Un link segnatato da Eio impossibile da non seguire. Glenn Gould che suona le Variazioni Goldberg.

8 commenti a “IL SOCCOMBENTE”

  1. Larry dice:

    Mi è venuta voglia di mangiare il fegato di qualcuno accompagnandolo con un contorno di fave e del buon Chianti. :-)

  2. Andrea Martines dice:

    Tanto sublime il primo libro del Clavicembalo Ben Temperato quanto noiose le Variazioni Goldberg. A meno che non hai tempo di studiarle, ovviamente.

  3. Dario Salvelli dice:

    Ecco, se qualcuno mi inviasse invece che il Nokia N95 un bel piano sarei l'uomo più felice del mondo (ma non credo lo darei indietro).

  4. eio dice:

    certo che Mantellini che cita me ee Bernhard nello stesso post è una soddisfazione ;)

  5. Paolo Gagliardi dice:

    E' l'incontro tra due mostri sacri, del passato e del presente. Anche se concordo con Andrea sul fatto che le variazioni Goldberg dopo i primi 5 minuti diventano noiose. Le ho sempre considerate una gran bella prova con cui cimentarsi.

  6. LockOne dice:

    che poi, diciamo la varita': si tratta di scegliere tra grillo e facci?

  7. Eio dice:

    Io non so suonare il piano, però le variazioni le ho ascoltate innumerevoli volte senza mai annoiarmi. Boh. Sarò malato

  8. leopard suede shoes dice:

    la migliore scelta possibile per l'angolo della musica