Mentre la situazione attuale della distribuzione musicale in rete avrebbe bisogno di una grande meditazione pubblica da parte degli utenti (piu’ facile a dirsi che a farsi) vale comunque la pena ricordare che l’industria musicale usa da decenni il medesimo messaggio.

(via Phonkmeister)

4 commenti a “IL P2P DEGLI ANNI 70”

  1. leo dice:

    Io regalai anni fa alla mia ragazza la maglietta con la scritta, solo che al posto di "illegal" c'era "fun".

  2. Camillo Miller dice:

    OOOOOOLD

  3. Camillo Miller dice:

    Old ma sempre :-) anyway …

  4. Mambo dice:

    Gran pezzo di graphic design. Si sa di che anno è?