A quanto pare PCMag chiudera’ la sua versione cartacea per concentrarsi sull’online.

Ziff Davis, the tech/gaming media company that recently exited Chapter 11 bankruptcy, is now taking the brave but inevitable step of closing down the print version of PCMag to focus its energy on its growing PCMag online network of sites, led by flagship PCmag.com. The magazine, which was started in 1982, has a storied history, but its print base eroded over the years as its core brand of journalism—news you can use while shopping for computers—moved online

(grazie a Camillo Miller)

7 commenti a “DALLA CARTA AI BIT”

  1. dotcoma dice:

    meglio così o come fa wired italia?

  2. esaù dice:

    meglio come fa wired italia. per ora.

  3. Enzo M. dice:

    La cosa che fa più rabbia è che noi contribuenti dobbiamo sentire ancora che vengono sovvenzionati con soldi pubblici i giornali.

  4. spider dice:

    Sono abbonato da qualche mese a Linux Journal (quello americano).
    Avendo pagato l’abbonamento, potrei leggerlo pure online, e infatti ho l’accesso a tutti i numeri precedenti.
    Però lo leggo quando mi arriva a casa, solitamente nel bagno (cosa che penso sia più che normale).
    Non direi di essere un retrogrado luddista, ma la carta arriva dove il digitale no. Nel succitato luogo, a letto, sulla spiaggia, in treno, sulla metropolitana, in attesa del bus, in coda alla posta.
    Secondo me c’è eccome spazio per la carta.
    Certo, il problema semmai è fare prodotti di qualità , che diano al lettore qualcosa da leggere e non solo un contorno per le inserzioni manco fosse un sito apposta per AdSense.

  5. Fabio Metitieri dice:

    Ma, meglio cosi’ o Wired Italia…

    Giudicate voi, dallo stile delle foto delle “anime” di Wired Italia:
    http://www.facebook.com/photo_search.php?oid=43451926678

    Oh, si’, pare che ci sia anche Mantellini, con la sciarpina trendy al collo che fa tanto giovanile…

    Ciao, Fabio.
    http://xoomer.alice.it/fabio.metitieri

  6. Mammifero Bipede dice:

    Sembro troppo colto se dico che mi sovviene “Simon del Deserto” di Luis Buà±uel?

  7. Fabio Metitieri dice:

    No, Simon del deserto non aveva una sciarpa, lo ricordo benissimo.

    Ciao, Fabio.
    http://xoomer.alice.it/fabio.metitieri