Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

La settimana scorsa la Rozenkranz Foundation ha condotto a New York un esperimento interessante. Lo ha fatto promuovendo un dibattito pubblico (il 4° di una serie) attorno ad una domanda importante: “Google sta violando il suo motto “Don’t be Evil”? La formula stessa dell’evento è molto affascinante e prende il nome di dibattito “Oxford Style”. Ad un incontro pubblico si chiamano esperti dell’argomento in discussione (3 per ogni parte) che sotto la moderazione di un giornalista argomentano i punti di vista a favore o contro la tesi di partenza, ciascuno per un tempo prestabilito. Si tratta di uno schema già da tempo utilizzato anche dall’Economist che sarebbe interessante veder riproposto anche da noi. (continua)

Un commento a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Anonymous dice:

    Questi, invece, si chiamano “seminari competitivi”; sono una prassi tipica delle università  americane. Qui da noi sono diffuse solo in alcune facoltà  di humanities; ma mi sembra di capire non in quella che ha frequentato il tenutario – chi nulla sa, di tutto si stupisce.