Fra le frasi piu’ intensamente cavalcate in questi anni in rete c’e’ la famosa tesi del Cluetrain Manifesto sui “mercati che sono conversazioni”. L’abbiamo usata tutti credo decine di volte. Ed e’ curioso osservare che nei giorni in cui Facebook presenta la propria nuova piattaforma di advertising, sposando, ovviamente come fanno un po’ tutti da anni, la tesi della nuova conversazione mediata da Internet fra aziende e clienti, Doc Searls uno degli autori del Cluetrain Manifesto, decida di chiudere il proprio profilo su Facebook proprio in relazione alle nuove pensate pubblicitarie proposte da Zuckerberg e soci.

(via Gaspar Torriero)

Un commento a “MERCATI E CONVERSAZIONI”

  1. Carlo dice:

    Ma la storia dei mercati che sono conversazioni è una frescaccia che giusto nel clueless manifesto poteva stare, dai.