Non so. Magari qualcosa sta cambiando. Oggi su segnalazione di Luca sono finito sula pagina di Amazon nella quale e’ possibile prenotare il nuovo lavoro dei Counting Crows che uscira’ fra un paio di settimane. Intanto il disco (un disco nuovo ed inedito, non la ristampa della rispampa) costa meno di dieci dollari, piu’ o meno il costo del download legale su iTunes (mentre da noi il CD costera’ circa 20 euro, vale a dire piu’ o meno il triplo). Poi sulla pagina di Amazon e’ disponibile un lungo video dove la band esegue dal vivo alcuni pezzi del disco al posto della solita anteprima audio da 30 secondi.

Sembra che da quelle parti si siano resi conto del fatto che sempre piu’ persone oggi prima di acquistare un disco lo ascoltano in parte o interamente in rete. E allora perche’ non fornire direttamente gli strumenti per farsi una idea, specie se si ha la possibilita’ di presentare contenuti esclusivi da avvicinare anche ad un prezzo ragionevole)? A me sembra una strada intelligente per vedere (ancora) CD di questi tempi.

7 commenti a “INTERESSA UN CD?”

  1. Simone Cosimi dice:

    Il cd è morto. Questi sono surrogati apprezzabili. La musica è *TUTTA* ripartita ormai in due paradossali ma speculari direzioni: formato elettronico multipiattaforma/fruizione dal vivo.

  2. ALG dice:

    Avevo visto la stessa iniziativa per il nuovo Cd dei REM ed avevo fatto il tuo stesso commento. E' vero che probabilmente il cd come oggetto fisico sta morendo ma questo è un buon modo per trattenere i fan che vogliono i cd dei loro artisti…

  3. Smeerch dice:

    Il problema rimane sempre lo stesso. Se vai un disco brutto devi evitare che l'acquirente riesca ad ascoltare tutte le tracce prima di essere passato dalla cassa del negozio.

  4. Davide Tarasconi dice:

    da quand'è che Zoro suona la chitarra nei Counting Crows? :-D

  5. Rubisco dice:

    Non so se il CD è morto. Sicuramente morirà , tra qualche anno (ma vai a sapere, io ho amici che comprano vinili dei Radiohead). Un fatto è certo: io ho tutti gli album originali dei Counting Crows, vederli su Amazon mi soddisfa come fruitore e come fan, mi comprerò il CD. L'avrei comprato comunque? Si.

    Detto questo, quello che trovo straordinario è la possibilità  di vederli suonare in un footage che altrimenti avrei dovuti comprare, magari in un DVD. E' il nuovo album, sono curioso, e posso fare una cosa che qualche anno fa me la sognavo. E' l'aspetto migliore della cosa, credo. Mando il link ad un amico, lui scopre i Counting Crows e magari ordina da Amazon (a 9,99) allo stesso prezzo di iTunes. Boh. E "Le Ballet d'Or" è favolosa. Vi mando il link? :-)

  6. Massimo Moruzzi dice:

    manda, manda.

    ma lo spediscono anche in italia, a quel prezzo?

  7. Flux dice:

    Le diminuzioni di ricavi sulla vendita di CD le stanno compensando con i live; c'e' un articolo sull'Espresso di questa settimana dove si riportano alcuni dati: negli ultimi anni la gente va di piu' ai concerti e i biglietti costano sempre piu' cari, fino a raggiungere cifre folli per alcuni nomi…