Io sulla certificazione di trasparenza delle Liste Civiche pensata da Beppe Grillo e presentata nei giorni scorsi c’e’ una cosa che non ho davvero capito (a parte le solite opacita’ di gestione che riguardano questa iniziativa cosi’ come il sito di Grillo stesso, per esempio una difficile comprensione di chi gestisca cosa, come se Grillo facesse tutto in prima persona). Ma se io presento una lista civica ispirata ai principi filosofici di Teodoro Buontempo, oppure una che teorizza l’odio etnico nei confronti dei Lucani o che propone la sottomissione della donna sul territorio comunale ispirandosi al “Bottana Industriale” di Giancarlo Giannini, Grillo che fa, una volta che io ho assolto alle pratiche burocratiche richieste? Mi concede il suo bollino lo stesso? No, perche’ nel caso, tanto di cappello.

27 commenti a “DUBBI RINASCIMENTALI”

  1. sergio dice:

    ecco..lo sapevo..l'odio etnico contro i lucani… :(.

  2. Alessandro Longo dice:

    già , non c'è un programma, non si parla di chi gestisce…Grillo insospettisce sempre più

  3. rectoscopy dice:

    La certificazione di Grillo è come la certificazione di qualità : si possono realizzare salvagenti di cemento, purchè siano tutti ugualmente prodotti

  4. Lunar dice:

    operazione furba. Ha trovato il sistema per non sporcarsi le mani ma continuando a riempire i palasport. Facile: ti metto il bollino e te lo tolgo se fai il "monello". Semplice no? Comunque vada lui è sempre estraneo, immacolato. Dico, la Lega Nord non ha insegnato nulla a questo paese?

  5. frengo dice:

    A me non pare così complicato da capire, se lo si vuole. Il bollino riguarda solo alcune caratteristiche e non altre per precisa scelta: emergenza legalità  e trasparenza(siamo molto sotto il livello di guardia). Per il resto ognuno proporrà  quello che gli pare. Probabilmente ci saranno problematiche di etica nelle proposte delle singole liste. Credo comunque che la tutela più grande, per me, sia di lottare per avere maggiore libertà  di informazione(ed opinione) e per la più ampia trasparenza (quello che non c'è ora). L'uomo del monte ci mette il bollino perchè conosce (o dovrebbe conoscere) le caratteristiche della frutta che vende, poi magari quella specifica frutta non piace nemmeno a lui. Se ti và  bene compri, altrimenti vai da una altro fruttivendolo o compri la carne o pianti un albero e qui e meglio che mi fermo.

    Alcuni punti la rendono la proposta praticamente inattuabile per governare (come l'ultimo del punto 2) ma per ora può andare; la possibilità  che peggiori le cose è a dir poco remotissima, se le migliora, anche di poco tanto di cappello.

    Per l'opacità  di gestione sono d'accordo, riferita soprattutto alla miriade di iniziative intrapresa sembra quasi da solo. Nonostante tutto al momento lo trovo 1.000.000.000 di volte meno opaca di quasi qualunque centro di potere e decisione in italia, pubblico e non.

  6. bingo dice:

    per l'opacità  di gestione in parte è effettivamente oscura, in parte la risposta è in quel grosso bottone a destra sul suo blog: Meetup.

    la raccolta di 350mile firme non l'ha fatta lui in persona e non è stata nemmeno organizzata dai massoni.

  7. Francesco d'Elia dice:

    La proposta di Grillo mi sembra decisamente infantile per una serie di motivi..

    Per prima cosa bisognerebbe, come si fa in altre sedi, specificare che si deve parlare solo di condanne riportate per REATI NON COLPOSI.. Escludere una persona che è stata penalmente condannata per lesioni colpose in seguito alla caduta di un vaso da fiori mi sembra talebano..

    Che comunque non vedo il valore nè intrinseco nè aggiunto nell'essere "certificati" da Beppe Grillo che mi sembra persona assolutamente inadatta per certificare alcunchè dal momento che i requisiti sono risibili e si basano su documentazioni pubbliche quali certificati penali o tessere di partito..

    L'operazione è comunque molto commerciale, magari la presentazione delle varie liste avverrà  in concomitanza con gli spettacoli di Beppe Grillo col risultato di riempire i teatri..

    Pur apprezzando sostanzialmente i sassi nello stagno che Grillo continuamente tira, non sono assolutamente entusiasta di questo progetto perchè non ne vedo l'utilità  sostanziale e perchè francamente non capisco nemmeno dove si vada a parare..

  8. Zlatan dice:

    Come al solito Mantellini rema contro. Non gli va mai bene una mazza di quel che fa Grillo. A prescindere da quel che farà , per lui non andrà  (a priori) MAI bene.

    In un paese ormai allo sbando Grillo propone da tempo (guarda i suoi spettacoli cosi capisci) ai cittadini di andare a seguire i consigli comunali, di informarsi, di riprendere in mano i propri comuni. E dice: "se fate una lista civica in cui ci sono dei requisiti minimi di etica, io vi posso dare ciò che serve a qualsiasi lista: la visibilità . Il programma poi lo decidete voi".

    Ora possiamo continuare a concentrarci con forza per trovare tutto quello di oscuro e soprattutto di malvagio che lo muove. Oppure possiamo scrivere una email ai rappresentanti del Meetup della nostra città  per capire che razza di massoni sono. Magari scopriremmo invece che ci sono persone in gamba che hanno a cuore il bene comune E CHE ALZANO IL CULO DALLA SEDIA PER IL BENE DELLA PROPRIA CITTA' e non dei cialtroni come Mantellini pensa.

    Ps: gli spettacoli di Grillo da anni e anni sono sempre stati sold-out ovunque. Lo erano prima del blog e lo saranno dopo. Cercatene un'altra.

  9. Nicola dice:

    Lei Mr. Mantellini ha mai fatto qualcosa per il bene di Forlì?

    Se la risposta è sì, allora magari potrebbe dirci in concreto cosa, e magari è meglio, nel suo piccolo, di ciò che fa grillo; ce la dica, chissà  che ognuno nel suo piccolo non sappia tirar fuori la goccia.

    Se la risposta è no, allora lei ha semplicemente perso tante occasioni per tacere.

    Arrivederci.

  10. nuwanda dice:

    in un Paese che non ha praticamente nessun valore condiviso da tutti (cioè che non è un Paese), le proposte di Grillo (V-day numero 1 e questa delle liste civiche) cercano di far capire che il PRIMO valore condiviso non può che essere la legalità  delle istituzioni. Chi le rappresenta non deve avere una fedina penale sporca.

    Ricordo infine "che una persona che è stata penalmente condannata per lesioni colpose in seguito alla caduta di un vaso da fiori" ricordo che questa persona per la legge non può fare consigliere comunale o il bidello e pare strano che possa fare il parlamentare o il ministro.

  11. nuwanda dice:

    scusate la ripetizione.

  12. .mau. dice:

    I grillini sono sempre presenti quando (non) serve.

  13. raxi dice:

    comunque sia, santa polenta, con un paese che va a rotoli

    critichiamo pure anche il buon grillo

    ma riconosciamo prima di tutto la qualità  dello sforzo

    la continuità  dell'impegno la coerenza del percorso

    e tutti i meriti di questo genovese a suo modo rivoluzionario

  14. Mondo dice:

    Diciamo che i Grillini dovrebero imparare ad argomentare meglio e non a ripetere quello che dice Grillo, ma non tutti son così, effettivamente il commento #6 di Bingo ha un suo senso.

    Sull'argomento del post: in effeti forse Grillo avrebbe dovuto aggiungere qualche limitazione sul piano della tolleranza e della discriminazione, poi è vero che alla fine lui da loro solo visibilità , però dare visibilità  ad un ipotetico gruppo neonazista non mi pare una buona idea… Soprattutto perchè il bollino sembra un po' "generico", non è "il bollino della legalità " o cose simili, ma "il bollino di Grillo".

    E' vero anche che (forse) un gruppo neonazista neppure lo vorrebbe il bollino di Grillo, ma non ne sarei così sicuro.

  15. Lunar dice:

    A Grillo e ai grillni:

    denunciate tutto il marciume che c'è in questo paese, ve ne saremo tutti grati, ma per cortesia risparmiateci l'ennesimo partitino, listino, bollino.

  16. Zlatan dice:

    1. I "grillini" non esistono. Se io sono d'accordo con le idee di Grillo non vuol dire che mi si deve appioppare un etichetta subito. E' come se dicessimo che chi è d'accordo con Mantellini è un mantelliniano. Io ho le mie idee che spesso, ma non sempre, sono vicine a quelle di Grillo. Ma grillino non vuol dire proprio nulla. Iniziamo a non fare come i giornali che devono categorizzare tutto. (come .mau. : tu sei grillino perciò la tua opinione non mi interessa)

    2. I meetup, come Grillo, denunciano le cose. E poi?

    Poi la gente se ne frega. Perchè se non sente dal Tg5 che l'inceneritore gli fa male non ci crede. La denuncia la possono fare tutti, noi vorremmo cercare di fare qualcosa di più. E se qualche gruppo vuole scendere in direttamente in politica che lo faccia! Saranno loro ad assumersi le proprie responsabilità .

    E' incredibile. Siete qua a fare le pulci ad un uomo di 60 anni che cerca (a modo suo) di far migliorare il paese, quando abbiamo a che fare con disonestà , corruzzione, clientarismo ovunque.

    Ma come fate a stare li al pc e limitarvi a parlare senza fare nulla concretamente, senza indignarvi!

    Stare al Pc non basta. Questo paese non vuole cambiare e se non facciamo nulla di concreto non cambierà  mai!

    Domani Berlusconi poi arriverà  Veltroni, poi la Brambilla e via cosi. Tra 15 anni tutto sarà  uguale a oggi.

    Grillo non vi piace? ok, va benissimo. Ma non state fermi a sparare sentenze e basta. E' troppo facile criticare gli altri dalla poltrona. Fate qualcosa di concreto.

  17. .mau. dice:

    @Zlatan: a dire il vero mi pareva che fosse proprio beppegrillo™ a voler mettere i bollini. Devo essermelo sognato.

  18. Davide dice:

    Ma chi è daccordo con Mantellini è un mantellino?

  19. frap1964 dice:

    Le liste di Grillo offriranno le minime garanzie richieste dai requisiti che sono chiaramente espressi sul blog. Mantellini perchè non ci spieghi invece quali garanzie minime offrono le altre e/o come penseresti di organizzare tu la cosa?

    Perchè, ti piaccia o no, se per assurdo un movimento che teorizzasse qualche idea strampalata trovasse il consenso, avrebbe diritto di essere: la democrazia è libertà  di esprimere le proprie idee, quali che siano.

    Ti sei mai chiesto come mai esista, ad esempio, la Lega (le cui idee, sia chiaro, non condivido)? Suggerisco di ripassare un pochettino di Voltaire: "disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo."

  20. leo dice:

    Ma ripassatelo tu, Voltaire, visto che quella benedetta frase non l'ha mai scritta.

    E Voltaire di qua, e Neruda di là … e se cominciassimo a citare solo i libri che abbiamo letto davvero?

  21. frap1964 dice:

    "I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it."

    Questo aforisma viene solitamente attribuito a Voltaire; sembra tuttavia che queste parole siano state usate per la prima volta da Evelyn Beatrice Hall, una scrittrice che si nascose sotto lo pseudonimo di Stephen G. Tallentyre nel libro "The Friends of Voltaire (Gli amici di Voltaire)", una biografia del filosofo che risale al 1906.

    Contento sapientone?

  22. Mondo dice:

    @Zlatan (#16):

    1 – i grillini esistono in quanto io uso quella parola per denotare una certa categoria di persone: quelli che vanno dietro a Grillo argomentando con le sue parole e uscendo dal discorso concreto di un qualunque post in cui commentano, portando argomenti come "fate le pulci a lui e non agli altri" o "ditemi cosa fate voi di concreto", che personalmente trovo infantili, invece di ribattere coerentemente sull'argomento della vicenda.

    Lo stesso fatto che io definisca (e altri come me a quanto vedo) "grillini" queste persone li fa esistere, puoi non essere d'accordo con la mia definizione, ma non puoi impedirmi di categorizzare un gruppo di persone (sfumato quanto vuoi, sono d'accordo che a livello individuale uno non è "grillino" o "non grillino") visto che non lo faccio per discriminazione (non giudico a priori, essendo la mia definizione evidentemente a posteriori, dopo aver letto ciò che dicono).

    2 – Saranno loro ad assumersi le responsabilità … e Grillo si prenderà  le sue per gruppi discutibili? E' questo il nodo della questione.

    Come facciamo a star qui al pc? Esattamente come stai facendo tu. E dato che non conosci quello che io faccio oltre a stare al pc non giudicarmi prima di conoscermi, grazie ;-)

    @frap1964: ok, facciamo che c'è una lista fortemente a favore dei termovalorizzatori. Che fa Grillo?

    (e poi il "sapientone" penso che sì, sarà  contento, visto che gli hai dato ragione)

  23. frap1964 dice:

    @Mondo

    Scusa, ma perchè lo chiedi a me e non al diretto interessato?

    "Il blog http://www.beppegrillo.it può revocare la certificazione di un singolo candidato o dell’intera lista e quindi rimuoverne le informazioni dal sito nel caso in cui non sussistessero più le suddette condizioni"

    E non mi pare che tra le condizioni indicate ci sia quella di condividere in tutto o in parte le idee di Beppe Grillo o mi sbaglio? E' invece previsto che:

    "All’atto della propria candidatura, la lista provvederà  a pubblicare in Rete, in un apposito ed adeguato spazio web, l’elenco dei componenti ed il loro curriculum vitae, con il proprio programma di governo ed istituirà  contemporaneamente un blog aperto a tutti i cittadini che consenta il libero scambio di opinioni e critiche con i componenti della lista civica".

    A me sembra abbastanza chiaro, ma siccome io non sono il segretario di Grillo e nemmeno partecipo ad alcuno dei suoi meetup, sei hai comunque dei dubbi ti consiglio di scrivere direttamente a lui.

    Quello che infastidisce qui è la presa di posizione "a priori".

    Ma prima informarsi compiutamente e nel dettaglio e poi semmai scrivere un post di critica anche veemente se del caso, no eh?

  24. zerobyte dice:

    Il problema di "Tutti contro Grillo", e' da ritrovare nella fama che ha ormai il comico ed il suo blog.

    Tutti odiano questi governi e coloro che li rappresentano dinanzi al mondo intero, ma invece di cercare di cambiare le persone, l'unica cosa che sanno fare e' CRITICARE.

    Cosi "Mondo", cosi "Mantellini" e cosi il resto dei blogger che seguono il credo : " Ma come fa Grillo a ….? " invece di : " Magari posso essere d'aiuto anche io a cambiare questo schifo di paese? "

    Insomma…

    @Mondo : Trovi infantile che qualcuno ribatta con un "e tu che fai?", ma tra uno che PROVA a far qualcosa e uno che GIUDICA ogni cosa che viene fatta, preferisco la prima persona, in quanto "Almeno lei", tenta di cambiare il paese.

    Te invece mi sai tanto di vecchietto del paese che leggendo il giornale su una panchina verso le 12 sospira con un " si stava meglio quando si stava peggio… "

  25. Simone Cosimi dice:

    Direi di si.

  26. Le Mantellate dice:

    Le Mantellate.

    Le Mantellate so’ delle suore

    A Roma so’ sortanto celle scure

    ‘na campana sona a tutte l’ore

    Ma Cristo nun ce sta drent’a ‘ste mura

    Ma che parlate a fa’

    Ma che parlate a fa’

    Qui drento ce sta solo infamità .

    Carcere femminile c’hanno scritto

    Sulla facciata de ‘n convento vecchio

    Sacco de paja ar posto de ‘sto letto

    Mezza pagnotta e l’acqua drento ar secchio.

    Le Mantellate so’ delle suore

    A Roma so’ sortanto celle scure

    ‘na campana sona a tutte l’ore

    Ma Cristo nun ce sta drent’a ‘ste mura

    Ma che parlate a fa’

    Ma che parlate a fa’

    Qui drento ce sta solo infamità .

    “Nell’amor’abbi fede” c’hanno detto

    Domenica mattina alla funzione

    Tre mesi che me svejo e che t’aspetto

    Cent’anni che s’è chiuso ‘sto portone.

    Le Mantellate so’ delle suore

    A Roma so’ sortanto celle scure

    ‘na campana sona a tutte l’ore

    Ma Cristo nun ce sta drent’a ‘ste mura

    Ma che parlate a fa’

    Ma che parlate a fa’

    Qui drento ce sta solo infamità .

  27. Mondo dice:

    @frap1964: non scaldiamo gli animi inutilmente, non avevo alcuna intenzione di "attaccare" alcuno :-)

    Quello che hai citato l'avevo letto anche io, la domanda finale non era certo rivolta a te, ma era un tentativo di chiarire (per quello che ho inteso io) cosa voleva significare Mantellini con il suo post, visto che qualcuno era uscito un po' fuori strada.

    E poi mi spiace ma qui quello che giudica "a priori" non sono io: io non ho mai espresso qui una critica nei confonti di Grillo (se volete sapere il mio parere ve lo dico, ma non fa parte dell'argomento ;-) ) quanto piuttosto ad alcuni comportamenti di molti che gli vanno dietro. Che Grillo qualcosa faccia son pur d'accordo, l'8 settembre ho firmato anche io, ad esempio.

    @zerobyte

    Cosa ne sai tu che l'unica cosa che so fare è criticare? Mi conosci forse? :-)

    Comunque non sono un blogger.

    Trovo infantile che si risponda "e tu che fai" perchè non c'entra con l'argomento: se si parla di "cosa farebbe Grillo se…" ha senso rispondere come frap1964 "chiedilo a lui", ma non "cosa fai tu", non è un buon argomento valido. E' fare come Mastella o Berlusconi che dicono "però anche gli altri".

    Ricomunque ho 20 anni, gestisco un (web)giornale socio-politico, alle 12 son quasi sempre in università , mi siedo raramente sulle panchine e odio le frasi fatte e i luoghi comuni, quindi l'identikit non corrisponde ;-)