Il problema del nuovo Macbook non e’ tanto il prezzo (1199 euro ilmodello base) e nemmeno che abbia lo schermo glossy. Non riguarda tanto il fatto che sia definitivamente scomparso il firewire o che il connettore video sia un nuovo malefico formato proprietario che prossimamente accomunera’ tutti i modelli. No il problema del nuovo Macbook dotato di splendente case in alluminio (Apple perfino sulla noiosissima manifattura del suo case riesce a creare gossip, un po’ come se Fiorello facesse parlare di se’ per via delle solette delle sue scarpe) e’ che pesa troppo. Oltre due chili. Che da portare in giro sono t-r-o-p-p-i.

update: mi si fa notare (insistentemente) nei commenti che displayport non e’ un “malefico formato proprietario”. Prendo atto e segnalo, per chi e’ pigro e non legge i commenti.

44 commenti a “IL PESO DI APPLE”

  1. Riccardo dice:

    quello prima non pesava di piu’, 2.27 kg mi pare. meglio no?

  2. destynova dice:

    beh, qualche etto lo hanno risparmiato. àˆ che da quelle parti sono fissati sull’Air, per quanto riguarda la leggerezza (tanto vale portarsi dietro una busta vuota, però…) Asus per la portabilità , MacBook (Pro) per il resto del lavoro: questa la mia soluzione!

  3. Lunar dice:

    ma si, sta crescendo. da grande sarà  un PC perfettamente intercambiabile con un qualsiasi notebook della concorrenza. dategli tempo. oh, il reverendo Jobs ha scoperto pure la iNvidia. :)
    sono progressi mica cassi.

  4. Tonino dice:

    Il connettore video è assolutamente standard, ancora poco diffuso quello sì

    http://en.wikipedia.org/wiki/DisplayPort

  5. Mr Oz aka Alessio Gianni dice:

    Quello prima pesava 2,27 kg, esatto.
    Questo 2,04.
    Quindi il MacBook è dimagrito, come Jobs.
    A volersi lamentare qualcosa si trova sempre…

  6. alessandro longo dice:

    Già , il DisplayPort non è “proprietario”, ma uno standard poco diffuso. Però cattiva la scelta di non mettere l’Hdmi, quante Tv hanno il displayport?

  7. OScar dice:

    Spero che chi legge il post, casomai non dovesse venire corretto, si legga anche i commenti

    Due chili li pesava anche prima

    Display port è un sistema di connessione APERTO per quanto non diffuso ancora; ma ricerche dicono supererà  HDMI, quello si proprietario e abbastanza chiuso se consideriamo che per potervi accedere (al formato hdmi) servono 10mila dollari annui..

  8. OScar dice:

    mi pare ci siano gli adattatori per l’hdmi (ovviamente costano e non poco) ma probabilmente Apple ha voluto muoversi in anticipo dato che si dice sarà  il futuro.

    Per me il Vero scempio è il glossy ovunque; soprattutto in considerazione del fatto che i grafici e designers di tutto il mondo usano Mac.

    Sapete tempo fa sono stato ad un seminario su Aperture 2. Il tizio che presentava, responsabile del settore Apple italiano per fotografia e robette così, dopo un pomeriggio di spiegazioni, slides e dimostrazioni è passato a spiegare
    quali Computer fossero adatti e ha chiaramente detto che il glossy lui non lo userebbe mai per attività  di designing etc. Aveva un macbook pro da 17″ opaco: mi sa che se lo terrà  stretto chissà  ancora per quanti anni.

    Aggiungo infine che bisogna vedere se Apple non abbia abilitato il FireWire a funzionare, nei mb, “sopra” l’ethernet. Era un brevetto depositato tempo fa e sfruttava i pin dell’ethernet

  9. S. dice:

    Secondo me l’obiezione sul peso non è verso il modello precedente bensì verso la media del mercato che tende a calare molto rapidamente.

    Comunque quello che per tutti gli altri è un bug per Apple è una feature, finché continuano a trovare clienti.

  10. Camillo Miller dice:

    La DisplayPort è un formato standard VESA, ed è il futuro delle connessioni video. L’HDMI ad esempio non può pilotare i cinema display da 30″ e poi basterà  un convertitore.

    Apple non farà  mai una roba come l’EEEPc, mettetevi il cuore in pace. Per chi non vuole il peso c’è l’Air, stop. Oppure l’iPhone :-)

    Secondo me i problemi sono altri, e soprattutto mi spaventano i prezzi: gli americani si possono permettere gli iPod quest’anno e non i MacBook…
    Ne parlerò più tardi in un post dedicato.

  11. Davide Tarasconi dice:

    Non definirei 2,04 kg così OLTRE due chili.

    Il mio iBook G4 da 12″, peso 2.2kg, dimentico spesso di averlo nello zaino. Ma sarà  perché ho le spalle larghe.

    Uscendo dall’ambito della soggettività , mi sembra di aver letto spesso che il limite di peso oltre il quale un portatile ostacola l’andatura é 2.5kg. Ben OLTRE due chili.

    E staremmo comunque parlando é un portatile da 13″ in alluminio e vetro, non un netbook di plastica da 7″.

  12. massimo mantellini dice:

    beh davide, ovviamente si tratta di considerzioni soggettive. Io ho un powerbook 12 che pesa poco di piu’ del nuovo macbook ed e’ per me troppo pesante. Sara’ che non ho le spalle larghe ;)

  13. Roberto B. dice:

    Ogni volta che sto per fare il grande passo e comprarmi un Mac (per uso personale, al lavoro li ho sempre usati), Jobs inventa sempre nuovi motivi per farmi pensare che XP o Ubuntu non siano poi così male pur di non sottostare alle forche caudine dell’hardware Apple.
    L’ormai totale assenza di schermi matte dal bouquet della Apple chiude definitivamente la questione.

  14. Tom dice:

    La cosa più assurda per me è proprio la sparizione degli schermi opachi, l’ho già  detto e non mi stancherò di ripeterlo… lavorare sulla grafica con un display glossy è improponibile.

    Il peso non mi sembra una tragedia.. se voglio qualcosa che pesi meno di 2kg cerco un Eee PC:)

  15. Anonymous dice:

    allora, secondo corriere.it costa 999 dollari, però ha rinunciato alla plastica.
    secondo repubblica.it il modello d’attacco ha ancora la plastica.
    possiamo fare il punto sulla situazione?
    mario

  16. Anonymous dice:

    Non comprarlo, mica è obbligatorio.

    Stefano

  17. Anonymous dice:

    Sara’ ora che ti metti a dieta ma soprattutto che bevi de meno

  18. Anonymous dice:

    @ stefano

    non ci penso neanche a comprarlo, mi piacerebbe soltanto avere notizie precise.
    o no?
    mario

  19. Tonino dice:

    Anonymous, corriere e stampa non hanno segnalato che il modello precedente è ancora in vendita e che il prezzo più basso si riferisce a quello.

  20. OScar dice:

    sinceramente continuo a non capire come mai, anche dopo la probabile presa d’atto, venga lasciata scritta nel post una cosa non vera (aka: falsa) come quella per cui displayport sarebbe un “malefico formato proprietario”

    qui una comparazione

    http://www.tomshw.it/digitrends.php?guide=20070801

  21. massimo mantellini dice:

    ecco fatto, ok ? ;)

  22. Lunar dice:

    mante, visto che stai corrigendo togli pure l’aggettivo “proprietario.
    http://www.displayport.org/
    Comunque hanno già  previsto degli adattatori per interfacciare il coso all’esistente.
    Delivering on the Promise of Digital Displays

    DisplayPort is the next generationdigital display interface standard design to replace DVI, LVDS, and eventually VGA.DispalyPort delivers higher performance, enables exciting new monitor designs, improves digital display connectivity, and provides a roadmap for future display usages.

    It was developed by members of the industry who saw the need for improved display experiences that could be implemented ubiquitously across complete product lines.

    Supported by the 180+ member companies of VESA (the Video Electronics Standards Association), representing a significant cross-section of the computer and consumer electronics industry, DisplayPort represents the next generation of digital display interface standards.

    P.S.
    se qualcuno pensa che questi nuovi standard siano a favore dell’utente si ricreda. Servono solo a “loro”. A vendere più ferraglia.

  23. spider dice:

    Mantellini, se tu prendessi più Eurostar, invece dei trenini che fanno l’appennino, tu ti saresti reso conto che le prese nei treni ci sono da un pezzo e in più avresti un po’ di tempo per leggere PC Professionale invece di guardare il panorama, e ora quella cosa del DisplayPort l’avresti saputa senza insistenze :-D

  24. Daniele Minotti dice:

    Peso
    Non che le altre questioni sugli standard siano sciocchezze, ma il peso fa… ve lo garantisce la mia spalla…
    Concorrenza PC
    La regola *popolare* (nel senso buono) e’ dei 15 wide. 600-700 euro (forse anche meno) presso qualche centro commerciale e ti danno una macchina (ahime’… Vista) sufficientemente potente. Se vuoi un 14, sempre wide e magari con Xp Pro, ci metti dei bei soldini in piu’ (diciamo il doppio del prezzo a parita’ di componentistica?).
    Poi, ci sono i Vaio da 13 e qualche ASUS. Prezzo almeno quadruplo rispetto al popolare 15.
    Infine, eeePC e simili. Che, secondo me, rimangono i veri termini di paragone perche’ sono veramente piccoli, hanno quello che devono avere, peccato, spesso, per la batteria che dura quel che dura (trovo che sia il vero problema tecnologico).
    MAC
    Air, bellissimo, ma sostanzialmente inutile, almeno per chi vuole un *mezzo* (e dico *mezzo*) replacement del desktop.
    Nuovo MacBook
    2 Kg per un 13 sono una vera follia. E’ una macchina senza senso, fuori di ogni schema. E il peso, come giustamente dice Massimo, non ‘e un capriccio.
    Scusatemi, ma non capisco. C’e’ molto che non mi torna.

  25. Daniele Minotti dice:

    @lunar
    Concordo. Nella mia ignoranza, non capisco questo continuo cambiare di standard che, apparentemente, non hanno ragioni tecniche.
    Oddio… come avvocato che si occupa di certe questioni, lo capisco eccome… Ma non e’ soltanto un problema MAC.

  26. Daniele Minotti dice:

    Scusate ancora un attimo sul peso (ho riletto meglio tutti i commenti).
    Non e’ un fattore secondario.
    Alluminio? Beh, ci mettiamo il carbonio dei Vaio a prezzo comparabile?
    E, porca miseria, mezzo kilo fa la differenza.
    Almeno secondo la mia spalla (visto anche che, di solito, nello zaino non porto soltanto il computer, ma anche caricabatteria e fascicoli cartacei vari).
    Mio figlio fa la prima media, lo massacrano di libri. Noi andavamo alle medie con la *cinghia* elastica, con il suo carico folle (non vi dico…) siamo stati costretti a prendergli una sorta di trolley (che il ragazzo non e’ dei piu’ magrolini… come il padre, del resto…).
    Tutto cio’ per dirvi che, all’avvicinarsi delle superiori, volevo prendergli un MAC. Passera’ ancora tempo, ma non voglio costingerlo ad abbonarsi ad un ortopedico per scogliosi cronica.
    Mi sembra che lo spazio per una riduzione dei pesi ci sia. Ecco perche’ non capisco una politica del genere, sebbene con una modesta riduzione di peso.
    L’ergonomia non e’ un lusso, anzi…

  27. Daniele Minotti dice:

    O scoliosi… Bel dilemma… Qui ci vuole un medico, perche’ ho trovato entrambe le forme.
    Mante!!!

  28. Tonino dice:

    Minotti o prendi un netbook o un ultraleggero o un notebook ordinario. Il bilanciamento delle caratteristiche cambia per ognuno, la scelta è ampia. Non capisco bene dove vuoi andare a parare.

    O comunque i siti di mezzo mondo pullulano di reazioni deluse a queste nuove uscite Apple e nessuna riguarda le questioni sollevate qui.

  29. OScar dice:

    daniele minotti

    scusa ma

    unibody
    magsafe
    mac os e tutto ciò che ne consegue

    sul vaio non ci sono. Tanto per dirne tre di cose. I raffronti che fai sono sbagliati imho. Soprattutto perchè mac os non richiede chissà  quanta potenza per funzionare al meglio quindi i paragoni tra ghz e ram sono infattibili secondo me.

    Su melablog un tizio oggettivamente che si sta chiedendo se acquistare un sony ha fatto una comparazione nel dettaglio e oggettiva. Risultato? il sony in più ha HDMI e la VGA, non ha chiaramente display port, non ha mac os e le altre cose dette e ha uno schermo da 13″ e costa 1700. Il mbpro 1799 (e se sei studente meno di 1700) e si ok è vero ha in meno hdmi e vga ma secondo me non c’è paragone per il resto.

    Se uno fa un raffronto serio dei prezzi vede che alla fine considerando sopratutto il sistema operativo e le piccolezze (e soprattutto unibody), si è vero il mac alla fine sarà  più caro di un pò, ma imho ne vale poco la pena-

    Detto questo per me non mettere la fw è stato un voler non dare un mbpro da 13″…molti avrebbero preso quello. Cosi molti sono costretti a prendere il mbpro. Tra l’altro sul mb da 1299 non so se lo sai ma non c’è la tastiera retroilluminata.

    Sono chiari tentativi per far si che non vi siano cannabalizzazioni.

    Vedrai che tra sei mesi metterà  ancora qualcosa in piu sul mbpro cosi da poter rimettere la fw sul mb visto che la protesta sta montanto.

    Il peso secondo me è in linea soprattutto considerando per come sono costruiti e fatti i mb. Unibody ripeto ancora.
    Ho un mb e non è mai stato un peso. Quello di ora pesa meno di quello che c’era 5 giorni fa.

    Per me il discrimine grosso è mac os. Spenderei anche 300 euro in piu.

  30. OScar dice:

    non dei prezzi attuali…lol spenderei di piu rispetto a un computer con su vista. D’altronde vista mi ha fatto passare a mac..quindi a mio modo amo vista.

  31. tonino dice:

    Oscar ma che diamine glie ne cale a un utente di un dettaglio geek come il modo in cui hanno prodotto uno stampo? Sono problemi del produttore non dell’acquirente finale.

    Minotti si farà  liberamente tutte le comparazioni del caso e fa bene. Il punto è un altro, che ha sollevato una questione sul peso partendo da un dato inesatto e cioè che i 13″ di quella fascia pesino sui 1,5Kg.

  32. Daniele Minotti dice:

    @oscar e tonino
    Ho fatto soltanto una comparazione di peso a parita' di diagonale. Nulla di piu'.
    Le schede dei Vaio (serie Z) di dicono che il peso e' quello
    http://vaio.sony.it/view/ShowProduct.action?product=VGN-Z11VN%2FB&site=voe_it_IT_cons&category=VN+Z+Series&assetid=1218032875586
    Un ASUS U3S e' poco piu' pesante
    http://it.asus.com/products.aspx?modelmenu=2&model=1809&l1=5&l2=25&l3=568&l4=0
    Se, poi, contano storie e' un altro paio di maniche.

  33. Tonino dice:

    Daniele ho capito che il prezzo non è un problema ma dovevi incrociare anche quel dato, non basta la diagonale. L’asus non ha l’unità  ottica integrata e il vaio è su un’altra fascia di costo. Il peso del macbook è in linea coi prodotti della categoria (anche se ormai si stanno alleggerendo tutti e le differenza non sono più così marcate).

    Ma davvero un portatile è utilizzabile a scuola?

  34. spider dice:

    oscar: anche io sono passato a Mac per colpa (merito?) di Vista :-D

    Comunque a un portatile ci dovete aggiungere il prezzo di antivirus e firewall, per fare un raffronto serio.

  35. Daniele Minotti dice:

    @spider
    Penso che anch’io, al prossimo giro, passero’ a Mac per colpa di Vista…
    @Tonino
    Certo, la comparazione non e’ su altri fattori importanti, ma ragionavo semplicemente sui 13. Che non c’e’ molto in giro, per la verita’.
    Dico che potevano limare un po’ sul peso condividendo quello che dice Massimo.
    Di certo, dubito che spenderei la cifra del Vaio per il pur adorato figliolo ;-)
    A scuola, che mi risulti, non possono portare i propri PC, ma penso a quando mio figlio magari andra’ a casa degli amici a fare i compiti. Una macchina un po’ piu’ leggera farebbe comodo. Ma, visto che ha gia’ un desktop (e un mio vecchio notebook da 15), penso che potremmo prenderci un eeePC, alla fine, 9 o 10 pollici.
    Leggo, pero’, di una non fenomenale durata della batteria (sempre quello il problema…).

  36. spider dice:

    @daniele: se vuoi comprare un mac questo è il periodo migliore. Nei grandi magazzini di elettronica (tipo mediaworld o saturn) hanno le rimanenze del vecchio modello e di solito li danno via scontati. E’ così che ho pagato il mio MBP 1499 invece di 1899 (anche se il nuovo modello sarebbe costato 1799).

  37. Mr Oz aka Alessio Gianni dice:

    Per capire il motivo per cui Apple non produce un subnotebook bisogna ascoltare e capire le parole dette martedì da Tim Cook: “non facciamo compromessi sulla qualità “.
    Ad oggi non è possibile produrre un subnotebook senza scendere a compromessi che Apple non può accettare.

    E poi, possibile che sia così difficile da capire, Apple NON fa prodotti economici. Per scelta, mica a caso.

    Riguardo agli schermi glossy, anche io inorridisco, ma pare che gli schermi LED glossy non siano poi così male, molto meglio degli LCD glossy.
    They say.

  38. Daniele Minotti dice:

    E’ impossibile fare un subnotebook di fascia alta?
    Francamente, i Vaio mi sembra che lo siano.
    Ovvio che eeePC e simili sono un’altra cosa, visto anche il prezzo.

  39. Daniele Minotti dice:

    Sui glossy. Dai, anche con luci, non sono così disastrosi. PErsonalmente, ben di rado mi sono trovato a fare mosse strane per evitare i riflessi (se a questo problema vi riferite). In termini di qualità  sono decisamente superiori ai non glossy.
    Quanto ai LED, non è soltanto una questione di retroilluminazione che dovrebbe consumare meno? E non si tratta pur sempre di LCD? O sbaglio qualcosa?

  40. OScar dice:

    daniele
    beh si consumano il 30 e passa per cento in meno. Il problema del glossy a mio parere (almeno per quanto mi riguarda) è che mi dà  come l’impressione di stancarmi di più l’occhio. Io ho un mb nero con schermo ovviamente glossy e un acer con schermo opaco e ho come la sensazione che l’opaco mi stressi di meno i miei occhi chiari chiari (di cui uno affetto dalle fastidiose mosche volanti). Poi va beh io c’ho il computer in mansarda con due porte finestre enormi dall’altro lato eheh ma posso rimediare forse..

    solo che volendo prendere forse il 24″ iMac la superficie di riflesso sarebbe tanta. Quando e se a novembre aggiorneranno gli iMac vedrò se
    1) prendere schermo glossy e allora in quel caso sceglierò tra un mbpro base o un iMac potente
    2) oppure optare per un vecchio mbpro da 15 o 17 che saranno calati di molto (già  ora lo sono ma il 17″ ancora di piu se adatteranno anche quello alle innovazioni ultime)

  41. Daniele Minotti dice:

    @oscar
    Mah… da anni ho un glossy (ASUS). Son guercio per eredita’ (specie dall’occhio sinistro), ma mi sembra che lo schermo lucido non abbia peggiorato.

  42. Anonymous dice:

    Giusto una piccola precisazione, il DisplayPort e’ un formato libero e’ vero, ma il MINI DispalyPort e’ un formato proprietario Apple. (non posso linkare la fonte, maledetti non disclosure).

  43. alessio dice:

    Pensa che io mi porto dietro, in bici, un 17″. Infatti con il ritocco ho appena ordinato un MacBook Pro 17″ matte “vecchio stile”.

    E comunque è MacBook e non Macbook. E il FireWire (non firewire) non è scomparso sui Pro.

  44. Pablo Moroe dice:

    Ci vuole il fisico, Mantellini. E noi gggiovani Mac user ce l’abbiamo. Per i geek di una certa classe d’età  hanno fatto gli Asus EEE Pc.
    Ovviamente scherzo :)