La “mission” di Dol (la web agency che ha creato il nuovo sito del Partito Democratico) e’ la seguente: “web ai massimi livelli”. La sua “philosophy” e’: “perseguire l’eccellenza”. Forse e’ per via di mission e philosophy che per visitare il nuovo sito del Partito Democratico e’ necessario scaricare un plugin di Microsoft.

21 commenti a “WEB AI MASSIMI LIVELLI”

  1. simone dice:

    l'avevo installato da tempo Silverlight, ma questo è il primo sito non microsoft dove lo uso

    Una domanda i partiti ce l'hanno la partita iva?

  2. Kerub dice:

    ma dov'è che te lo chiede?

  3. Cafonauta dice:

    Beh, non è che i tipi della macromedia siano dei filantropi…

  4. Massimo Moruzzi dice:

    ma dove?

    con Firefox 2.0.0.12 e Ubuntu 7.10 no problem :)

  5. Massimo Moruzzi dice:

    come non detto. ma cazzo, ma a cosa serve, poi, sto silverlight?

  6. Enoela dice:

    Il plugin servirebbe per visualizzare i video. Per il resto il sito mi è sembrato navigabile senza difficolta'.

  7. Tambu dice:

    beh, voi che siete contro i monopoli dovreste essere contenti che finalmente esiste un'alternativa a Flash. Si chiama, appunto, Microsoft Silverlight :)

  8. Giovanni dice:

    Disclaimer. Sono uno degli sviluppatori di Dol. Sono quello che, nello specifico, si è occupato dello sviluppo in Silverlight. Sono un fermo sostenitore della filosofia Open Source.

    Non capisco cosa abbiano a che fare mission e philosophy di Dol con la scelta di utilizzare il plugin Silverlight. Viste le frasi citate e il tono sarcastico la tesi è forse che Silverlight non è una buona tecnologia? Non è molto obbiettivo, se, come sembra, hai appena scaricato il plugin.

    E' strano, non lo chiami col suo nome, Silverlight, ma "plugin di Microsoft". Il problema è che è una tecnologia di Microsoft? Se il plugin fosse stato di Apple lo avresti scaricato senza problemi (magari, anche a pagamento) e lo avresti giudicato per quello che è?

    Cerchiamo di essere obbiettivi. dal punto di vista tecnologico Silverlight non ha nulla da invidiare a Flash, anche se sono molto diversi (sfido qualsiasi sviluppatore a studiarsi un po' di Silverlight e a contraddirmi su questo punto). Se parliamo di licenza, non mi sembra che Flash sia Open Source.

    Per quanto riguarda i formati video utilizzati, fino a qualche mese fa Flash utilizzava solo codec proprietari (prima quello di Sorenson e poi quello di On2) e solo recentemente ha introdotto il supporto per lo standard H.264. E questo proprio a causa di Silverlight che è nato con il supporto per VC-1 (http://en.wikipedia.org/wiki/VC-1). Fino a qualche mese fa, per fare streaming di video in flash, Macromedia e Adobe si facevano pagare decine di migliaia di euro. Da quando c'è Silverlight il prezzo delle licenze per lo streaming server si è ridotto al 10%.

    La compatibilità  Linux (che ora manca a Silverlight) sarà  presto assicurata grazie al progetto Moonlight (http://www.mono-project.com/Moonlight).

    Insomma, visto che non ci sono tecnologie completamente Open Source, cosi facilmente fruibili per gli utenti come Flash e Silverlight, la scelta era tra queste due. Entrambe hanno i loro pro e i loro contro. E le scelte si fanno valutando attentamente tutte le variabili in gioco.

  9. mimmo dice:

    beh a dire il vero silverlight non è il competitor di flash, ma è il competitor di adobe flex (che a sua volta per essere utilizzato ha bisogno del plugin di adobe). sia flex che silverlight servono a disegnare ria (rich internet app). in questo caso l'hanno utilizzato solo per disegnare la tv, sembrerebbe. ed è vero, anche e me l'unico caso in cui ora mi era servito questo plugin era quando ho visitato il sito di halo 3 (di microsoft, appunto).

    la vera verità  è che ci sono milioni di modi per fare le stesse senza avere questi sbattimenti (l'alternativa a flex e silverlight è disegnare le applicazioni in ajax, che non richiede nessun plugin).

    ma in questo caso non potevano fare partire un bel video in flash in streaming senza sto sbattimento? o addirittura postarlo su youtube e tutti eravamo più contenti? e poi silverlight è proprio una cosa ai massimi livelli (è un prodotto abbastanza neonato)?

  10. mimmo dice:

    at giovanni:

    premetto che per me una buona interpretazione di "web ai massimi livelli" è un web dove tutto sia friendly. chiedere un plugin facendo perdere anche 30 secondi al visitatore per installare un plugin che non gli servirà  probabilmente mai più non è ai massimi livelli, è una perdita di tempo. intesi?

    poi:

    Viste le frasi citate e il tono sarcastico la tesi è forse che Silverlight non è una buona tecnologia? Non è molto obbiettivo, se, come sembra, hai appena scaricato il plugin:

    è che tutti volevamo vedere quel terribile video. la responsabilità  del montaggio e dei contenuti sempre vostra? no…tanto per capirci.

    E' strano, non lo chiami col suo nome, Silverlight, ma "plugin di Microsoft". Il problema è che è una tecnologia di Microsoft? Se il plugin fosse stato di Apple lo avresti scaricato senza problemi (magari, anche a pagamento) e lo avresti giudicato per quello che è?:

    il plugin di adobe lo hanno già  tutti! perchè è il più comune. e se sai che che una cosa è comune la usi perchè faciliti l'uso del sito senza andare a chiedere installazioni ai tuoi visitatori. capisci?

    Cerchiamo di essere obbiettivi. dal punto di vista tecnologico Silverlight non ha nulla da invidiare a Flash, anche se sono molto diversi (sfido qualsiasi sviluppatore a studiarsi un po' di Silverlight e a contraddirmi su questo punto). Se parliamo di licenza, non mi sembra che Flash sia Open Source:

    non sono uno sviluppatore quindi ti do ragione a prescindere. ma flash è-più-po-po-la-re!

    Da quando c'è Silverlight il prezzo delle licenze per lo streaming server si è ridotto al 10%. :

    dai…non ci sbattere con i prezzi delle licenze o con le cose ipertecnologiche di codec ecc ecc. ma non lo capire che ai massimi livelli avreste fatto più figura a postarlo in qualità  pessima su youtube?

    Insomma, visto che non ci sono tecnologie completamente Open Source, cosi facilmente fruibili per gli utenti come Flash e Silverlight, la scelta era tra queste due. Entrambe hanno i loro pro e i loro contro. E le scelte si fanno valutando attentamente tutte le variabili in gioco:

    NO! NO! NO! non è che adesso tu ti metti a ottimizzare i tuoi siti solo per safari e firefox perchè sono migliori? o uno è opesource? giusto? ottimizzi prima per ie perchè è il più popolare? ok? dovevate fare la stessa cosa per questa accipicchia di tv. anzi, ribadisco, dovevate usare youtube.

    web ai massimi livelli: chiù pilo pi tutti

  11. Giovanni dice:

    at Mimmo

    1. Come fai una diretta Web con Youtube?

    2. Silverlight 1.0 (il plugin che dovete scaricare) è molto più standard di Flash, perché utilizza javascript, lo stesso javascript che si trova nel browser. L'ambiente RIA di cui parli è Silverlight 2.0 ancora in fase di sviluppo da parte di MS

    3. L'utilizzo di Silverlight è limitato alla visualizzazione del video. Tutto il resto, gestione palinsento in primis, è solo DOM Scripting (standard)

  12. massimo mantellini dice:

    Ciao Giovanni,

    io non discuto le ragioni tecnologiche per cui silverlight debba essere buono ottimo o pessimo. Non ne avrei tra l'altro nessuna competenza. E non ho alcuna remora a parlare di Microsoft, figurati. Dico solo che se arrivo sul sito web del PD e trovo un plug in da scaricare che non ho mai incontrato da nessuna altra parte (e meno male che c'e' la versione per mac visto che per linux come dici tu non c'e' ancora e la cosa mi pare molto molto grave). Per esempio per dirtene un'altra il dmg del plug in in questione sul mio mac funziona su firefox ma non su safari e non ha modo di essere espluso dopo l'installazione, sono solo un paio delle decine di complicazioni possibili fra quelle che simili scelte portano agli utenti) Io semplicemente credo che si siano fatte scelte sbagliate in termini di rapporti con gli utilizzatori che ovunque nel "web ai massimi livelli" navigano dentro siti pronti all'uso.

    il (minimo) sarcasmo delpost non e' legato quindi alla tecnologia quanto piuttosto a scelte che a me paiono assai discutibili.

    saluti

  13. giancarlo dice:

    @Mantellini – ho una curiosistà : Davvero non hai nessun plugin installato sui tuoi browser?

  14. Giovanni dice:

    Massimo,

    ovviamente essendo solo lo sviluppatore posso rispondere delle questioni tecnologiche e non di altro. Se rimaniamo in quest'ambito la scelta di Silverlight ha senso per diverse ragioni (quelle che ho elencato ma anche altre). La mia opinione strettamente personale su tutto il resto è che è vero che l'utente medio si aspetta un sito pronto all'uso, ma è vero anche che le nuove tecnologie hanno bisogno di tempo per diffondersi e che qualcuno deve pur cominiciare ad usarle. Qualche anno fa dovevamo fare il download del plugin flash perché non lo trovavamo preinstallato sulle nostre macchine. Non mi sembra che nessuno all'epoca si facesse problemi. Anzi era assolutamente necessario scaricarsi il "plugin di Macromedia", vista che ogni sito aveva la sua immancabile intro in flash. Probabilmente la diffusione di siti che utilizzavano flash era dovuta a una mancanza tecnologica dei browser. Cosa è cambiato nel frattempo? Il supporto di javascript nei browser è migliorato e quello che prima era fatto in flash ora si fa con javascript. Cosa non è mai cambiato? Il supporto dei browser al multimedia. Per quello c'è bisogno sempre di un plugin perché nessun browser nativamente può riprodurre contenuti multimediali. A questo punto ritorniamo alla questione tecnologica e la scelta di quale tecnologia usare dipende da numerosi fattori, anche a costo di problemi come l'installazione di un plugin. Tra qualche mese Silverlight sarà  probabilmente installato sulla quasi totalità  dei PC e nessuno si porrà  più il problema (anzi forse qualcuno si ricorderà  che noi siamo stati i primi).

    Detto questo, la soluzione non è l'utilizzo di una tecnologia piuttosto che un'altra ma della possibilità  per l'utente di scegliere quella più comoda per lui. E questa è anche la direzione verso cui ci stiamo muovendo.

    Il discorso ora va un po' per la tangente.

    Secondo me se c'è una cosa che sicuramente è cambiata in questi anni su Internet è la sua dimensione tecnologica (nel senso che si è persa questa dimensione). La facilità  d'uso degli strumenti, la cosidetta USABILITA', è stata messa prima di ogni altra cosa. Forse si dovrebbe cominciare a parlare di UTILITA' degli strumenti. E "l'utilità " dipende in gran parte da questioni tecnologiche. Che senso ha costruire strumenti che siano facili da usare se poi non servono a nulla? Se non posso fare una diretta web con Youtube (come quella di oggi di Veltroni da Spello in Umbria) perché dovrei utilizzarlo?

  15. spider dice:

    Scusate, sostenitori di YouTube, avete mai provato a visualizzare un filmato YouTube senza avere installato il plugin di Flash? No, perché a sentir voi sembra che il player di YouTube nasca nell'aria. E' Flash, e senza Flash YouTube è solo un bell'elenco di link.

  16. Antonio Rossi dice:

    "ma è vero anche che le nuove tecnologie hanno bisogno di tempo per diffondersi e che qualcuno deve pur cominiciare ad usarle"

    E bisogna iniziare da un sito di un partito che teoricamente dovrebbe rivolgersi a TUTTI? (specie in periodo di elezioni e con questa legge elettorale dove ogni voto è benvenuto) Io intanto uso Linux e non l'ho potuto vedere.

    Ci fosse Moonlight 1.0 disponibile avrebbe un senso, così no. Gli utenti Linux esistono, non stanno su marte.

    Poi perché youtube? Per lo streaming esistono ustream.tv, stickam e sono servizi gratuiti.

    "Tra qualche mese Silverlight sarà  probabilmente installato sulla quasi totalità  dei PC e nessuno si porrà  più il problema (anzi forse qualcuno si ricorderà  che noi siamo stati i primi)"

    Sì, bravo, così quando le elezioni saranno finite il 100% degli utenti lo potrà  vedere: CLAP CLAP CLAP

  17. paolo dice:

    …senza contare che il sito è scritto in .NET (o meglio, le pagine sono .aspx). Discorso a parte quello dell'accessibilità  (anche minima), che forse un "democratico" dovrebbe tenere in considerazione (Uolter ha parlato dei bambini disabili, mi pare, stamattina).

  18. Mauro dice:

    Il mio firewall dice che l'installer del plugin silverlight "is trying to connect to crl.microsoft.com", che bisogno ha di farlo? Lo fa anche il plugin flash ?

    Nel dubbio preferisco non guardare DemocraticaTV.

    Adieu

  19. ArgiaSbolenfi dice:

    Il post andava intitolato: Tafazzi colpisce ancora

  20. spider dice:

    CRL: Certification Request List, così a naso serve a verificare che i contenuti che sta tentando di eseguire siano autenticati. Ma quanto sarete malfidati (nell'ignoranza)?

  21. spider dice:

    Err, R sta per "Revocation".