22
Gen

“quindi sei l’avversaria di un arioso colosso pugilatore
poi mormori indecenze
senza parole a un confessore
lo respingi in sequenza d’inseguimento
infili il balcone ti scansi di lato
fai la ricognizione
se ha fatto centro il precipitato.
Rientri con cavalli fragorosi e salti di delfini
tra marosi”.

3 commenti a “Ricognizione”

  1. Dario B. dice:

    Non limitiamoci all’apparenza ;-)

  2. spider dice:

    Il SUV era meglio parcheggiarlo fuori.

    (finisce così?)

  3. Daniele Minotti dice:

    Devo dire che mi sono sempre ripromesso di ascoltarmi bene L’apparenza. Però, alla fine, ci ho rinunciato. Penso di aver fatto bene.