Ha ragione Bonaiuti (ospite stasera del Tg de La7). Quella di Berlusconi sulle precarie che dovrebbero sposare un milionario era chiaramente una battuta e la stampa (specie quella comunista) nella giornata di oggi ci ha marciato alla grande. Del resto persino Berlusconi lo capisce che non e’ possibile trovare un milionario in sposo per ogni precaria, quindi e’ piu’ che evidente che si trattava di una battuta. No, invece la faccenda e’ un’altra: e’ che Berlusconi non fa ridere. Si impegna poveretto ma proprio non fa ridere. E le conseguenze dell’eleggere premier un barzellettiere che non fa ridere noi le abbiamo gia’ sperimentate. Ma evidentemente non e’ servito.

30 commenti a “DOV’ERA LA BATTUTA?”

  1. Wallace Henry Hartley dice:

    Ma la cosiddetta blogosfera non può organizzarsi per candidarlo a Nobel per l'Economia? Così, tanto per condividere questa piaga con qualcuno…

  2. Anonimo dice:

    Certo che come battuta e' funerea. E il fatto che sia una battuta forse e' anche peggio….

  3. George Frusciante dice:

    Non credo che il problema sia che non faccia ridere. Se qualcosa fa ridere è perché sotto sotto c'è una base di verità  (o mezza verità , o verità  e mezzo). L'affondo di Tessera P2 1816 rivela una volta per tutte la sua vera natura da nobilotto ottocentesco (celebri anche le "battute" sul silvio marcantonio, pur doppiamente sposato).

    Poi magari questo post è ironico e allora mi scuso per la seriosità  del mio commento.

  4. Sinigagl dice:

    A parte le battute, torniamo a bomba. Dal nuovo sito http://www.politiche08.org si evince chiaramente che il voto al Senato potrebbe portare ad un pareggio! La legge elettorale ha un effetto perverso: il PdL potrebbe conquistare 14 regioni su 20 ed ottenere come risultato di avere gli stessi seggi della maggioranza dell'Unione nel 2006, ovvero 158. L'effetto è dato dalle tre distorsioni effettuate dal "porcellum": per prima cosa tutto è fatto a livello regionale, si tratta in verità  di 20 piccole elezioni e non di una elezione nazionale, con ben 8 regioni "in bilico", ovvero con un distacco minore del 4% tra PdL e PD. E' chiaro quindi che il guadagno o la perdita di anche una sola regione può essere sufficiente per passare dalla vittoria alla sconfitta per una coalizione. Poi non viene premiato chi vince "molto": se una coalizione è vicina al 55% non vengono assegnati seggi in premio, questo penalizza il PdL che in alcune regioni non riceve senatori in più. Infine la soglia di sbarramento dell'8% ne mette in forse il superamento da parte dell'UDC (in quasi tutte le regioni) e della Sinistra Arcobaleno (in molte regioni): questi seggi potrebbero andare di volta in volta all'una o all'altra delle coalizioni maggiori, cambiando così radicalmente la composizione del Senato.

  5. LivePaola dice:

    Scriverò un post su questo tema nel weekend. La battuta o meno che fosse è lo specchio della destra che dice "qui in Italia le donne le mandiamo a fare shopping, così ci lasciano lavorare in pace" (politico emergente citato nell'ultimo libro di Francesco Delzio) e che nel programma ha scritto che vuole reintrodurre il quoziente familiare, perniciosissima misura che disincentiva il lavoro delle donne. Ci risentiamo.

  6. .mau. dice:

    Intanto nessuno sa cosa voglia davvero fare il PdL per i precari. Chiamalo stupido, Silvio.

  7. Enrico dice:

    Care Menti Superiori, perchè non vi preoccupate della battuta fatta dall'alieno arrivato da un pianeta lontano "Salari minimi dei precari a 1.000 / 1.100 euro!!!"

    Compitino per il fine settimana: valutare l'impatto dell'aumento dei salari degli impiegati precari grazie a sgravi fiscali per l'impresa, in una situazione di stagnazione (grazie professore!!!), sugli stipendi degli impiegati, non precari, della stessa ditta (piccolo aiutino: i non precari minimo chiedono un aumento di stipendio). In un contesto del genere (grazie professore!!!) come fanno le aziende a sostenere questo aggravio di costi? LICENZIAMENTI PER TUTTI!!!

  8. e dice:

    hai assolutamente ragione enrico. quindi iniziamo a cercare 'sti milionari e diamoli in pasto ai precari, è una soluzione migliore. e pensa che stupido che sono, non ci avevo neanche pensato, prima.

  9. elvetico dice:

    Il solito errore, ragazzi. Se c'è una cosa che Berlusconi sa fare sono le campagne elettorali. Quanto lo si è preso per il culo per le sue battute l'ultima volta? Beh, per poco non ha vinto.

    Questa non era una battuta. Era una chiara strizzatina d'occhio a tutte le persone in Italia per cui "'sti ventenni che sanno solo lamentarsi si facciano la gavetta anche loro e non rompano le balle." E secondo me sono più dei precari.

  10. frap1964 dice:

    Ma qualche volta le sue battute hanno un fondo di verità . Come quando raccontò quella di Berlusconi sull'elicottero alla manifestazione della CGIL.

    C’è l’elicottero con Berlusconi ed i suoi figli a bordo; si sta recando non si sa bene dove, e comunque è un segreto, la privacyÂ… Nel frattempo passa sopra la manifestazione della Cgil, allora si incuriosisce, guarda giù, e vede che sono tutti arrabbiati, allora ha una bella pensata: "Così mi dipingono gli altri, soltanto mercenario, sai cosa faccio prendo un assegno da diecimila euro e lo butto giù, così ne faccio felice almeno uno!" Allora subito il figlio, che ha una mentalità  matematica dice: "Papà  allora butta giù 2 assegni da 5.000 euro così sono contenti in due !". Poi la figlia dice: "Papà  butta giù 10 assegni da mille euro l’uno così ne fai contenti dieci". Infine il pilota dell’elicottero dice: "A dottò, se se butta giù lei li fa contenti tutti quanti !"

  11. Enrico dice:

    Caro #8,

    se i soldi non ci sono per aumentare i salari (e non ci sono, grazie professore!!!), bisogna diminuire il costo della vita, alcuni suggerimenti: tasse, acqua, energia elettrica, gas, benzina, farmaci, banche, ecc.; purtroppo bisognerebbe che le istituzioni, le municipalizzate, le banche, le "corporazioni", fossero gestite in maniera virtuosa e non considerate centri di potere e clientelismo (vizi di tutti i partiti, anche quello dell'alieno).

    Piccolo consiglio: conteniamo il tenore di vita (i ns. padri ed i ns. nonni vivevano con molto meno e forse erano anche piu' felici), fare meno gli schizzinosi ed accettare lavori che ti impegnano il fine settimana o in estate anche se si e' laureati, e sperare in tempi migliori.

  12. Enrico dice:

    UPDATE

    Perla Pavoncello commenta la polemica dopo la battuta di Berlusconi: «sposi uno ricco»

    Mercoledì stato uno scherzo, un gioco.

    La precaria: «Probabilmente lo voto».

    Care Menti Superiori,

    siete caduti nella trappola (non di Berlusconi ma dei Vs. soloni del PD), avete montato una canea per niente, pensate alle cose serie e non portate il cervello all'… se no che Menti Superiori sareste!!!

  13. Pier Luigi Tolardo dice:

    Berlusconi ha moltissimi figli, lo sanno tutti!

  14. Alessio dice:

    Evdentemente non è servito no, lui continua a fare tranquillamente il suo mestiere perchè sa già  che dall'altra parte sono sempre tutti pronti a rilanciare e amplificare ogni sua singola battuta facendo il suo interesse.

    Il giorno in cui si capirà  questa cosa è ancora lontano e intanto B. sta già  preparando la prossima. Quando si dice avere mestiere.

  15. Salvio Di Maio dice:

    Era chiaramente una battuta e la ragazza deve averla pure apprezzata a leggere le agenzie.

    Io non voterò berlusconi né nessun altro che gli sta più a destra, ma voi volete solo le mortadelle con la scopa nel c@@@.. che rispondano afflitti…. e che cavolo!

    Ma possibile che il corriere.it senta il bisogno di fare un titolone per una frase del genere invece non discutere seriamente di come altre ricette più strampalate (come i 1000 x tutti di Veltroni o il protezionismo di Tremonti) siano irrealizzabili?

    Ma su..

  16. e dice:

    per una "battuta" del genere, da parte di un uomo politico, in altri paesi si dimetterebbero. ma in Italia apparentemente piu' del 50% delle persone vivono bene con persone cosi' al governo. continuiamo (continuate..) cosi'! :-)

  17. Lopo dice:

    Mi chiedo: ma qualcuno aveva dubbi che fosse una battuta? Mi pare *ovvio* che fosse una battuta, ma ripeterlo non può essere una difesa valida. Fare battute su un tema per cui la gente si *suicida* è qualcosa di abominevole.

  18. H.H. dice:

    Qualsiasi cosa dica o faccia il Berulsca non va mai bene. Invece tutto quello che fa o dice Uolter è oro. Tanto si farà  un governo di unità  nazionale su richiesta di Napolitano, quindi mettetevi il cuore in pace: battutisti e super-seri starete insieme nel prossimo governo. Amen.

  19. Simone Cosimi dice:

    Bravo: il punto è esattamente questo.

    Fa l'effetto del capo che ad ogni stronzata tutti ridono con i denti in mostra.

    L'umorismo è ben altra cosa.

  20. Luca dice:

    A me invece è molto simpatico. Visto poi il contesto in cui l'ha detto…

    All'inizio, appena è uscita la notizia sembrava l'avesse detto ad un comizio.

    Chi non sopporto in Italia invece sono quelli che passano le giornate a INDIGNARSI di tutto e di tutti.

    Insopportabili.

  21. alessandra mantellini dice:

    O tempora! o mores! Lo spettacolo circense al senato, l'istrionismo di aspiranti premier, le barzellette, il dito medio sollevato, la scarsa cultura, un uso indegno della lingua italiana (contate quanti politici siano in grado di usare il congiuntivo correttamente nel corso di una banale conversazione!):personalmente sono decisamete stanca. Quasi rimpiango i vecchi politici, quelli che intervenivano nelle tribune elettorali di tanti anni fa. Talvolta anche la "forma" può divenire "sostanza", perché la circostanza lo richiede. Rivoglio la compassata serietà  (tanto più che il tempo e le trasformazioni non ci hanno fatto guadagnare molto in termini di "sostanza"), rivoglio l'educazione. Ma soprattutto non voglio che si metta in discussione, nemmeno per scherzo, il mio valore di donna che vuole può deve farsi strada usando le proprie capacità  e non necessariamente le solite doti che (uniche?) piacciono tanto agli uomini (le stesse che servono ad accalappiare un marito-pollo-milionario per intenderci).

  22. Matteo dice:

    La cosa è molto seria, le possibilità  sono molto più alte di quello che sembra.

    Non sono solo i figli a cui si può fare la corte, ma anche i padri…

    Forse la domanda doveva essere girata a Veronica: A Verò ma come hai fatto?

  23. Massimo Moruzzi dice:

    era una battuta anche quando ha dato del kapò a schultz al parlamento europeo?

    o quando a wall street ha invitato a investire in italia perchè abbiamo segretarie sexy?

  24. Enrico dice:

    Come siete facilmente indottrinabili!!!

    La credibilita' all'estero non la perdi per le schiocchezze da voi sbandierate, la perdi se un membro del tuo governo va a spasso a braccetto con dirigenti di Hamas, la perdi se la moglie del Ministro della Giustizia (a sua volta inquisito) e' arrestata; spesso sono in viaggio all'estero e le risate in faccia me le sono prese per conto vostro, Menti Superiori.

  25. Raoul dice:

    A Enrico! Ma che credi, di essere l'unico che "spesso sono in viaggio all'estero"? Ma dai, magari fossimo la barzelletta di mezzo mondo solo per la storia di Mastella (su Hamas e Palestina mi limito a dire che è un argomento su cui all'estero c'è molta, ma molta più ampiezza di dibattito che qui. Ma tu che "spesso sono in viaggio al'estero" forse non te ne sei accorto…). Non è che le risate in faccia quando vai all'estero te le sei prese per altri motivi? Perché viene il dubbio, soprattutto leggendo le tue accuse di essere "facilmente indottrinabili"…

  26. Enrico dice:

    Caro Raoul,

    risposta sterile e poco convincente, ritenta!

  27. lirero dice:

    Può anche darsi che le battute di Berlusconi non facciano ridere. Di certo fanno scrivere quattro (QUATTRO!) pagine a "L'Unità ". Questo sì chiama giornalismo! Altro che inchieste sui prezzi che aumentano, sulle paghe che diminuiscono, sulla sicurezza chimera, sulle ragioni del declino industriale! Eppoi Berlusconi i sinistri non li ha mai fatti ridere, ma piangere. Dalla gioiosa macchina da guerra (questa sì una battuta da ridere) al cappotto della Sicilia e ci metto anche la vittoria del prossimo 13 aprile. No, la sinistra con Berlusconi ha molto poco da ridere.

  28. bardolomu dice:

    x Enrico

    quando torni all'estero?

    no, è che non si sa mai; magari ti trovi bene…

  29. enrico dice:

    Caro bardolomu,

    penso presto, vuoi venire con me? Tieni presente che sono etero, per cui non farti false illusioni, fammi sapere,

    Enrico

  30. Anna dice:

    Posso dire che secondo la cosa davvero triste è che, se non avesse fatto la battuta, non avrebbe saputo cosa rispondere?

    Oppure sapere che la "precaria" (ma a chi la vai a raccontare) non è altro che una ragazza appartenente a una delle famiglie più in vista della COmunità  Ebraica di Roma?

    Essu. Un po' di dignità , almeno un po'.