Alessio racconta accuratamente come RyanAir sia azienda assai dinamica, capacissima di fare del male a se stessa in poche rapidissime mosse (no, non sto parlando del demenziale pre-checkin a Stansted).


“Ryanair can confirm that a Ryanair staff member did engage in a blog discussion. It is Ryanair policy not to waste time and energy in corresponding with idiot bloggers and Ryanair can confirm that it won’t be happening again. Lunatic bloggers can have the blog sphere all to themselves as our people are far too busy driving down the cost of air travel”.


13 commenti a “Dico a te idiota”

  1. nicola dice:

    Già tolto il link? Anzi, già segato il blog? Riprovo domani.

  2. alessio jacona dice:

    nessuno ha segato niente. communicagroup ha qualche problema di server. me ne scuso e invito chi è interessato a riprovare ancora.

    grazie

  3. TuttoQua dice:

    Ma che e’ uno scherzo??

  4. /V dice:

    Ecco no, ma parliamone che oggi piú che polemico sono curioso (sinceramente).

    In cosa questa manovra nuocerebbe a Ryanair? Indubbio che sia un pessimo ritorno di immagine, ma non é il primo e non é che la gnte prenda i loro biglietti per la cortesia e l’educazione.

    Io stesso odio il loro sito malfunzionante, i loro imbarchi eterni, i loro aereoporti remoti e quei seggiolini schiacciati, e ogni volta che posso cerco un’altra linea.

    Ma ancora un buon 80 % dei voli che faccio é con loro…

  5. spider dice:

    Secondo me c’hanno ragionissima. Ryanair dico.

  6. Alessandro dice:

    io ho apprezzato, mi fanno sempre tagliare quelli di Ryanair…

  7. Roberto Marsicano dice:

    Non credo che Ryanair abbia fatto “involontariamente” una caduta di stile.

    E’ guerilla marketing: adesso va di moda demolire il web così come fino a poco tempo fa era di moda demolire la TV.

    La sparata molto calcolata di Ryanaiar fa notizia e i blogger si prestano involontariamente al gioco.

    D’altra parte basta esaminare il linguaggio volutamente forte ( non dimenticate che in inglese certe espressioni per noi “normali” , come dare del lunatico, sono delle vere parolocce) e il fatto che alla fine c’è il claim di Ryanair:

    as our people are far too busy driving down the cost of air travel
    .

  8. Stefano dice:

    Richard Branson (Virgin) insegna: far parlare di sè per un fatto che anche lontanamente abbia un risvolto positivo (“driving down the cost of air travel”) è il primo obiettivo dell’azienda.

  9. Massimo Moruzzi dice:

    anche io penso che ci sia dietro una vera e propria strategia. Questi hanno visto che noi pierini dei blog li critichiamo per alcuni loro strani balzelli (che easyjet non ha, ad esempio) e hanno deciso che il pubblico blog-chic e radical-chic non fa per loro, e di concentrarsi su chi li ama – e tra l’altro di radical-chic a bergamo dove hanno la base ce ne sono meno che a milano, per dire – perchè tutto sommato ryanair funziona e attaccare i blog, che comunque fai notizia.

  10. Giorgio dice:

    secondo me gli ha scritto metitieri (a ryanair, intendo)

  11. davidonzo dice:

    Sono dei maghi quando decidono di far parlare di se…

  12. La logica dei piccoli numeri - manteblog dice:

    […] dire che trovo convincenti le argomentazioni di molti commentatori di questo blog all’ultima sparata di RyanAir. Secondo la loro interpretazione non si tratta di una umorale sfuriata di PR stressate […]

  13. Cafonauta dice:

    @Giorgio

    Ma STRAROTFL! :-)