Poco fa guardavo su Youtube le immagini del tragico incidente di oggi all’Air Show di Bracciano. Impossibile non domandarsi cosa ci sia di differente fra un giro della morte di un elicottero militare (o lo sfiorarsi del solista con gli altri componenti della pattuglia acrobatica) dalle impennate su una strada di periferia di un ragazzino con il motorino truccato.

13 commenti a “VOGLIO UN BRIVIDO”

  1. iwasadoledadstoyboy dice:

    i soldi del contribuente e il fatto che il pilota è morto durante la sua giornata lavorativa

  2. Daniele Minotti dice:

    Le impennate non servono, tanto meno nelle gare a due ruote dove alzare l'anteriore porta sempre dei problemi (rallentamento anche per diversa aerodinamica, manovrabilita' ridottissima, ecc.). E, anzi, sono segno di non perfetto controllo del mezzo. Avrai anche visto che *quello li'*, oggi, vincendo al Mugello non ha alzato… Non ha voluto rischiare.

    Looping e altre *acrobazione* hanno, invece, un senso tecnico-strategico. Ok, farle in pubblico (mettendo a repentaglio la vita degli spettatori) e' un'altra cosa. Ma il senso ce l'hanno.

    Ad ogni modo, non sono convintissimo che la manovra vista sia quella descritta (looping) o, comunque, voluta.

    I testimoni (gli stessi che hanno parlato di *giro della morte*) hanno anche riferito delle pale che avrebbero toccato l'acqua con le conseguenze viste.

    Mi sembra, invece, chiaro che il velivolo abbia preso una disastrosa spanciata, verosimilmente per un errore di quota all'inizio della manovra. Questo per spiegare che (comprensibile) suggestione e imprecisioni tecniche producono una notizia sbagliata.

    E ripeto che non sono sicuro fosse un looping. Anche perche' un NH-90 mi sembra un po' troppo *chiatto* per quella manovra… Cioe', non e' un Mangusta, eh…

    A parte cio', un pensiero va comunque al pilota e alla sua famiglia. Anzi, prima di tutto…

  3. Gian Carlo dice:

    "senso tecnico-strategico"?

    E' solo spettacolo, capisco rischiare la vita in Afghanistan dove c'è la guerra ma sul lago di Bracciano?

    Rossi non impenna perchè ha sempre un'idea nuova per festeggiare, l'impennata è per chi non ha altro.

  4. Massimo Moruzzi dice:

    la differenza?

    che quelli lì a Bracciano lo facevano "per la patria" ;-)

  5. Daniele Minotti dice:

    @ Gian Carlo

    Infatti, ho specificato, anche se, per dirla tutta, ogni *air show* e' anche una fiera commerciale per acquisire commette, ad esempio, per un NH-90 quando il monopolio, almeno per l'occidente, sembra essere del Black Hawk.

    Quanto a *quello li'*, non ti preoccupare: quando puo' sta su una ruota come gli altri. Ieri, semplicemente, ha pensato di non aver sufficiente margine di sicurezza su Stoner.

  6. roberto dadda dice:

    Tralasciando il complesso discorso sulla utilità  o meno di un esercito che ci porterebbe molto lontano la tua osservazione non ha alcun senso logico.

    Le manovre di cui tu parli fanno semplicemente e logicamente parte dell'addestramento al controllo del mezzo indispensabile se vuoi combattere per aria.

    Che lo facciano ogni giorno in esercitazione o in una manifestazione fa poca differenza.

    Trovo il confronto con il ragazzino che fa l'impennata un inutile insulto alla memoria di tanti soldati che sono morti per fare il loro mestiere.

    Intendiamoci questa non è una apologia delle forze armate, ma se le forze armate ci sono devono fare il loro mestiere anche quando questo vuole dire rischiare.

    bob

  7. thx1138 dice:

    In effetti che io sappia le acrobazie aeree fanno parte del normale addestramento di un pilota militare perchè servono in combattimento.

    A esempio il looping ("giro della morte") è una classica manovra (la usavano nella 1a g.m.) per togliersi un avversario dalla coda e portarsi dietro di lui.

    Viene insegnato anche agli elicotteristi perchè è una manovra (disperata) per evitare i missili antiaerei.

  8. Daniele Minotti dice:

    Non e' che il looping sia alla portata di tutti gli elicotteri, eh… Occorre un rotore rigido e un rapporto massa/potenza non indifferente.

    Non penso sia il caso di farci influenzare da film, peraltro inesatti, come Tuono Blu.

  9. newmediologo dice:

    In teoria chi fa acrobazie aeree è un professionista che dovrebbe sapere quello che fa.. Saranno da stabilire le cause dell'incidente di Bracciano, se errore umano o malfunzionamento.. Dubito comunque che queste manovre possano essere assimilate a delle spacconate visto che i collaudatori ne fanno di più estreme..

  10. Daniele Minotti dice:

    Eh… più estrema di un looping con un elicottero…

    Comunque, oramai sono convinto che la manovra non fosse un looping (impossibile per quel velivolo), dunque cade la tesi della spacconata.

    Errore umano (su manovra ordinaria) o guasto tecnico. Non vedo alternative.

  11. thx1138 dice:

    Vero, non looping ma virate schneider (o "a coltello", ossia repentino cambio di direzione con velivolo a 90% rispetto al suolo).

    In effetti l'elicottero è generalmente una macchina inadatta a manovre come looping e tonneau perchè (ovviamente) non può andare in volo rovesciato. Qualche modello acrobatico è in grado di eseguire la immelmann, ma i looping con un elicottero li si vede solo nei film.

    Comunque l'elicottero caduto, a quanto sembra, stava eseguendo una picchiata con richiamata.

  12. Smeerch dice:

    Massimo, meno male che non sono l'unico a pensarlo.

  13. bravoreal dice:

    non credo sia stato un errore umano, opto più per un guasto tecnico

    si sà  nei corpi armati nulla viene lasciato al caso, quindi prima di fare quella manovra , credo sia stata provata e riprovata