18
Gen
Federico Cella segnala che da oggi silenziosamente il portale turistico italiano e’ chiuso. Il sito in effetti al momento non e’ piu’ raggiungibile.

(via vita digitale)

16 commenti a “ITALIA.FU”

  1. red-made dice:

    magari dico una fesseria, ma una volta fatto, una volta spesi i 45 famosi milioni, piuttosto che chiuderlo, non conveniva tenerlo? Sperano che chiudendolo ci si scorderà  di come spariscono i soldi dalle casse dello stato?

    Magari parleranno di allucinazione collettiva? qualcosa tipo:italia.it non è mai esistito!

    red

  2. EmmeBi dice:

    Pliz, pliz … la presentazione di Rutelli era una nenia disperata fin dalla nascita.

  3. Xarface dice:

    Un Whois:

    Name: Antonio De Venere

    ContactID: ADV302-ITNIC

    Address: Presidenza del Consiglio dei Ministri

    Via Po, 14 (palazzina tergale)

    Roma

    00198

    RM

    IT

    notare "palazzina tergale"

    a fare i loffi, ci sarebbe "tergale" di chi…

  4. Paolo dice:

    qualche gentile magistrato vuole indagare su questo SPRECO e mettere in gabbia i responsabili???

  5. Bricke dice:

    Male!

    La carta va in un bidone, il celophane in un altro :)

  6. david dice:

    Certo che sono dei poveretti in ogni cosa che fanno. Che senso ha tirarlo giù e basta. Almeno metterci un redirect

  7. Dario Salvelli dice:

    Se scade il dominio lo acquisto (3 giugno),giuro. Comunque c'è già  una commissione che indaga (e si spera non trovino il solito capo espiatorio): credo però sia l'occasione per riprendere in mano R-Italia.

  8. frap1964 dice:

    Progetto fallito per sottostima dei costi e nessuno spreco.

    Queste le conclusioni dal rapporto della Commissione d'indagine del ministro Nicolais.

    Che ha spento quindi zitto zitto il portale.

    Il rapporto è stato pubblicato qui un mese fa.

    italia.it: tutto chiaro. Ecco il rapporto della commissione Nicolais.

    http://millionportalbay.wordpress.com/2007/12/13/italiait-tutto-chiaro-ecco-il-rapporto-della-commissione-nicolais/

  9. .mau. dice:

    ma come? nessuno fa una campagna tra i bloggher perché italia.it venga gestito da loro? Ah, che tristezza.

  10. frap1964 dice:

    E' tutta colpa nostra.

    Però mai disperare.

    Son già  pronti a ricominciare… (Agr)

    http://agr.corriere.it/spettacoli_cinema/2008/01/19/74B5B693-23CB-423C-981D-0FE6A01B5FE5.shtml

  11. Lotta di Classe dice:

    A tutti coloro che hanno partecipato all’iniziativa, e in particolare a:

    L’ex Ministro per l’Innovazione Tecnologica Lucio Stanca (l’ideatore).

    La società  pubblica Innovazione Italia, che ha gestito la gara.

    Il consorzio temporaneo di impresa costituito da IBM, ITS e Tiscover che ha vinto la gara.

    L’agenzia pubblicitaria Landor che he realizzato il logo (per la modica cifra di 100mila euro).

    Il Ministro Francesco Rutelli per la presentazione al Bit e il lancio del portale

    Va il nostro più sentito grazie!!!

    Lotta di Classe

  12. Nicola Andrucci dice:

    veramente spesi bene, i soldi per quel sito…

  13. Simone Cosimi dice:

    Questa (piccola) vicenda è un emblema significativo del nostro essere italiani. DI merda.

  14. frap1964 dice:

    Luigi Nicolais, ministro per le Riforme e l'Innovazione nella PA, a metà  ed a fine novembre 2007 in risposta a due interrogazioni parlamentari su italia.it:

    …L’impegno del Governo è, quindi, quello di garantire il mantenimento degli attuali livelli di funzionalità  del portale nel passaggio dalla prima fase di realizzazione al nuovo assetto gestionale.

    http://millionportalbay.wordpress.com/2007/12/05/italiait-risposte-standard/

  15. Fra dice:

    Sbaglio, o in questa storia del sito Italia.it Mastella non c'entra nulla?

    E nemmeno Berlusconi mi sembra. E nemmeno D'Alema.

    Probabile quindi che i nostri eroici GIP, sempre pronti a far tintinanre manette, non perseguiranno nessuno per questo dilapidare denaro pubblico senza scopo alcuno.

    Sbaglio o è più grave questo fatto che non raccomandare due soubrette?

    Sbaglio o è più grave questo fatto che non andare in giro a fare foto compromettenti?

  16. frap1964 dice:

    Fresco fresco dall' ex-redazione di italia.it

    http://italiapuntofu.wordpress.com/