La politica e l’informazione politica in Italia si fa cosi’. Puoi intanto anche non essere un politico di primo piano, se anche non sei Fassino o Maroni, Rutelli o Casini, puoi farcela ugualmente a portare le tue istanze sulla bocca di tutti. Devi solo essere furbo ed inventarti una buona idea di quelle che faccia audience. Se l’idea e’ buona e sufficientemente spettacolare, meglio ovviamente se e’ in grado di scatenare riprovazione e grandi discussioni al bar durante la lettura mattutina del quotidiano, allora sei a posto. Conosci poi un giornalista magari del quotidiano locale che possa venire con un fotografo alla tua piccola rappresentazione? Si? Allora e’ fatta. Qualche giorno fa Mariella Mazzetto, capogruppo leghista al comune di Padova, si e’ svegliata con una delle sue idee meravigliose (ne aveva gia’ avute altre in passato ma con meno fortuna). Si e’ fatta prestare un maiale, lo ha messo al giunzaglio ed assieme a qualche amico (leghista come lei immagino) se ne e’ andata in un campo sperduto della periferia veneta a far pascolare l’animale nel luogo dove il comune intende trasferire la moschea di Padova. Li per li l’idea non pare un gran che, le foto scattate dall’amico giornalista sono terribili, si vedono alcune persone inbacuccate (non pu’ di 6 o 7 almeno un paio delle quali defilate e di spalle come se si vergognassero), il povero maiale ed un campo incolto tipo ragazzi della via gluck. Eppure nonostate tutto la raffinata metafora leghista da’ i suoi frutti. Ieri tutti i media italiani hanno riproposto la notizia dei leghisti che pascolano il maiale nel territorio destinato alla moschea, i politici inseguiti hanno commentato, i cittadini al bar davanti al cappuccino si sono divisi. Lo si potrebbe definire un utilizzo semipersonale dei media e questo in Italia avviene continuamente. Basta avere un po’ di inventiva, un etto di faccia tosta e conoscere almeno un piccolo redattore di provincia. Anche il nipote del vicino di casa va bene. Poi capita che domani perfino la grande politica sia chiamata a schierarsi sul tuo gesto e migliaia di cittadini del paese debbano usare qualche minuto del proprio tempo per commentare la notizia che nel frattempo e’ arriva ovunque, anche sui grandi prestigiosi quotidiani dove non te l’aspetteresti. Le stupidaggini oggi sono l’asse portante di tutta l’informazione (giusto qualche giorno fa tutta la stampa nazionale ha discusso seriamente su una battuta di Diliberto a riguardo del trasferimento della salma di Lenin, come se si trattasse di una proposta concreta) le notizie serie e importanti ed intelligenti, si sono ormai trasformate in necessario ma fastidioso contorno.

(via corriere.it)

15 commenti a “QUANDO TUTTO DIVENTA CRONACA”

  1. fede mello dice:

    < > I MAIALI ANCORA CONTRO LA LEGA NORD

    [ANSA] – Roma – < < Ancora una volta i maiali italiani vengono strumentalizzati dalla politica. Ma ora la misura è colma, se tali provocazioni dovessero ripetersi, organizzeremo una protesta clamorosa>> questa la replica a grugno duro delle AMI (Associazione Maiali Italiani) ai leader leghisti ed alla loro passeggiata suina organizzata a Padova contro la costruzione di una moschea.

    < > così continua in una nota il portavoce dell’AMI, Porkis (nella foto), un Large White di quasi duecento chili residente in un allevamento di Parma. Porkis era già  balzato all’onore delle cronache ai tempi della buotade dell’ex ministro Calderoli (che aveva promesso una sua iniziativa a Bologna). Ora che la Lega è passata dalle parole ai fatti, il maiale torna alla carica: < >. A chi gli fa notare le conseguenze devastanti di un tale sciopero all’approssimarsi del periodo natializio, Porkis risponde: < >.

    Porkis, intanto, contattato dai noi telefonicamente, non appare a disagio per l’improvvisa notorietà , e così risponde alle voci secondo cui – dopo una telefonata di Mastella – stia pensando di buttarsi in politica: < >. Effettivamente una risposta degna di un politico navigato.

  2. .mau. dice:

    mischiare le metafore (i ragazzi di via Pà l con il ragazzo della via Gluck) non è però il massimo…

  3. Sbronzo di Riace dice:

    in parlamento bisognerebbe portare il maiale :-) il suino si troverebbe certamente a suo agio tra i suoi pari

  4. spider dice:

    Non ho capito: qualcuno è riuscito a portare Calderoli al guinzaglio?

  5. Giorgio dice:

    gironzolando per i siti dei giornali stranieri (ché mi va bene e me la sfango un po' sia con il francese, che con l'inglese e il tedesco), l'impressione è che sia un problema principalmente per l'informazione italiana.

  6. M.B. dice:

    Che poi l'idea manco è sua, l'ha rubata a Calderoli (Calderoli).

  7. MaxSdC dice:

    E' che da tempo sui media italiani i porci si mangiano le perle.

  8. Massimo Moruzzi dice:

    Massimo, secondo me un titolo ancora migliore per questo tuo post sarebbe stato: "Quando tutto diventa politica".

    Che in Italia è tutto "politica" (politics, in inglese) e nulla invece è politiche (policies).

    Che in italia da 200 anni si sognano le rivoluzioni e non si fanno mai le riforme.

    Che in Italia, come noto, le Lacoste sono "di sinistra" e le Polo Ralph Lauren "di destra".

    E la stessa cosa vale per gli imbecilli da stadio, in tutto uguali ma di parti "politiche" diverse.

    Perchè qui è tutto politica, non essendoci mercato che in qualche nicchia (quelli che esportano), e non essendoci società  civile tranne che nel volontariato e in poco altro.

  9. Usul dice:

    Sinceramente io non capisco come mai abbiano sentito l'esigenza di portarsi appresso il maiale…

  10. Pier Luigi Tolardo dice:

    1) Si scopre che il maiale veniva dalla Romania e così Calderoli perde la faccia di fronte ai leghisti più puri.

    2) Berlusconi fa eleggere il maiale Senatore superando così Caligola che aveva fatto eleggere solo il suo cavallo.

    3) La Lega Antivivisezionista organizza manifestazioni in tutte le città  contro Calderoli.

    4) Il maiale morde Calderoli stufo di essere portato in giro.

    5) Alcuni maiali vengono cooptati nell'Esecutivo del Partito Democratico da Veltroni.

    6) D'Alema a Porta a Porta fa vedere come si cucinano le salamelle.

    7) L'On.le Santanchè quindi, dopo questa puntata di Vespa, accusa i comunisti di essere sempre gli stessi che si mangiano i maiali.

    8) Panella chiede in diretta, ai microfoni di Radio Radicale, al maiale di prendere la tessera dei Radicali per combattere insieme l'integralismo clericale.

    9) Poi, tutti insieme, i maggiorenti della Casa della Libertà , insieme a Veltroni, e al maiale si recano al battesimo del figlio di Fini.

  11. emanuele dice:

    Nella definizione 'notizie serie, importanti e intelligenti' vedo l'inquietante ombra di una funzione padagogica della stampa. Maestro Mante, mi consenta di dissentire. Tutte le notizie sono importanti, basta darle bene e non nasconderle. Poi il lettore decide con la sua testa.

    Anche la notizia del porcello portato a spasso dai leghisti (o viceversa) è importante. Poi dipende come la scrivi, se è solo una notizia di colore, lo spunto del solito cazzeggio politicante oppure tenti di andare più in là  (è più difficile, ma per questo i giornalisti sono pagati)

  12. Fra dice:

    Hai ragione Emanuele, qualcuno vuole prendersi la responsabilità  di dire quali sono con precisione "le notizie serie e importanti ed intelligenti"? Qualcuno vuole fissare dei criteri universali? Non penso proprio.

    Quindi in mancanza di una autorità  superiore che decida per noi (che spero non esisterà  mai), credo anch'io che tutte le notizie siano notizie "serie e importanti ed intelligenti" in assoluto.

    Poi ognuno deciderà  secondo i suoi liberi criteri, ma dio ci scampi e liberi da codesta pedagogia (e pedanteria) da blog.

  13. massimo mantellini dice:

    beh per i media mainstream (che devono proporr eun filtro generale per tutti) questo del relativismo delle informazioni e' un concetto piuttosto curioso.

  14. emanuele dice:

    hai ragione il filtro c'è (o meglio no, quando si dice 'questa notizia è una cazzata, non è accertata, fa ridere ecc ecc ma bisogna metterla perché ce l'hanno tutti gli altri…) però l'intento pedagogico no, dai ;-)

  15. Bisax dice:

    Se, venendo a sapere di un terreno o di una proprietà  nella quale dovesse sorgere in futuro una sede della Lega Nord, io decidessi di andarci a fare un giro accompagnato da qualche amico extracomunitario, poi i leghisti rinuncerebbero a fare lì la loro nuova sede?

    No perché, messa così, non mi pare poi una brutta idea.