Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

Il Garante della Privacy Francesco Pizzetti nel corso della settimana appena terminata ha consigliato agli utenti italiani dei social network di registrarsi ad essi utilizzando uno pseudonimo. Secondo il nostro garante Facebook ed i suoi fratelli mettono a rischio i nostri dati e espongono informazioni riservate al voyeurismo di aziende e curiosoni vari. Tale affermazione è stata rilasciata a margine di un incontro fra i garanti europei intenzionati ad imporre norme che tengano le informazioni che gli utenti caricano sul loro profili sui software di rete sociale, al di fuori della indicizzazione dei motori di ricerca, tentando così di riservare simili private informazioni solo ai nostri “amici” di rete. (continua)

24 commenti a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Lunar dice:

    naturalmente tra il bianco e il nero, tra Pizzetti e Mantellini c’è tutta una scala di grigi e di colori.

    dice mante:
    Nascondere la propria identità  dietro un nome di fantasia è il residuo storico di una idea che era un tempo saldamente condivisa (quella che in rete valessero più le parole delle facce e che su tale nuova scala di valori si potesse costruire un mondo meno imperfetto di quello fino ad allora noto) ma poi gradualmente superata dalla constatazione che Internet non sia più un circolo ricreativo dove si va a rappresentare una parte di se stessa differente da quella reale ma che incarni, banalmente, una quota organica della nostra identità  sociale.

    Naturalmente io rispetto la posizione di mantellini quando parla in prima persona. Quando manifesta il SUO modo di concepire la rete. Vuoi mettere in rete le mutande che ti ha ragalato la moglie? va benissimo, sono affari tuoi. Va meno bene quando in rete ci metti le foto di tua figlia minorenne. Hai chiesto il suo permesso? lei è in grado di concedere un consenso? Il gatto è stato interpellato? E se un domani tua figlia, da maggiorenne, volesse far sparire le sue foto da Internet quali strumenti ha a disposizione?

  2. Dade dice:

    Sottoscrivo tutto, ma purtroppo le persone che guardano al (nostro) futuro hanno grossi problemi di ipermetropia progettuale e presbiopia sociale dovuti all’età … beh, non che i più “giovani” siano meglio…
    complimenti, come al solito.

  3. Fabio Metitieri dice:

    “Nascondere la propria identità  dietro un nome di fantasia è il residuo storico”…

    Mah… su un blog come questo, dove gli anonimi, quando dicono cose gradite, sono piu’ che tollerati, mentre chi firma con nome e cognome, se critica, no, un’affermazione del genere stona.

    E stona piu’ in generale nella blogosfera, dove tutti usano il nome del proprio blog: Granieri ha scritto fiumi di parole su una reputazione che non ha bisogno di identita’ reali, e quasi nessuno, neppure Mantellini, ha un “vero” curriculum on line.

    Piu’ in generale ancora, l’uso dell’anonimato anche in contesti dove non e’ richiesto e’ oggi decisamente maggiore rispetto agli usi e costumi che erano adottati nell’Internet dei primi anni ’90.

    Tutto questo senza citare, per esempio, Wikipedia. Oppure il Dr. Pruno, http://rectoverso.tumblr.com, che in questi giorni sta facendo tanto discutere i Vib su chi sia in realta’.

    Ciao, Fabio.
    http://xoomer.alice.it/fabio.metitieri

  4. Fabio Metitieri dice:

    Lunar, concordo, e non solo per i bambini.

    Su quanto sia difficile prevedere che cosa capitera’ a una foto personale messa on line, soprattutto se con licenza Creative Commons “share alike”, andate su Flickr e fate una ricerca per “mantellini” e per “torriero” e guardate cosa esce gia’ nella prima pagina.

    Son cretinate, lo so, ma e’ soltanto un esempio. Internet, per molti versi, e’ imprevedibile.

    Ed e’ vero, come scrive Mantellini, che il vero problema non e’ Internet, ma e’ l’accumularsi dei nostri dati personali in un’infinita’ di archivi, con dati sulla salute, finanziari, e molto altro, pero’…

    Ciao, Fabio.
    http://xoomer.alice.it/fabio.metitieri

  5. frap1964 dice:

    Eh sì, chi sia in realtà  il Dr. Pruno è proprio difficile da capire…

    Conversazione, filtro, credibilità , reputazione: sono le parole d’ordine di Mantellini. Fatene la somma algebrica, e otterrete il segreto dell’eterna autorevolezza: filtrate le conversazioni altrui per tenere solo ciò che è funzionale alla vostra credibilità  e reputazione. Per quanto riguarda voi, semplicemente non conversate. Sì, perché non so se l’avete notato, ma il bardo della Grande Conversazione in Rete, in rete non conversa mai. Una battutina lì a smontare un’obiezione o critica, una strizzatina d’occhio là , linkini a pioggia a rinsaldare la propria rete sociale, e poi dei gran soliloqui: ma di conversazioni, manco l’ombra.

  6. massimo mantellini dice:

    frap questo commento ovviamente non c’entra nulla col topic, lo lascio per sta volta eh…

  7. sys.out dice:

    Sono un fiero possessore di un nickname ormai da quattordici anni suonati e nato sul glorioso moo “little italy” al dsi di Milano.Ma con che arroganza da guru illuminato condanna me ed altri pseudonimi a fatiscente residuo storico?Che c’e’ di male nell’utilizzo del magico Anatrella63? Ma dove trova cotanta sicurezza nell’affermare che solo facendosi chiamare per nome e cognome e sbandierando le foto dei propri figli (magari minorenni) sia l’unico possibile modo di vivere internet come si deve.Ognuno e’ libero di pensarla come vuole, per carità ..a me il consiglio del Garante Pizzetti non pare così fuori luogo, anzi, lo trovo un buon consiglio che girerei a mio figlio.C’e’ sempre tempo per rivelare la propria identità  o per pubblicare la foto di sè e del proprio gatto su facebook..ecco, se poi il proprio genitore ci ha già  inchiodati su flickr siamo punto e a capo.

  8. massimo mantellini dice:

    Pofforbacco sys.out, e dove avrei scritto che condanno i nickname? Arrogante guru che non sono altro?

  9. sys.out dice:

    Equivocato??
    “l’etica del nickname è non solo vecchia di oltre un decennio, ma rappresenta ormai un giardino spoglio e poco frequentato”..
    C’e’ una statistica che inchioda i nostri poveri nickname a vecchie cariatidi del web?Hai fatto un censimento?Ci hai contato a mano?
    Traspare una sicurezza che davvero faccio fatica a capire..spiegami.

  10. sys.out dice:

    Non modificare i tuoi commenti per favore..

  11. massimo mantellini dice:

    io modifico tutti i commenti che mi pare, caro. Specie quando sbaglio il tuo bellissimo nickname.

  12. frap1964 dice:

    mm non te lo vorrei dire, ma sul marketing telefonico il Garante della privacy si è espresso appena un mese e mezzo fa con provvedimenti inibitori la cui mancata osservazione espone anche a sanzioni penali.

    http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=1544082

    Una controllatina al sito del garante, prima di scrivere certi pezzi per PI, forse non guasterebbe.

    Io comunque i rompiscatole telefonici serali li filtro molto facilmente. Se chiama uno fuori rubrica (caller ID gratuito con TuttoIncluso ADSL Infostrada) automaticamente lo faccio passare prima dalla segreteria telefonica.

  13. sys.out dice:

    Non mi riferivo alla correzione del mio “bellissimo nickname” ma al contenuto (parlavi di mio equivoco)..e ora non fare l’offeso che da uno con degli altrettanto bellissimi baffi grigi ci si aspetta una risposta come si deve.

  14. Paola dice:

    Articolo interessante; la polemica sul nickname non mi interessa, ne uso uno sapendo benissimo che si scopre chi sono in un secondo, anzi gli do’ pure io il link, va’.
    Per il resto ho in incubazione un post nato dalla lettura di “The Numerati” di Stephen Baker, una raccolta che a Pizzetti farebbe venire i sudori freddi.

  15. massimo mantellini dice:

    sys.out non sono offeso. Banalmente tendo a non rispondere a chi entra a casa mia urlano. E’ un mio limite.

  16. Lock One dice:

    eh no, frap, allora pure io mi sono perso qualcosa. ho due-tre telefonate al giorno di operatori telefonici al lavoro. anche tu, del resto, vedo. a questo punto devo pensare che e’ colpa mia, cos’e’, ho saltato qualche opt-out? perche’ credi, i call center imperversano come prima e piu’ di prima…

    [rigorosamente nickname… :D]

  17. Massimo dice:

    Quello della figlia è un argomento che da te lunar non mi aspettavo. Allora dovremmo chiudere lo zecchino d’oro.

  18. argiasbolenfi dice:

    A dire il vero “un tempo”, cioè ai tempi di Fidonet, mi pare che si utilizzasse la vera identità …

  19. Anonymous dice:

    Mantellini,
    interessante post come al solito ma parafrasando Harvey Keitel in Pulp Fiction: “Non è ancora il momento di cominciare a farci i … a vicenda”.

    Scrivi:

    Non è ben chiaro se il consiglio di Pizzetti debba essere inteso come l’intuizione di un utente appena sbarcato in rete con il suo inevitabile bagaglio di incertezze e punti interrogativi o se vada considerata una affermazione meglio strutturata e come tale basata su un assunto discutibile: quello che Internet sia un incidente marginale piombato nelle nostre vite e dal quale sia necessario difendersi

    Pero’ poi sviluppi solo il primo caso. Credo che Pizzetti nella sua ignoranza ricada nel primo caso ma involontariamente solleva dubbi che varrebbe la pena tu sviluppassi magari in un secondo post.

    ciao

  20. Fabio Metitieri dice:

    Per le telefonate degli operatori telefonici, controllate sul sito del 187 le opzioni di privacy nel vostro profilo. Io da quando le ho cambiate non ricevo piu’ telefonate da loro (e da molti altri). Restano le agenzie immobiliari della zona e altri business piu’ piccoli, che evidentemente di queste regole se ne fregano.

    Ciao, Fabio.
    http://xoomer.alice.it/fabio.metitieri

  21. Lunar dice:

    morelli, si vede che sto invecchiando ma secondo me i minori vanno tutelati e protetti. Soprattutto dalla televisione fatta dai dementi. (quasi tutta)
    La rete, Internet viene subito dopo.

    P.S.
    lo zecchino d’oro ai miei tempi non era così male. Oggi non saprei. ;)

  22. frap1964 dice:

    @lock one
    Bene.
    Ora sai cosa devi fare alla prossima telefonata. ;-)

  23. frap1964 dice:

    OT: che poi l'uso dei nick tipo doretta82 consente anche a Google di fare una buona correlazione ;-)

    http://blogsearch.google.com/blogsearch?hl=it&ie=UTF-8&q=blog&btnG=Cerca+nei+Blog&lr=lang_it

    Mantellì, spiacente ma al momento Google non ti correla a blog tecnologico, tecnologia, punto informatico, ecc. ecc. :-)

  24. Anonymous dice:

    ah.
    interessante vedere che non sono l’unico a pensarla in un certo modo.

    m_o