Io guardo poco la TV e leggo un po’ di piu’ i giornali. E devo dire di essere rimasto abbastanza schifato in questi giorni dagli articoli approfonditi e ricchi di particolari sulla questione dell’eredita’ Pavarotti. Oggi per esempio Repubblica ha un reportage al riguardo tanto dettagliato quanto francamente squallido. Piu’ che sul maggiore quotidiano italiano sembra di starsene davanti ad una puntata di Beautiful (se esiste ancora). Poco fa leggevo su Brodo che Vespa sta dedicando Porta a Porta al medesimo argomento. Cosi infine tutto torna.

17 commenti a “GIU’ FINO A VESPA”

  1. Carlo dice:

    Se alla gente non fregasse nulla di queste questioni, i giornali non ne scriverebbero e Vespa non ci farebbe le trasmissioni. Il problema è che siamo un popolo di fottuti voyeur (a me, sia chiaro, non me ne frega una mazza del testamento di Pavarotti), i media non fanno altro che venire incontro alla domanda dei decerebrati nostri concittadini.

  2. emanuele dice:

    Sembra incredibile ma il settore dei media in Italia, per quanto industrialmente maturo (ovvero: poche possibilità  di ulteriore sviluppo), è condotto ancora in maniera semi-artigianale. Ad esempio, anche nelle aziende maggiori (specie i giornali), non esistono vere indagini di mercato o studi sulle richieste dei potenziali clienti. Ci si affida all'intuito del vecchio direttore, ai segnali dei pubblicitari (vaghissimi) e a certi guru che parlano per ispirazione divina o scienza infusa. Morale: c'è qualcuno che crede di sapere cosa vogliono i lettori o il pubblico televisivo. Risultato finale: il livello di lettura in Italia è tra i più bassi d'Europa e il pubblico televisivo migra verso la pay tv

    Detto questo, a un sacco di gente piace farsi i cazzi degli altri e a molti non par vero raccontarli ai giornalisti

  3. Vittorio Merlo dice:

    Io ieri sera, dopo aver visto la pay-tv, sono finito da Vespa che parlava di Pavarotti e inorridito ho spento l'elettrodomestico…

    Dopo tre settimane di vacanze senza tv al mare in sardegna in un'oasi di pace è stato uno shock terribile…

    Naturalmente sono seguiti incubi notturni

    Vittorio

  4. fabius dice:

    Secondo me Kubrick in Arancia Meccanica era indeciso se inserire nella celebre "visione forzata" scene di violenza estrema o puntate di Porta a Porta. Alla fine ha deciso che, per non far scappare tutti dalla sala, era meglio la violenza estrema.

    Mi rattrista constatare che esista gente così autolesionista da guardarsi Vespa alla sera, perdendo l'occasione di fare tante altre cose molto più interessanti. E mi fermo qui.

  5. Alessandro dice:

    Ne ho scritto ieri sul mio blog. E' un'informazione merdosa, scusando il termine "informazione".

  6. Franco dice:

    Non credo sia informazione merdosa, è solo informazione. L'argomento Pavarotti vende non c'è alcun dubbio. Non credo sia colpa dei giornali o di Vespa se la gente è morbosamente interessata all'argomento (come lo era alle vicende di Cogne e a tutte le altre cronachette), non credo sia colpa dei media se vi sono frotte di persone desiderose di raccontare e raccontarsi.

    Tutte persone, compresi gli amici del defunto che non hanno fatto altro che spettegolare dopo la sua morte, cui nessuno ha puntato la pistola alla testa per convincerli a a parlare.

    E francamente può essere più interessante leggere delle vicende testamentarie di Pavarotti che non del l'intervista a Fassino o delle solite quotidiane e noiosissime polemiche tra i partiti e i partitini di governo.

  7. LockOne dice:

    si, e' un problema di uditorio, probabilmente noi lo sopravvalutiamo. invece l'utenza televisiva si nutre di merdaccia; del resto, ho sentito che, tornata la defilippi, ha fatto un boom d'ascolti, no?

  8. Alessandro dice:

    Franco, hai ragione quando dici che ci sono molti che si interessano a questo tipo di informazione e che sostanzialmente la porcheria vende e come. C'è del voyeurismo, è vero, in Italia come altrove (non dimentichiamo che nell'avanzata UK ancora speculano su Diana, sul principe, la regina e le wags), ma l'informazione, specialmente se di stato, dovrebbe avere un compito educativo, e noi siamo stati maleducati nel corso degli anni.

  9. Squonk dice:

    Ecco, io sul fatto che l'informazione debba essere educativa avrei qualche dubbio.

  10. stefigno dice:

    perchè detesto sempre più il VESPA..?

  11. No dice:

    Ma quanto ha fatto d'ascolti? Lamentarsi serve sino a un certo punto.

    Bisogna trovare le famiglie auditel e convincerle a cambiare canale.

  12. Franco dice:

    Non cominciamo con la intenti pedagogici, ognuno è liberodi guardare quello che crede.

  13. Carlo dice:

    La televisione non fa altro che accontentare l'uditorio. Se fossimo un popolo di scienziati avremmo sempre documentari, dato che siamo un popolo di cojoni ci becchiamo il testamento di pavarotti o i cazzi della smutandata di turno.

  14. wizzo dice:

    Sparare sulla Croce rossa va bene, magari tenendo presente che ci sono tante altre cose da fare piuttosto che guardare la tv. A proposito in quanti lo vedono Vespa?

  15. wizzo dice:

    E scusate per la virgola che manca dopo "proposito".

  16. Tonino dice:

    Una certa dose di orrida tv non va negata a nessuno. Il problema con Vespa è la sua occupazione longitudinale della seconda e tarda serata sulla rete ammiraglia della televisione pubblica e l'averla ottenuta replicando la stessa formula di avanspettacolo anche ad argomenti di approfondimento, cioè praticamente a tutto. Il che significa una concentrazione di potere ingiustificata nelle mani del suddetto e uno sbracamento generale dell'informazione, anche perché appunto di spazio ad alternative ne rimane materialmente poco. Perciò non c'è dubbio che alla gente piaccia vedere i frequentatori del salotto scannarsi sull'eredità  di Pavarotti o sull'ultima vittima squartata da insospettabili, ma che alla gente piaccia Vespa non ci credo. Semplicemente c'è (sempre) e bisogna beccarselo. Ma forse vado fuori tema.

  17. Joker0 dice:

    "Vespa c'è e bisogna beccarselo" ??? Se un'orso provinciale trentino come me ha venduto la TV anni fa, uno potrà  ben cambiare canale o comperare un decoder o leggere un libro o vagare su Internet a scoprire cose o….?

    La vita è mia, figurarsi se non prendo figurativamente tutti i Vespa del caso e li caccio alla porta :)