Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

Osservo mia figlia disegnare con Tux Paint sul piccolo bianco Asus Eee che abbiamo da poco acquistato (un po’ per lei e un po’ per me) e mentre la osservo penso all’incauta affermazione di Mike Abary di Sony che qualche mese fa dichiarò che la nuova onda dei subnotebook a basso costo (ed il loro enorme successo di vendite) avrebbe avuto un impatto negativo sul mondo dell’informatica costringendo l’industria ad una rincorsa verso il basso. (continua)

22 commenti a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Massimo Moruzzi dice:

    un impatto molto negativo. sui loro vaio fighetti da 2000 e più euro.

  2. Daniele Minotti dice:

    Uhmmm… Non so… Gia' vediamo che il nuovo eeePC costa un tantino tanto per quello che offre. Ok, non e' una macchina paragonabile ad un 15.4 dello stesso prezzo e neppure ad un sub da 11 o 12.

    Le prime sono macchine di grande produzione e ben altri pesi/dimensioni, le seconde oggetti di nicchia ed ipertecnologici.

    No, sono cose molto diverse, non penso ci sia concorrenza, dunque ricorsa al ribasso.

    E ribadisco che un eeePC inizia a costare un po' troppo. Ha dalla sua l'effetto fighetto-geek, molto piu' dei Vaio o dei Mac.

  3. Fabio Metitieri dice:

    Mantellini, non so dove vivi.

    Io, che non sono mai stato uno da Pc "top di gamma", anzi, e che da sempre uso un Pc per almeno 8 anni (4 come macchina principale e 4 come macchina di back up), giusto sei mesi fa ho raddoppiato il processore (solo un Core 2 Duo), la memoria (2 GB), aggiunto un secondo Hd e preso una nuova scheda grafica…

    Speaking of which, prova a leggere qualche articolo ogni tanto sul mondo dei produttori di chip grafici. Sono molto istruttivi.

    Be', meno male. Di solito penso di essere io quello vecchio, ammuffito, spartano e conservatore, che non nota i trend dei consumatori piu' giovani e dinamici.

    ;-)

    Comunque, senza polemica, su questo:

    "Fateci caso: la corsa al raddoppio di capacità  di calcolo delle CPU, Ram, spazio disco, memoria video ecc da quando Internet è il centro del computing si è definitivamente spenta."

    gradirei veramente sapere quali report hai letto, e con quali dati. O sono solo tue deduzioni dopo un giro in qualche Mediastore? (Tra l'altro, cosa e' la memoria video?)

    Ciao, Fabio.

  4. Lunar dice:

    Minotti,

    a me fighetto-geek non lo dici. :) Io sono intenzionato a prendere il 900 che affiancherà  il mio VAIO da viaggio da 1500 euro e il mio assemblato da casa da 1000 euro. Sono macchine diverse destinate a lavori diversi. Comunque sia non credo che il mercato ne soffrirà  più di tanto. Mica la mercedes ha perso quote di mercato dopo il lancio della Smart.

  5. lloyd dice:

    Mi pare che se si confrontano le prestazioni minime richieste per lavorare (escludendo quindi giochi o altre cose non strettamente indispensabili) con la dotazione media a disposizione, abbia ragione Mantellini.

    Prima quando si cambiava computer si avevano dei benefici reali, in termini di velocita' o qualita' delle operazioni normalmente svolte. Quasi tutti i componenti di un pc erano risorse collo di bottiglia e appena c'era un update, il miglioramento di prestazioni era' immediato ed evidente.

    Tanto per fare un esempio a caso, ai tempi del passaggio da win3.11 a win95, l'hard disk di un portatile aveva una capacita' di 500mega e ci stava dentro a malapena il sistema operativo+office. Adesso nei portatili lo stesso software occupa si e no l'1% della capacita'.

    Stesso dicasi per la velocita' di connessione che prima non bastava mai ( passare da un modem 28.8 a uno 56.6 voleva dire risparmiare alcuni secondi ogni volta che si usava un motore di ricerca, per dire) e adesso, dall'adsl in poi è diventata una commodity (p2p escluso) e soprattutto il suo miglioramento non dipende per nulla da update dell'hardware.

    L'unica risorsa che è rimasta ancora un po' scarsa per un po' è la Ram nel senso che l'unica cosa che i nuovi sistemi operativi riescono ancora a saturare rendendo obsoleti i computer esistenti è (era) quest'ultima. Il giochetto ha funzionato con win Xp perchè tutto sommato portava dei miglioramenti reali rispetto a win98 ma gia' adesso con Vista i miglioramenti sono molto meno significativi e in parecchi sono disposti a farne a meno.

    Il ragionamento naturalmente non vale per chi usa il computer anche per giocare visto che in quel campo ci sono ancora ampi margini di miglioramento a livello grafico che continuano a saturare le risorse hardware che si rendono via via disponibili.

    E in effetti con Vista mi pare che Ms abbia provato , non riuscendovi, a spostare la frontiera sulla grafica visto che era diventato ormai impossibile rendere obsoleto l'hardware esistente con miglioramenti di altro tipo.

  6. Fabio Metitieri dice:

    Lloyd, se parliamo di scrivere in Word, usare la email e il Web (e quindi un blog), io ho ancora un Pc 486Dx2 (cioe' un 486 a 66 Mhz) che puo' funzionare alla perfezione, solo un po' lentamente, e con modem a 56 Kbps. Ti assicuro: si fa tutto.

    Del resto, ben prima di Negroponte avevamo parlato tutti di quanto possa essere importante, per un Paese in via di sviluppo, avere un Pc anche in configurazione minima. Ricordo un libro di Paolo Zocchi del 2003; io ho scritto articoli in merito parecchio tempo prima.

    Se parliamo invece della fruizione corrente di oggi per un utente medio (esclusi giochi, Cad/Cam, editing di video, elaborazioni statistiche complesse, server vari, data base, programmazione professionale, ecc.) e quindi delle sue ragionevoli aspettative, ti assicuro che la differenza tra un Pentium IV a 2,4 Ghz con 1 GB di memoria e un Core 2 Duo a 2,2 Ghz con 2 GB di Ram (che di certo oggi e' di fascia bassa, come processore) si vede eccome. Lo so, perche' sono le due macchine che ho in casa adesso.

    La stessa scheda grafica, non serve solo per i giochi, ma per una gestione piu' fluida del desktop e di diverse interfacce.

    Ti do torto anche sulla velocita' di connessione, avendo fatto da pochi mesi il passaggio da 2 a 7 Mbps (nominali, certo): anche qui la differenza si e' vista e si vede, eccome.

    Infine, anche sulla memoria, su cui fai il ragionamento opposto, hai torto: ho provato sulla stessa macchina 1 GB, 2 GB e 3 GB, e direi che 1,5 GB e' un massimo oltre al quale si vedono pochi miglioramenti, anzi, pressoche' nessuno (con Windows XP; con Vista l'uso della memoria dovrebbe essere un po' piu' pesante, anche se non credo oltre ai 2 GB).

    Il tutto detto pensando a un uso medio del Pc da un utente di oggi, che forse non ha un blog e non usa Twitter, ma scarica musica, magari anche film, masterizza Dvd, oppure usa Photoshop e, soprattutto, vuole tenere tutto aperto per saltare al volo da un'applicazione all'altra. E, soprattutto, se oggi un disco rigido costa meno di 30 centesimi per GB, perche' non dovrebbe salvare tutto quello che gli passa per la testa, film compresi? Il disco oggi non lo si compera di certo pensando al sistema operativo.

    Ripeto, io non so in che mondo vivete. Io provo semplicemente a immedesimarmi in un utente medio di oggi. Oppure leggo dati e analisi di mercato, non mi accontento di fare due passi in un grande magazzino.

    Ciao, Fabio.

  7. Fabio Metitieri dice:

    Be', insisto gentilmente, visto che Mantellini non risponde (a una richiesta di un suo lettore… siamo o no in un nuovo modello, tutto interattivo e trasparente, di informazione? E, proprio qui, parlare con l'articolista e' piu' difficile che scrivere a Turani?)

    Allora, ripeto: chi ha detto che la corsa tra i grandi chip vendor (Intel e Amd, ma non solo… sui cellulari ce ne sono altri e adesso forse entrano in campo anche i produttori di chip grafici)… Questa storica e feroce competizione, dicevo, chi dice che sia finita perche' ormai anche la potenza di calcolo la fornisce Internet?

    Mantellini, per cortesia (basta cosi', o devo anche darti del voi?), ci dici quali sono le tue fonti in merito?

    Ci dai dei link?

    E, vorrei anche far notare, se voi me lo consentite, emerito Mantellini, che voi spaccate sempre le palle ai giornalisti che non mettono i link… Perfetto, sono d'accordo, io i link nei miei piccoli articoletti li metto sempre (quando la grafica lo consente),

    ma voi, se scrivete che certe battaglie storiche sui chip sono finite solo perche' guardate vostra figlia ogni tanto e avete fatto un giretto di 15 minuti in un megastore, origliando, non e' che ci facciate una gran bella figura…

    L'informazione, insegnano a noi piccoli travet della notizia, cosi' non si puo' fare.

    Ci raccontano palle e invece si puo'? Ci illumini voi, per favore.

    Fuori le fonti, dai. Senza provocazioni, le leggo molto volentieri perche' evidentemente mi sono sfuggite.

    E non uscire con il solito "alcuni miei personalissimi e segretissimi contatti che ho solo io mi hanno detto cose che a voi umani non posso proprio dire"…

    Dai, che a queste palle non ci crede nessuno. Il mondo dell'informazione non funziona cosi', lo sai benissimo tu e lo sanno ancora meglio anche i tuoi lettori.

    Grazie.

    Ciao, Fabio.

  8. .mau. dice:

    La mia personale esperienza (di utente con N finestre aperte contemporaneamente, ma poche o punte applicazioni pesanti dal punto di vista grafico e/o computazionale "forte" è che il mio collo di bottiglia continua ad essere la RAM, attualmente a 2 GB. Non è un grande collo di bottiglia, però vado comunque in paginazione. Resta comunque il fatto che ogni persona ha un utilizzo diverso del PC e quidni esigenze diverse.

    @lloyd: di per sé già  Win2K andava bene, XP non ha portato tanto in più. Che Vista non serva a molto, è un altro dato di fatto.

  9. Fabio Metitieri dice:

    Mau, guarda… mi vedo costretto a raccontare che ho detto una palla.

    Non ho 2 GB di Ram. Ne ho 3 GB.Fare outing su certe cazzate e' difficile…. OK, la Ram costa nulla, ma e' brutto comperarla quando non serve. Ma… cattive amicizie… venditori che ti traviano… e sono solo 18 euro in piu'… Ti dicono che provi una volta e poi smetti…

    E parlo solo di Windows Xp. Con Xp, dei miei 3 GB di Ram di oggi, se ne vedono solo 2,8. Stop. Tanto per cominciare. E con Vista idem.

    Lo sai, vero?

    Ma, mettiamola cosi': adesso ho aperto Word, Eudora, almeno 5 Firefox, sto ascoltando musica in cuffia. Poi ho l'Oxford dictionary, la Britannica, lo Zanichelli, il garzantino di inglese, Skype, Copernico, e un vecchio Paintshop. Poi, ovvio, ci sono i preservativi: Zonelarm professional e le versioni gratuite di Avast e di Antivir.

    E poi c'e il mo grande amore: Taskinfo. Lo guardo? No.

    Prima entro anche in Second Life.

    Alt-Tab, Alt-Tab, velocita' da scheggia. Possibilita' di tenere come finestra SL, e come finestra questa mail e come finestra un file Word, e come finestra la Britannica. Vado a vedere cosa mi dice il Task manager? Occupazione attuale delle due CPU sul 30%, e memoria – e qui ci siamo, qui ti volevo – sul 44%.

    Cioe', con tutta 'sta roba attiva (oh, si', poi ho il norton commander, altri due antivirus. i driver, e infinita' di altre cose irrilevanti) sto usando solo 1,3 GB (scarsi) dei 2,8 che Windows XP potrebbe usare. Con SL aperta.

    Allora, caro Mau, senza polemiche, ma se dici che "il mio collo di bottiglia continua ad essere la RAM, attualmente a 2 GB"… bo'…. ma che beato hai caricato???? Io sto facendo il massimo carico con 1,3 GB, e tu ti lamenti perche' hai solo 2,0 GB????

    Parliamone….

    Riconfermo, comunque: la Cpu non e' un collo di bottiglia. Il processore, nella mia fascia (bassa) quasi si'. Se iniziassi a muovermi velocemente in SL, o a editare foto e contemporaneamente a masterizzare un Dvd, arriverei oggi a un consumo complessivo delle due Cpu pari al 70-75%. Il che significa che il mio teorema, "una macchina ogni 4 anni", e' sempre stato ed e' ancora valido, su un uso "medio" del Pc.

    Sui dati che ho riferito qui, posso mandarti degli screenshot, se non ci credi.

    Ciao, Fabio.

  10. .mau. dice:

    @CiaoFabio: io non ho problemi a crederti.

    Adesso non posso darti dati, perché il PC dell'ufficio ha solo 1 giga (e comunque al momento sono fermo a 719M di usio, ma non ho aperto praticamente nulla: solo Firefox e Outlook), stasera ti so dire con più precisione.

  11. Wallace Henry Hartley dice:

    Mah, io non voglio entrare in discussioni ideologiche. Mi limito a dire che da anni sono possessore di notebook, mio unico pc che adopero a casa come fosse un fisso e che mi porto, quando necessario, in giro per lavoro. Avere sulla spalla 15 pollici di laptop è una gran rottura di balle, l'idea di portatilità  è – secondo me – un'altra cosa. Inoltre il notebook è tanto bello e comodo, ma il giorno in cui decidi che hai voglia di installare Pes 2008, capisci che la coperta è troppo corta. Per cui sto valutando la possibilità  di fare una rivoluzione copernicana: comprarmi un bel desktop pc per gli sfizi e un bel "simil-EEE" da portarmi in giro per lavorare. Una connessione internet e un wordprocessor mi sono più che sufficienti.

  12. Fabio Metitieri dice:

    Uffff.. errata corrige.

    Nel penultimo paragrafo del mio intervento precedente, dove e' scritto:

    "La Cpu non e' il collo di bottiglia",

    si legga, per cortesia:

    "La Ram non e' il collo di bottiglia".

    La Cpu, IMO, per chi ha configurazioni come la mia sara' un collo di bottiglia, salvo catastrosfi e imprevisti, tra circa quattro anni, come sempre.

    La Ram oggi costa un beato nigut (traduzione per i rom: nulla) e, in piu', non viene mai utilizzata oltre i 1,5 MB, per un utente medio.

    Per la serie: costa nulla e non serve… E la chiamate collo di bottiglia????

    Ciao, Fabio.

  13. .mau. dice:

    @CiaoFabio: naturalmente devi avere una CPU a 64 bit per usare 4 giga e più di ram.

  14. Piero dice:

    Il tempo dei bambini è più prezioso di quanto non si creda. Un disegno su computer non riesce ad esprimere tutta quell'arte che i bambini sanno esprimere solamente disegnando a mano su carta. C'è tempo per imparare a disegnare con il computer, ma non c'è tempo per tornare indietro.

  15. AlphaKappa dice:

    ciao massimo,

    la riflessione che hai fatto è corretta a mio modo di vedere, sebbene tu commetta un errore nel giudicare non più in crescita folle il mercato dell'hardware.

    attualmente questo è tirato dal settore dei videogame, ma penso anche io che un giorno possa rallentare, soprattutto se sarà  confermata la tendenza a spostare le classiche applicazioni desktop sul web e se ci sarà  un'espansione del mercato delle console. tuttavia, non si può mai sapere cosa succederà  nel futuro.

    puoi estendere questa ottica e notare che, mentre si tende a tagliare alcune funzionalità  ai computer livellandoli in basso, al contrario i dispositivi mobili utilizzati un tempo per "telefonare" oggi tendono a essere livellati verso l'alto, perché forniscono sempre più funzioni e vengono sempre più incontro alla necessità  di collegarsi a internet.

  16. Fabio Metitieri dice:

    Mau, ho detto: piu' di 1,5 GB di Ram comunque non ne usi, come utente medio, anche se ne hai 2,8 GB (poi, se sei un server, ovvio che le cose son diverse). Per cui lo so, che volendo con una Cpu a 64 bit ne puoi mettere di piu', ma il punto e': perche' dovresti farlo?

    Insomma, qui si passa dal dire, come fa Mantellini – senza alcun riscontro – che la corsa all'hardware piu' potente e' finita (cosa secondo me non vera, io vedo all'incirca dalla seconda meta' degli anni '80 sempre lo stesso trend – al dire, come fai tu, che se vuoi puoi mettere una Cpu a 64 bit e piu' di 4 GB di Ram.

    Seguire un discorso logico, no, eh?

    Ciao, Fabio.

  17. spider dice:

    Il computer che uso come desktop è in realtà  un portatile HP (Athlon64 con 1Gb di RAM e XP Home, scheda grafica ATI X200 con 128Mb dedicati) a cui ho solo aggiunto un monitor LCD 20" (quello onboard è rotto) e tastiera+mouse. Lo uso per tutto, tranne che per giocare (preferisco la ps2). A suo tempo (dicembre 2005) lo pagai 1200 euro.

    Oggi guardavo un volantino Mediaworld su cui c'è un desktop Acer con monitor e tastiera a 800 euro: QUATTRO core, QUATTRO Gb di RAM, MEZZO TERA di HardDisk e una scheda grafica con MEZZO Giga di RAM. Praticamente il quadruplo di tutto.

    Se oggi potessi comprare un computer come quello che uso, quanto lo pagherei? Probabilmente un prezzo giusto, per le caratteristiche hardware, sarebbe quello dell'Asus eeePC, circa 300 euro.

    Quindi non credo affatto che la corsa all'hardware sia finita (QUATTRO core… QUATTRO Gb… MEZZO Tera…), credo invece che PROPRIO perché la corsa all'hardware è continuata con crescente velocità , sia rimasto indietro un bel po' di hardware parecchio potente ancora utilizzabile per moltissimi compiti.

    Asus EeePC sfrutta questa nicchia di mercato, poca potenza per utilizzi semplici, così come molti notebook che costano intorno ai 500 euro.

    Se invece di creare nuovo hardware poco potente (tipo Atom e i ClassMate PC) si potesse continuare ad acquistare vecchio hardware della stessa potenza, probabilmente in quella nicchia dove c'è EeePC, ci sarebbe il mio HP.

  18. Fabio Metitieri dice:

    Ecco, Spider, concordo.

    Continuando a fare esempi, due Pc fa (ovvero la mia macchina di scorta fino a 6 mesi fa) era un Athlon a 1,5 Ghz, con underclocking a 1,3 (problemi della mother board), con 512 MB di Ram e una schedina grafica 4x con 128 MB.

    Riuscivo a fare pressoche' tutto, Second Life compresa, seppure molto lentamente (swapping incredibili) e con una bassa qualita' delle immagini.

    I salti tra quello e un Pentium 4, e tra il Pentium 4 e un Core 2 Duo, pero', sono enormi, per cui, considerati i prezzi di oggi (direi circa 200 euro per cambiare scheda madre, processore e mettere 2 GB di Ram, piu' forse altri 60 euro per una buona scheda grafica), l'upgrade si fa, si fa ancora, oggi come 10 o 15 anni orsono.

    Le macchine meno potenti sono utilissime, ma per i Paesi in via di sviluppo, o da noi per chi organizza corsi di Linux e per gli ultraportatili altre nicchie di mercato.

    Quanto ai dischi, mezzo Tera oggi costa 60 euro interno e 90 euro esterno.

    Addaveni', che la gente usi solo piu' Internet…

    ;-)

    E mi fanno anche tenerezza tutti questi ideologi che si fanno in quattro e si arrampicano sui vetri per difendere cio' che ritengono "buono e giusto".

    Prima il Voip, poi la neutralita' della Rete, poi il Wi Fi ubiquitario, poi la rivoluzione blog, poi Twitter, e adesso si ritorna alla vecchia idea del Network Pc, secoli dopo il suo fallimento….

    Ciao, Fabio.

  19. .mau. dice:

    Inizio con una precisazione. Ho controllato rapidamente sul mio Dell Latitude D620 (comprato l'anno scorso), e il collo di bottiglia è al 1GB di ram, nel senso che la memoria allocata arriva sopra il GB ma non supera i 2GB.

    La precisazione che occorre CPU a 64 bit per usare 4 GB e più di RAM era semplicemente una constatazione puramente tecnica. Personalmente non sento la necessità  di avere più RAM di quella che mi ero fatta mettere

  20. Fabio Metitieri dice:

    Mau, scusa, ma se la memoria allocata non arriva ai 2 GB, e non senti di averne bisogno di altra, perche' sarebbe un collo di bottiglia?

    E' un abile giro di parole per evitare di dire che… aghh… urghhh… (strozzamento da sindrome di Fonzi):

    "E' vero, 1,5 GB bastano, la Ram NON e' un collo di bottiglia, tanto piu' che un altro GB costerebbe solo 20 euro, e aveva ragione Metitieri"….

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  21. .mau. dice:

    sì, mi sono sbagliato. Io non ho problemi a dirlo. Ero fermo all'anno scorso, in cui il PC te lo davano di default con un giga di RAM (parlo del Latitude, non di quelli da ipermercato) e un giga è un collo di bottiglia.

  22. Fabio Metitieri dice:

    Ok, Mau. Sai, con un altro non avrei insistito, ma con te, sentirsi dire che ho ragione, e su una questione riguardante l'informatica….

    ;-)

    Ciao, Fabio.