21
Apr
Affari e Finanza di oggi ha uno scoop di Stefano Carli sulla discesa in campo dell’iPhone in Italia. Sintetizzando:

.Iphone in Italia sara’ direttamente 3G, prima dell’estate.
.L’esclusiva di Tim durera’ pochi mesi e il telefono costera’ molto di piu’.
.L’accordo con Apple e’ stato firmato da Luca Luciani.

E’ presto per dirlo ma la mancanza di un pacchetto chiuso telefono-operatore non sembrerebbe troppo favorevole ad un utilizzo dell’iPhone come terminale per accedere alla rete in mobilita’ a tariffe flat decenti.

41 commenti a “IPHONE ITALIA”

  1. cristiano dice:

    la roba che lascia più perplessi è che, per come la raccontano, telecom avrebbe fatto fesso stiv giobs grazie a luca luciani. il quale avrebbe strappato ad eippol un accordo diverso (e più vantaggioso) da qualunque altro operatore sul pianeta. che come versione sa tanto di velina telecom.

    a me pare più probabile che semplicemente stiv giobs abbia cambiato strategia sull'aifon…

  2. spider dice:

    Le "vantaggiose condizioni" strappate da quel pirla, sono vantaggiose per TI, visto che il telefono costa di più. Appena arriva con H3g (che al momento è imho il miglior operatore per i dati), vedremo.

  3. alessio dice:

    cristiano, stai insinuando che Affari&Finanza pubblica veline Telecom? No, dai… :-)

  4. vuminch1 dice:

    la cosa che NESSUNO ricorda e racconta, è che Luciani fu praticamente messo alla porta da Jobs all'inizio trattative.

    Questa ridicola velina per Luciani & TI è talmente patetica da non meritar commenti.

    Sull'articolo ora online di repubblica.it fanno passare Luciani come quello "che ha fatto cambiare idea a Jobs sulle revenue sharing".

    ROTFL, ma questa è peggio di Waterloo.

  5. baotzebao dice:

    Sarà  anche l'Austerlitz per Telecom, ma poi – dopo – a Waterloo . pagheranno i consumatori…

  6. Lunar dice:

    @vuminch1

    scommetto che tu stavi fuori da quella porta e hai filmato la scena, vero?

    ragazzi, a me pare che la scelta di Jobs di legare il suo coso al singolo operatore fosse una discreta strunzata e ora ha fatto marcia indietro. punto.

    P.S.

    non sottovalutate la forza degli operatori mobili italiani. Contano molto di più di Steve, di Jobs, della mela e anche delle pere.

  7. david dice:

    Scusa, Massimo. Non capisco. Perchè un pacchetto chiuso dovrebbe rendere più facili tariffe decenti. Se ci sono più operatori in gioco non dovrebbe attivarsi la tanto declamata concorrenza? O c'è un passaggio che mi sono perso?

  8. massimo mantellini dice:

    @david, in teoria si, in pratica un accordo chiuso come quello con ATT avrebbe (forse) potuto dare la svolta verso una flat dati mobile, stando invece cosi' le cose le dinamiche del mercato italiano mi paiono rimanere le stesse….

  9. Alessio dice:

    Ma come fate a sapere di già  che quello che è scritto su Repubblica è tutto falso (ma proprio tutto), e che l'offerta non sarà  conveniente, e che i consumatori ci rimetteranno di sicuro (ma mica sarà  obbligatorio acquistarlo…), e addirittura tutti i retroscena della trattativa? Diamine siete davvero introdotti.

  10. mr oz dice:

    "Steve, perché ho la faccia incazzata?" Pare sia iniziato così l'incontro tra Luciani e Jobs…

  11. mr oz dice:

    Alessio, a furia di prenderlo in quel posto per anni da TIM è umano dubitare che questa volta ci vogliano baciare sul collo.

  12. e. dice:

    "Steve, perché ho la faccia incazzata?" Pare sia iniziato così l'incontro tra Luciani e Jobs…

    eheheeheh ;-)

  13. Massimo dice:

    quindi per una seconda volta – dopo lo skypephone di 3 – si invoca un accordo favorevole – ma anche anti net neutrality – per le tariffe dati? (a me non fa nè caldo nè freddo, ma ricordo che alcuni si erano detti scandalizzati dalla vicenda di skype e 3)

  14. Daniele Minotti dice:

    .Iphone in Italia sara' direttamente 3G, prima dell'estate.

    ** e, finalmente, l'ha capita, anche se sono curioso di vedere quanto lievitera' con una base radio 3G (per non parlare della durata della batteria che, visto che sarà  non sostituibile, lascerà  a piedi molti utenti);

    .L'esclusiva di Tim durera' pochi mesi e il telefono costera' molto di piu'.

    ** ho, da tempo, abbandonato le formule tariffa-telefono locked; sono abituato a spendere, ma risparmio in libertà ;

    .L'accordo con Apple e' stato firmato da Luca Luciani.

    ** ma ROTFL!

  15. vuminch1 dice:

    @lunar, la faccenda fu riportata a suo tempo da un bel pò di fonti. Facezie a parte – e dimmi, per favore, che credi quando si scrive "Luciani & Bernabé hanno convinto Jobs a cambiar strategia" , che il modello fusse giunto al suo apice era chiavo a Jobs senza bisogno di fantomatiche pressioni dei potenti operatori italiani, sii serio.

    Fin'ora Apple si è dimostrata abilissima a far l'allungo sui competitors, sapendo benissimo che entro il 2009 entreranno i colossi coi modelli touch scardinando la possibilità  degli accordi locked, e l'occasione giusta per varare il nuovo "modello" è il ricco mercato italiano…

  16. Lunar dice:

    vuminch1

    non ho mai letto novella 2000 e neanche 3000. Io mi attengo ai fatti e li valuto in base alle mie (modeste) conoscenze.

    I fatti sono che o Steve cambiava registro oppure si scordava il mercato italiano. Per questo motivo ho invitato a non sottovalutare la forza contrattuale degli operatori mobili nostrani.

    Sulla capacità  di Apple di allungare sui competitors faccio ancora fatica a comprenderlo visti i numeri in gioco. :)

  17. Bisax dice:

    Di un possibile cambio di trategia sui contratti per iPhone aveva già  parlato in tempi non sospetti, a fine febbraio, Tim Cook, COO di Apple.

    Qui l'articolo su melablog:

    http://www.melablog.it/post/5474/tim-cook-non-e-detto-che-iphone-sara-sempre-legato-ad-un-carrier

  18. vuminch1 dice:

    "I fatti sono che o Steve cambiava registro oppure si scordava il mercato italiano"

    ok,eri serio.

    Però non leggi Novella2000 o 3000, ed evidentemente nemmeno il Sole24 ore e Affari&Finanza, su cui era uscita la notizia dell'incontro brusco tra i 2 :-)

  19. frap1964 dice:

    Veramente l'articolo inizia con:

    Per la firma è arrivato direttamente Franco Bernabè: tanto in quei giorni era già  negli USA…

    Poi il resto dell'articolo marchetta per il Luciani prova a magnificare le lodi dell'accordo. Sotto la foto del Luca di Waterloo ci si premura addirittura di far presente che nessuno parla già  più della gaffe, mentre ancora a lungo si parlerà  di questo brillantissimo risultato.

    Maddecchè ?!!?

    Samsung e HTC già  hanno i loro touchphone, quello di Nokia è in arrivo, la strategia della revenue sharing era già  bella che morta.

    TIM ha l'esclusiva per sei mesi, poi anche gli altri potranno vendere il melafonino e buonanotte.

    Buon per loro se trovano chi gli compra l'oggetto a un costo senza senso.

    Le tariffe non scendono semplicemente perchè a suo tempo i gestori si sono svenati per le licenze UMTS, altro che "mancanza di pacchetto chiuso".

  20. mr oz dice:

    Probabilmente i piani di Apple prevedevano fin dall'inizio un primo anno circa di carrier-lock, per poi aprirsi anche agli altri. Quindi TIM va a inserirsi in una strada già  prefissata.

    L'articolo-velina di Repubblica gira molto abilmente la frittata, e cioè che TIM è in clamoroso ritardo. E' universalmente riconosciuto che l'iPhone era pronto per TIM già  da gennaio (se non prima) e che tutto è saltato per un accordo non trovato (voci o leggende dicono per colpa di Luciani che è stato mandato solo soletto da Jobs, il quale invece voleva trattare solo con Bernabè).

    Checché ne dicano, l'Italia è uno degli ultimi grandi paesi europei dove arriverà  iPhone.

    Come per tante altre questioni. Uno degli ultimi paesi. Bat plìs visits itali, uir ze best cauntri in ze uorld.

  21. Daniele Minotti dice:

    @frap1964 (mio coetaneo e non sei l'unico)

    Francamente penso che la gaffe di Luca di Waterloo rimarra' doverosamente *written in the stone*. La gaffe scappa a tutti, e' la supponenza del primo della classe che conduce agli inferi (ma abbiamo esempi in ogni classe sociale, in ogni schiera politica).

    Per il resto, concordo anch'io sul baccano senza senso circa un apparecchio certo stupendo e innovativo (ma neppure troppo, sotto quest'ultimo aspetto), ma inutile e costoso oltre ogni limite.

    Poi, ovviamente, liberi tutti se lo si vuole comprare. Io, in tasca, ho qualcosa di molto piu' funzionale e tecnologico. Soprattutto, non mi serve per stare in societa', Ci sto, un po' cosi', per altri motivi piu' sostanziali.

  22. Daniele Minotti dice:

    @ mr oz #20

    *Checché ne dicano, l'Italia è uno degli ultimi grandi paesi europei dove arriverà  iPhone.*

    Eh… questa e' una delle grandi vergogne del nostro Paese, eh…

  23. Daniele Minotti dice:

    Riflettendo meglio su tutta questa vicenda (il silenzio della sera aiuta), sono giunto alla conclusione che essa ha risvolti sociali e politici impressionanti e , comunque, parecchio esilaranti. Per tacer del patetico.

    Ne converrete…

  24. Mr Oz dice:

    No Daniele, alle grandi vergogne del nostro Paese mi riferivo nella frase sucessiva. Sempre #20.

    L'iPhone è un dettaglio.

  25. Lunar dice:

    vuminch1

    "Però non leggi Novella2000 o 3000, ed evidentemente nemmeno il Sole24 ore e Affari&Finanza, su cui era uscita la notizia dell'incontro brusco tra i 2 :-)"

    davvero? ero convinto fosse uscita su novella 4000 del web. quel sito dove dirigenti frustrati spifferano al titolare pettegolezzi da bar dello sport.

  26. Daniele Minotti dice:

    Francamente, non mi sembra che queste ridicole vicende dell'iPhone (specie nei vari condimenti) possano aspire anche soltanto al rango di *dettaglio*.

  27. Tonino dice:

    Ci manca solo quello che Apple ha sbagliato tutto e deve passare a Vista per sfondare davvero e poi il campionario è completo.

  28. mr oz dice:

    Parlando di massimi sistemi, la questione iPhone è un dettaglio insignificante.

    Parlando di tecnologia, la questione iPhone è decisamente rilevante.

    E mi sa che qui stiamo parlando di tecnologia.

  29. Daniele Minotti dice:

    @mr oz

    Senza polemica, mi sfugge la rilevanza tecnologica dell'iPhone (specie rispetto ad altri device)

  30. vuminch1 dice:

    i fatti parlano chiaro, Lunar.

    Come ti è già  stato dimostrato non c'entrano nulla "i pettegolezzi", la tua ironia è in questo caso veramente fuori luogo visto che insisti sul tasto novella4000, sono *fatti* chiari.

    Apple sapeva *perfettamente* che quella strategia sarebbe durata il tempo necessario ai competitors di tirar fuori i loro modelli, e secondo te è stato un caso che l'accordo italiano per l'Iphone era stato ampiamente pianificato tra gli ultimi europei? anche solo pensare che Steve Jobs si sia fatto "influenzare" dai consigli della scalcagnata società  strapiena di debiti ( potente finchè ti pare ) capitanata da cialtroni che ricorderemo a lungo è ri-di-co-lo.

    E scrivere, come hai fatto tu,

    "non sottovalutate la forza degli operatori mobili italiani. Contano molto di più di Steve, di Jobs, della mela e anche delle pere"

    significa far dei conti "un pò" grossolani.

    Magari saper leggere questo report e poi far un piccolo ragionamento sui 35 miliardi di indebitamento di TI, eh.

    Infine:

    "Sulla capacità  di Apple di allungare sui competitors faccio ancora fatica a comprenderlo visti i numeri in gioco"

    di cosa stavamo parlando? Di Iphone.

    Conosci i numeri di vendita? Vedi in giro qualche modello in grado di avvicinarsi e/o scalzarlo? quali sarebbero "i numeri in gioco" ?

  31. mr oz dice:

    Ciao Daniele. La rilevanza tecnologica è enorme. Direi che il modo migliore per capirlo è usarlo.

    Al di là  degli estetismi che possono essere ritenuti superflui, anche solo la facilità  di utilizzo na fa un oggetto rivoluzionario rispetto agli attuali devices. Il Blackberry per esempio, accanto all'iPhone sembra un gadget degli anni 80.

    Il telefono Apple è destinato a una fascia di mercato molto precisa – utente di telefono "smart" perennemente connesso ma non troppo smanettone e che apprezza il buon design – ed è una fascia di mercato enorme. (Di cui peraltro non mi vanto di far parte)

    La storia si ripete, Apple più che inventare nuove tecnologie, sa riconoscere quelle vincenti, le fa sue e le veste per la festa.

  32. Minotti Daniele dice:

    @vuminch1

    Parlo dell'oggetto, non di altri affari di cui capisco veramente poco. E ti quoto

    *Vedi in giro qualche modello in grado di avvicinarsi e/o scalzarlo? quali sarebbero "i numeri in gioco" ?*

    La risposta, in effetti, e' NO.

    Parlo del 2.5G. L'iPhone non ha un grande contenuto tecnologico. Tant'e' vero che, correttamente, va definito smartphone e non PDAphone.

    Non fa nulla di particolare, e omette di fare molto, troppo.

    HTC, in primis, ma anche il prossimo SE, qualche Toshiba. Lo so che sono WM e, dunque, non molto graditi, ma Symbian e' rimasto troppo indietro (cosa che ha frenato anche il Communicator E90).

    Esteticamente, ci sono prodotti molto validi. Lasciamo da parte i Vertu (piu' pacchiani che belli) e mi viene da pensare ai prodotti B&O e Porsche Design. Ci mettiamo anche Sirocco di Nokia, giusto perche' e' un classico erede della serie 8xxx. Sono oggetti belli, alcuni molto belli, ma di una bellezza diversa e, soprattutto, non cosi' forti nell'immagine (settore dove Apple e' certamente maestra).

    Il problema e' che… fanno ancora meno dell'iPhone.

    L'iPhone non ha rivali se si vuole il mix megliore sul mercato tra tecnologia (medio-bassa nel modello 2.5G) ed estetica/immagine.

    Soprende soltanto che produttori come HTC (senza dubbio ai massimi livelli tecnologici) non si affidino a designer decenti. Ma mancherebbe sempre l'immagine, che non e' poco.

    Alla fine, le scelte dipendono sempre da cosa vuoi fare col device.

  33. Daniele Minotti dice:

    @mr oz

    Ancora senza polemica, rispetto ad un PDAphone mi dici che l'iPhone (che, come ammetti anche tu e' soltanto smart) e' meglio? Prima di risponderti, ho scritto un altro post. Mi sembra che su molto concordiamo. Ma, francamente, non penso che il solo mutitouch in piu' e molto in meno (non sto ad elencare, impallerei il server dei commenti) spostino l'ago della bilancia verso Cupertino.

    Di certo – ed e' assolutamente fuori di dubbio – Apple sa il fatto suo, infinitamente piu' degli altri.

  34. mr oz dice:

    Daniele, senza polemica savasandìr, mi sa che fai parte di quegli utenti tecnologicamente molto avanzati (leggi, senza offesa: smanettoni) dei quali l'iPhone non soddisfa alcune necessità , legittime per carità , ma "di nicchia".

  35. Daniele Minotti dice:

    @mr oz

    No, non sono uno smanettone. Certo, penso di essere un utente eveoluto ed esigente, nel senso che con il telefono ci lavoro e, in parte, mi serve anche come sostituto del computer di lavoro. Ecco perche' ho bisogno di molte funzionalita' (banalmente, in primis, una tastiera hardware).

    Ti dico: l'iPhone e' sicuramente bellissimo (mai messo in discussione), ma, personalmente, me lo comprerei come secondo, anzi terzo, telefono.

    Poi, ti confesso anche di soffrire di bastianite contraria, da sempre. Per cui – e non mi riferisco a questo contesto – mi fanno spesso sorridere quelli che comprano un oggetto soltanto perche' e figo. Qualsiasi oggetto: dall'iPhone poco usabile, al SUV imparecheggiabile, al giubbotto che puzza di grasso lontano un miglio.

    Ripeto, comunque, che a Cupertino sanno vendere benissimo. Un prodotto non esclusivo (tutti lo vogliono, tutti ce l'hanno – dicono) che, pero', Apple sa vendere con quella immagine.

  36. Mr Oz dice:

    Sai che la tastiera hardware era il mio principale dubbio e invece è straordinaria? Io lo uso per lavoro, e lo trovo perfetto. Dipende dalle esigenze. E mi sembra che tra un iPhone e un Suv ci sia una bella differenza. Ma alla "bastianite contraria" non v'è cura.

  37. Daniele Minotti dice:

    @mr oz

    Sai… se la tastiera virtuale ti serve per digitare URL, basta e avanza.

    Con qualcosa di più serio, ne parliamo (50.000 caratteri? Lo sto facendo, vedrai).

    Se, poi, vuoi sostenere che l'iPhone è un device business, te ne prendi le conseguenze…

    Quanto a iPhone e SUV, dipende anche dalla parte politica (l'ideologia non esiste più). Io mi sento infinitamente piu libero. Sono vecchio stile. Tu, probabilmente, sei molto più giovane o molto più vecchio.

    (non è per romperti le palle, eh… ma c'hai torto marcio :-)

  38. Mr Oz dice:

    50.000 caratteri con un telefono? àˆ qual è il telefono col quale riesci a scrivere 50mila caratteri senza dover poi sfondare il parabrezza di un SUV per rilassarti?

    A proposito di SUV, che c'entra la politica? Il SUV è un insulto sia che lo guidi a destra o a sinistra.

    Poco più giovane. Almeno all'anagrafe.

  39. Daniele Minotti dice:

    @mr oz

    Si vede che non sei uno che scrive, per lavoro o per hobby… 50.000 caratteri vanno via in un attimo, fidati…

    P.S.: Sul SUV, forse non mi hai letto bene.

  40. .mau. dice:

    D'altra parte Minotti è un avvocato. Cosa vuoi che siano 50000 caratteri?

  41. Daniele Minotti dice:

    @.mau.

    ;-)

    (e che sono uno di quelli che scrive poco…).