Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

I più pessimisti dicono che ormai è inutile e che non c’è molto da fare. Siamo un paese vecchio e stanco e così rimarremo. Io, per anticipare un mio punto di vista presenile, sono con loro. A dispetto delle statistiche che con frequenza ormai settimanale ci avvisano, ad ondate alterne, che siamo un paese immobile ed in frenetico cambiamento, qui pacificamente si inizia a non credere più a nessuno. Capita, quando ci si era ormai decisi per una posizione e un istante dopo qualcuno, impunemente, ce ne propone una diametralmente opposta. (continua)

6 commenti a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Zack dice:

    Italia – Oramai siamo alla nausea: le oligarchie di potere l'ignoranza e la strafottenza dei potenti hanno causato danni incommensurabili. C'è solo da rabbrividire pensando che su errori ed inettitudini non paga nessuno, anzi, rimangono tutti saldamente ancorati alle loro poltrone di potere. Come riuscire a porre rimendio senza essere etichiettato come estremista rivoluzionario??

    Scusate lo sfogo.

  2. gmb3 dice:

    La cosa triste e' vedere come la tecnologia (che all'estero e' un motore portante dell'economia) venga ancora trattata dai media italiani come semplice Gossip, confondendo ad esempio videofonini, MMS e digitale terrestre con un vero sistema integrato delle telecomunicazioni, che potrebbe avere come fulcro il web.

  3. Mammifero Bipede dice:

    L'incompetenza regna sovrana, siamo una demeritocrazia…

  4. Raffaele dice:

    Una riflessione semplice semplice:

    Ma ci sarà  attinenza tra l'età  media della nostra classe dirigente e politica e l'assoluta ignoranza e conseguente disinteresse per le nuove tecnologìe e comunque, dell'immobilismo a 360 gradi che attanaglia questo nostro Paese?

    Mah?!?!?!

    Cordialissimi saluti!

    Raffaele

  5. LockOne dice:

    ci sono momenti nei quali sento di volerti profondamente bene. questo e' uno di quelli.

  6. Zak Pistarcos dice:

    Siamo un Paese vecchio perchè certi signori bloccano tutte le idee e le innovazioni proposte da chi si rimbocca le maniche per cambiarlo, questo "vecchio e stanco Paese".

    Mantellini poi, all'interno del post, reputa infondata l'idea che internet, in Italia, andrà  presto a superare la Tv.

    Viste le polemiche (infondate) contro Grillo fatte da "alcuni" di recente, e visto che proprio Grillo sostiene che Internet presto supererà  la Tv, mi pare chiaro dove il Mantellino-Pensiero voglia andare a parare.

    Con buona pace per chi il paese lo vuol cambiare DAVVERO.