01
Nov
Leggo abbastanza attonito da Gilioli quello che L’Espresso pubblichera’ domani a firma Marco Lillo sui denari che lo Stato ha versato al giornale dell’Udeur Il Campanile:


* 40 mila euro versati a Clemente Mastella stesso per collaborazioni giornalistiche.

* 14 mila euro per l’acquisto di torroncini di Benevento spediti dai coniugi Mastella agli amici.

* 12 mila euro versati allo studio di Pellegrino Mastella, figlio di Clemente.

* 98 mila euro per viaggi e trasferte di Sandra Mastella (moglie), Pellegrino Mastella (figlio), Alessia Mastella (nuora) ed Elio Mastella (figlio).

* 1.150 euro per regali acquistati al centro commerciale Cis di Nola da Sandra Mastella.

* 4.000 euro per la benzina del Porsche Cayenne di Pellegrino Mastella.

* 36.000 euro per un contratto con la società  Acros, di cui è socio al 50 per cento Pellegrino Mastella.

E così via: fino all’assunzione come giornalisti al Campanile di Pellegrino e Alessia Mastella, e altro ancora.

Chi vuole leggersi tutta la storia la trova domani su “L’espresso”

(via Piovono Rane)

5 commenti a “WHY NOT?”

  1. Pablo dice:

    e bravo il ceppalonico………

    che schifo la politica italiana….lui alla fine e solo uno dei tanti…mica fa solo e tutto lui….

  2. George Frusciante dice:

    "sono sempre quelli da cui meno te l'aspetti"

  3. nuwanda dice:

    questo post sembra un invito a firmare al prossimo v-day di Beppe Grillo, che è per l'abolizione dei finanziamenti pubblici ai partiti. Per quel che mi riguarda, firmerò.

  4. Anonimo dice:

    >Chi vuole leggersi tutta la storia la trova domani su “L’espresso”

    della serie facciamoci male fino in fondo neh …

  5. lorenzo dice:

    L'enorme polverone su Mastella fa solo parte della guerra di posizione che da una parte cerca di facilitare, dall'altra di fermare lo sgretolamento del centro della maggioranza e il suo scivolamento verso altre rive.

    Chi prima salta il fosso ha i vantaggi maggiori, ma non bisogna dare l'impressione di farlo troppo presto. Chi, sparigliando la situazione condannerà  la sinistra radicale a stare lontana dai posti di governo forse per sempre?

    Dal punto di vista dell'agone politico il polverone su Mastella (che altro non è se non pressione su di lui che è visto da tutti come il punto devole) è molto interessante, ma questi articoli sono cagate mostruose