Mi ha appena telefonato un anonimo signore a nome di Telecom Italia che, dopo la solita intro ansiogena del tipo “E’ lei l’intestatario del contratto le devo dare una comunicazione da parte di Telecom Italia”, ha iniziato a raccontarmi che la bolletta telefonica non mi arrivera’ piu’ cartacea ma elettronica e altre inutili robe del genere che forse ne anticipavano altre. L’ho interrotto e alla mia “gentile” rimostranza sulla inopportunita’ di telefonare a casa alla gente alle 21.10 di sera, il rappresentante di Telecom Italia si e’ stizzito e dopo avermi detto con tono canzonatorio “allora’ diro’ che il sign Mantellini non vuole essere disturbato alle…”mi ha buttato il telefono in faccia. Stavo per dargli dell’imbecille (se lo meritava purtroppo) ma non ho fatto in tempo. Rimane una domanda: Telecom, perche’ fai del male ai tuoi clienti regolarmente paganti?

11 commenti a “SADO MASO TELECOM”

  1. .mau. dice:

    la cosa strana è che l'altro giorno Anna se l'è presa con me per la stessa cosa (solo che l'addetta era una donna). Poi è capitato due giorni dopo che hanno ritelefonato (sì, sempre a quelle ore), ho risposto io e la tipa che ho beccato era molto tranquilla (no, non ho detto dove lavoravo :-) )

    Diciamo che la maggior parte dei callcetnteristi Telecom hanno la stessa voglia di chiamare che tu hai di rispondere.

  2. Fabrizio dice:

    A casa mia siamo ormai disperati: chiamano Telecom, Tele2 e Wind almeno una volta al giorno, ogni volta con scuse diverse. Prima proponevano offerte, ora sono passati a specie di minacce: "Dobbiamo mettervi la nostra preselezione per filtrare la vostra linea su cui ci sono dei problemi", "Se non volte perdere il nostro servizio, siete obbligati a pagare a noi il canone Telecom", ecc…

  3. Simone Cosimi dice:

    Il mio fisso è ormai un immondezzaio. Si salva solo la povera nonna.

  4. Camillo dice:

    Vogliamo ricordare chi è stato il responsabile del Customer Care di Telecom negli ultimi anni? Si, bravo, lui… Napoletone con la faccia incazzata…

  5. Francesco dice:

    Dialogo telefonico pre-serale periodico tipico con telcom & varie a casa mia:

    – buonasera, sono tizia/caio di Telecom, Tele2, Vodafone, ecc. ecc. cercavo il sig. Francesco è lei?

    – no, mi spiace ma in questo momento è fuori casa!

    – ah… e quando potrei trovarlo?

    – guardi, se chiama per l'ora di pranzo lo trova quasi certamente, di solito mangia sempre a casa.

    – grazie, allora richiamerò.

    – ma si figuri, arrivederci.

    A pranzo non sono mai a casa e se per caso nel we ci sono non rispondo mai al telefono, se non a numeri in rubrica (Libero ADSL, niente canone Telecom, ID chiamante gratuito, solo 12cent di scatto alla risposta su rete fissa).

    La sera "pulisco" regolarmente il cordless delle 5-6 chiamate che tpicamente arrivano tra le 12 e le 14 ogni 2-3 giorni.

    Prima o poi si stancheranno.

  6. Fiorenzo dice:

    credo d'aver provato circa diecimila diversi tipi di risposte depistanti; ultimamente la migliore e' la seguente:

    – e' lei il titolare/responsabile/blabla?

    – no, il titolare e' in carcere. io sono il curatore fallimentare. posso metterla in contatto col giudice, se vuole.

    – clic.

  7. Tolli dice:

    Innanzitutto è diritto del cliente chiedere a Telecom Italia di non essere più disturbato per offerte e informazioni: basta chiamare l'187 o meglio ancora invioare un fax al numero verde 803308187, se continuassero è una violazione della privacy, che può essere denunciata direttamente al Garante o alla Polizia Postale o GdF. Non c'è nessun obbligo per il clente di ricevere la bolletta elettronica se non vuole, si tratta solo di una campagna basata sulla volontarietà , soprattutto per i clienti che hanno la domiciliazione bancaria, abbinata anche ad un concorso a premi ed inserita nel bilancio di sostenibilità  Telecom pro ambiente per risparmiare carta e far risparmiare le spese di spedizione al cliente. Evidentemente vogliono risparmiare su spot e pubblicità  per veicolare questa opzione e usano gli operatori.

  8. Emmo dice:

    al di là  del caso specifico, la mia impressione è che la maleducazione, abbinata all'isteria, stia raggiungendo (perlomeno in italia) livelli da record. Io sono, normalmente, una persona che parte dal presupposto che potrei essere in errore se non dispongo di tutte le informazioni necessarie ma incontro sempre più spesso (al mercato, per strada, al telefono) persone che non perdono nemmeno un secondo a pensare: diventano subito offensive, violente, sgarbate. Sarà  vero il vecchio detto "la madre dell'imbecille è sempre incinta" o ci sono altre cause? … e comunque leggendovi sono sempre più contento della mia ADSL senza fonia (anche se oramai è economicamente non più tanto concorrenziale) :-)

  9. pipol of ze liberti dice:

    Io per conto mio ppena capisco che si tratta di una comunicazione pro vendita o servizio, butto giù senza dire bao. Si stancheranno prima loro.

  10. FabiuS dice:

    Questo è l'effetto del discorso di Luca Luciani: Adesso tutti di dipendenti telecom hanno la "faccia incazzata"

  11. Didorder dice:

    Almeno hai ricevuto una telefonata di avvertimento. A me per due volte è scattata automaticamente la modalità  "conto solo online e non più cartaceo" senza che l'avessi chiesto (e ho dovuto chiamare per protestare). Fossi una delle tante persone che non controlla la mail, mi sarei ritrovato senza più bollette in arrivo senza capire perché…