Leggo su VisionPost questa intervista a Maurizio Decina.

Quale sarà  a proposito di oggetti il paradigma del 2008?

Il 2008 sarà  l’anno del paradigma dell’iPhone, dal punto di vista dell’interfaccia uomo-macchina. La nuova usabilità  introdotta da Apple con questo oggetto rivoluzionario farà  sì che si diffonderanno sul mercato una serie di apparecchi concorrenti dell’iPhone. Nel mondo dei gadget si è aperta una nuova era dove non c’è più posto per il tasto push e si diffonde piuttosto la touch generation.

Evidentemente Decina non ha mai provato a scrivere un SMS su un iPhone.

(via Visionpost)

14 commenti a “TOUCH GENERATION”

  1. Luigi dice:

    Beh Massimo, devo dire che io ho provato (e ti assicuro che ho le dita grandi) e non ho avuto alcun problema. Non so se Decina ha ragione o meno, ma devo dire che ho trovato la scrittura su iPhone (forse conosco bene la tastiera QWERTY) molto intuitiva e veloce. :)

    Complimenti per il blog, anche se leggo solo e non te lo dico mai. ;)

  2. Riccardo Campaci dice:

    Possiedo un iPhone e scrivo innumerevoli SMS tutti i giorni senza problema alcuno.

    L'unico problema deriva dal volerlo fare con una sola mano; ma con due mani no problem.

  3. massimo mantellini dice:

    ah io invece la tastiera virtuale dell'iphone la trovo insopportabile…

  4. Francesco d'Elia dice:

    Un approccio sensuale, da palpeggiatori 2.0..

  5. Bisax dice:

    Io non ho l'iPhone (solo perché ho deciso di attendere che esce ufficialmente in Italia), ma ho un iPod touch con cui scrivo email, note e, alle volte, brevi post sul mio blog e commenti su vari blog.

    Basta non avere la pretesa di scrivere e reggere l'iPod con la stessa mano e la tastiera è tutt'altro che scomoda.

  6. david dice:

    Ho una domanda forse stupida: tutti parlano dell'usabilità  del touch screen, ma nessuno parla mai delle ditate. La prima cosa a cui ho pensato quando ho visto l'iPhone è stata "ma questo si sporca subito". Se per ogni cosa devo toccare lo schermo, alla fine mi diventa pieno di impronte digitali e ditate. Mi sbaglio?

  7. Stefano Vitta dice:

    Io scrivo senza errori con la tastiera dell'iphone.

    Rispondendo ad un messaggio che mi aveva alterato ho scoperto che premendo con decisione e rapidamente le lettere il tasso di errore cala drasticamente ;)

  8. Folletto Malefico dice:

    Pensando che io ODIO il sistema di scrittura sui cellulari (a volte disattivo il T9 per l'esasperazione) qualunque implementazione di full keyboard la preferisco. Anche se priva di feedback come una touch. :P

  9. Davide Tarasconi dice:

    io ho provato per la prima volta la tastiera virtuale dell'iPod Touch proprio la scorsa settimana e confermo: se la si utilizza con una mano si rimane parecchio dubbiosi ma con due mani si raggiunge, con un pò di pratica, una resa molto migliore…è anche vero che non ho provato a scrivere un canto dantesco…

  10. Alessandro Lanni dice:

    Il tasto push? No, perché il mio ne ha solo di pull…

  11. Annarella dice:

    non ho l'iphone ma l'ipod touch. Non lo trovo cosi' infernale anzi e' meglio che scrivere con la tastiera del cell e dover addestrare il T9.

    Terribili sono invece le ditate :(

  12. Bisax dice:

    L'unico vero problema in effetti è quello delle ditate.

    Esistono sul mercato delle custodie con la parte frontale in silicone, trasparente, che non toglie (dicono) funzionalità  al touch screen e dovrebbe risolvere il problema. Ma finora le ho cercate invano.

    Io mi porto sempre dietro lo straccetto in dotazione per la pulizia dello schermo, dentro al calzino insieme all'iPod, e lo uso spesso.

  13. Davide Tarasconi dice:

    le ditate non sono un problema.

    l'iPod Touch che ho provato io era provvisto di custodia trasparente totalmente non intrusiva che proteggeva il giocattolo dall'ovvio scempio delle ditate…

  14. mr oz dice:

    Anche io sono pro tastiera dell'iPhone. Impossibile per me tornare a una tastiera non-qwerty, ma anche una qwerty con tasti fisici mi irrita non poco.

    La mancanza del feedback la si dimentica dopo dieci minuti.

    I tasti fisici sono "tired", il touchscreen è "wired"!

    Riguardo alla pulizia, il problema "igienico" è lo stesso di un telefono normale, mica si sporca di più, solo che lo sporco si vede di più, questo sì. Io lo strofino energicamente sui gìns. Fatto. Righe sullo schermo? Zero. Ed essendo occhialuto ho sempre con me una simpatica pezza di pelle di patonza di daino per le macchie impossibili.

    PS: oggi ho installato LocateMe che visualizza la mia posizione su Google Maps grazie alle cellule, il gps senza il gps (con approssimazione di circa 50 metri).