Da quello che leggo in giro la guerra della diretta del keynote di Steve Jobs quest’anno l’ha vinta MacRumors che si e’ inventata una efficace pagina in ajax (anzi due compresa quella delle foto) che non richiedeva reload e che ha funzionato egregiamente per tutto il tempo. Il live-blog di Engadget (che l’anno scorso andava alla grande) e’ stato quasi irraggiungibile per il troppo traffico anche se la vittima sacrificale solita dell’euforia Apple di oggi e’ stata Twitter: c’erano 7000 iscritti per esempio ai twit dell’evento di Macrumors e quasi nessuno ha visto nulla. E’ anche vero che Twitter tende a collassare gia’ per i fatti suoi e quindi non si tratta certo di una novita’ che un po’ di traffico lo mandi nel pallone.

4 commenti a “TWITTER NEL PALLONE”

  1. Regolo dice:

    ok che è grosso, ma se uno come Scoble lo reputa così interessante da comprarlo due ore dopo la presentazione di Jobs… Io dico che a fiducia il beneficio del dubbio se lo merita ;)

  2. vera dice:

    keynote, ajax, reload, live-blog, engadget, "andava alla grande", twitter, twit, "tende a collassare già  per i fatti suoi"

    9 in 9 righe

    a se'… ma come c… parli???!

  3. massimo mantellini dice:

    Eh in effetti Vera non hai tutti i torti…..ah a proposito, c. starebbe per?

  4. Mammifero Bipede dice:

    Scrivi troppo complicato.

    "Collassare", ad esempio, è una roba tipo crashare?