butcher dice:

    a me B non mi diverte nè col cappello da ferroviere nè con la bandana da quando è capo del governo, e trovo scema l’idea di una pubblicità di una riga, tramite strumento non fatto per quello. (ma dico, le avete viste le ultime twitterate?!)

  9. giovanni arata dice:

    intanto, da qualche altra parte nel mondo:
    http://www.whitehouse.gov/openforquestions/

  10. f dice:

    soprattutto è usato in maniera del tutto impropria

    non è che c’è bisogno di usare a ogni costo tutti i social-cosi per fare vedere che si è moderni,
    twitter è inadatto alla comunicazione istituzionale. punto.
    usarlo poi per mettere una serie di link è ridicolo

  11. marcello dice:

    Non so se Twitter sia così inadatto alla comunicazione istituzionale. La cosa che salta maggiormente all’occhio di @govberlusconi è il risibile numero di followers e following…
    300.000 e rotti in meno di @DowningStreet

  12. La politica ai tempi di Twitter ( Innovazione politica ) - Il blog di Marcello Saponaro dice:

    […] scopre @govberlusconi e dice che l’idea è scema è in ritardo. Nei commenti le posizioni si diversificano e qualcuno […]

  13. marcello dice:

    E comunque @govberlusconi non è un twitter istituzionale ma di partito… probabilmente è questo il motivo dei 300000 followers in meno del 10 di Downing Street…

  14. Bill The Butcher dice:

    di partito, e si chiama gov?!

  15. marcello dice:

    @Bill

    già. non è il massimo della correttezza…