Oggi Il Riformista mi ha chiesto un parere sulla faccenda della censura ad una voce di Wikipedia relativa ad un vecchio disco (1976) degli Scorpions. La copertina del disco in questione e’ una immagine certamente molto forte e probabilmente a contenuto pedopornografico ma che e’ stata pubblicata sul vinile della band in tutto il mondo molti anni fa. E’ insomma una immagine nota. Basta questo per convincere i maggiori provider inglesi a decidere di impedire oggi l’accesso alla pagina in questione, per altro regolarmente raggiungibile in tutto il resto del mondo? Evidentemente no, visto che dopo la decisione di oscurarla e le polemiche che sono seguite, poche ore fa la IWF (l’associazione inglese degli ISP che si occupa della tutela dei contenuti in rete) ha deciso, con qualche imbarazzo, di rimuovere il blocco.

Ne parlano anche Gaia su PI, .mau., Frieda e BBCnews.

18 commenti a “TUTELARE WIKIPEDIA”

  1. r. dice:

    http://en.wikipedia.org/wiki/Blind_Faith_(album)

    E la modella aveva 11 anni.
    Disco niente male, tra l’altro.

  2. Larry dice:

    Mi sa che il Mantellini si riferisse a Virgin Killer.

  3. .mau. dice:

    lunedì si diceva che Blind Faith sarebbe stato quello successivo.
    Il buffo è che, visto che in Italia non è ammesso il fair use, la voce italiana sugli album non contiene l’immagine della copertina… su quello siamo più tranquilli, insomma.

  4. massimo mantellini dice:

    Si LArry, esatto, ne approfitto per osservare che ovviamente oggi “Il Riformista” con una scelta secondo me molto discutibile non ha resistito ed ha messo la foto a colori del disco incriminato a corredo dell’articolo.

  5. lock one dice:

    Comunque, scusate il moralismo, a me indigna assai di più la pubblicità sul genere Brats con bambine truccate e sgambettanti. Ariscusate, ma secondo me quelli spettacoli sì che sono inverecondi.

  6. Anonymous dice:

    I bacchettoni sono ovunque:
    http://rateyourmusic.com/release/album/scorpions/virgin_killer__original_cover_prohibited_at_rym_/

  7. Anonymous dice:

    Così è meglio:
    http://tinyurl.com/6zxwbk

  8. mitch dice:

    ok, allora il prossimo passo e’ Lolita di Nabokov? e dopo il film su lolita? c’e’ chi dice che in Alice nel paese delle Meraviglie ci siano riferimenti alla pedofilia…

  9. Daniele Minotti dice:

    Giuridicamente, la copertina di Virgin Killer non e’ pedopornografica. Non c’e’ esibizione lasciva dei genitali.
    Poi, se e’ di buono o cattivo gusto, e’ un altro paio di maniche.

  10. spider dice:

    A me fa molta impressione che secondo Mantellini quella copertina del disco sia “probabilmente a contenuto pedopornografico”.

    La pornografia è la “rappresentazione esplicita di di soggetti di carattere erotico e ritenuti osceni”.

    Quella foto è secondo Massimo oscena?

    O la trova erotica?

    No, per capire, perché di “probabilmente” in “probabilmente” a farsi denunciare come pedofili dal tizio che ti stampa le foto dei figli al mare è un attimo. (e infatti è successo)

  11. massimo mantellini dice:

    Minotti ha appena scritto che non lo e’ e mi fido. Personalmente io la trovo oscena (visto che me lo chiedi e non ci vedo nulla di erotico, anzi,mi sa che tu Lorenzo non hai figli) ma quello che sembra a me conta relativamente poco. Le foto dei figli al mare invece con questo discorso non c’entrano nulla.

  12. spider dice:

    Le foto dei figli al mare possono essere foto di bambini nudi. E qualche sviluppatore di foto le ha trovate “probabilmente a contenuto pedopornografico” tant’è che ha denunciato chi gliele aveva portate a sviluppare.
    Quello che sembrava a lui contava relativamente poco, ma nel momento in cui ha sporto una denuncia, ha contato parecchio.
    (non ritrovo la notizia, risale a qualche anno fa).

    Comunque tutto questo conta poco. Quello che conta davvero è: esiste un motivo valido per censurare?
    Per me no, mai.

    Non ho figli. Ma questo, davvero, non c’entra nulla.

  13. Daniele Minotti dice:

    Mah… A me han condannato uno perché aveva delle foto da campo nudisti. Nudi sì, ma in atteggiamenti decisamente normali, senza alcuna connotazione erotica.
    La copertina, sinceramente, mi sembra una trovata per far scalpore e vendere.
    In più, scommetterei sul vizio totale di mente dei genitori.

  14. Anonymous dice:

    Ma 30 anni fa cosa accadde? non credo che l’LP venne censurato né che qualcuno si sognò di sostenere che la foto era a probabile contenuto pedopornografico.
    Oggi invece sì e si arriva eprsion alla censura.
    Mi sembra si stia peggiorando, mi sembra che la categoria dei moralisti e dei guardiani dell’etica sia sempre più affollata.

  15. Bill The Butcher dice:

    A seconda dei paesi, gli Scorpions cambiarono la copertina già negli anni ’70. Tanto rumore per nulla quindi.

  16. r. dice:

    Mah.
    C’è gente che mi dice che sono pazzo a mettere su Facebook fotografie in cui appare mia figlia.
    Davvero non so cosa pensare.

  17. Anonymous dice:

    Il Protocollo Facoltativo del 2000 alla Convenzione di New York definisce pedopornografia “qualsiasi rappresentazione di fanciulli, indipendentemente dal mezzo utilizzato, coinvolti in attività sessuali esplicite, reali o simulate, e qualsiasi rappresentazione di organi sessuali di fanciulli a scopi prevalentemente sessuali”.

    Non vedo nulla di tutto ciò in questa copertina, a meno di non applicare una forte dose di morbosità.

  18. Tonino dice:

    La copertina era una trovata per far scalpore e vendere, ideata dalla casa discografica in quella che oggi chiameremmo un’operazione di marketing. Tant’è che lo stesso virgin killer della canzone era in realtà una metafora da riferirsi al tempo o almeno così si può leggere nella pagina incriminata.