14
Set
Ha ragione il presidente del Senato Franco Marini. Quello applicato al Ministro Mastella in occasione delle polemiche sui suoi trasferimenti ludici domenicali con familiari al seguito per andare a “salutare l’amico Briatore” al Gran Premio di F1 con una Airbus di Stato e’ “qualunquismo“. In qualunque paese civile Mastella si sarebbe dovuto prima scusare pubblicamente per poi andarsene per un paio di legislature a meditare sotto un cavolo.

(via repubblica.it)

13 commenti a “QUALUNQUISMI”

  1. Alessio Jacona "yoriah" dice:

    Che vuoi Massimo, la strategia è sempre la stessa. Nessun pentimento, nessuna esitazione. Puntare l'avversario che ti critica, non importa per cosa, e marchiarlo a fuoco con una parola precisa, affilata, definitiva. Se critichi Mastella sei "qualunquista". Se critichi Berlusconi sei "comunista". Se critichi i sindacati sei "fascista". Fingere di ignorare le proprie colpe, etichettare il proprio nemico. Regnare felice.

    Perchè qualcuno vota ancora questa gente?

    AJ

  2. DaSalerno dice:

    Dico: ma conoscete l'areoporto di Salerno Potecagnano? ha una pista cortissima, impossibile per un airbus. E infatti è utilizzata solo per piccoli velivoli. Probabilmente avrà  preso un elicottero da salerno per roma.

    Però non si può cominciare un' "inchiesta" con una panzana che ha fatto ridere Salerno e provincia

  3. Upmarine dice:

    Secondo te c'è qualche speranza per una nuova rivoluzione francese. Magari si propaga anche oltre i confini gallici e ci spazzano via questi nuovi regnanti.

  4. Fabio Metitieri dice:

    Alessio:

    Puntare l'avversario che ti critica, non importa per cosa, e marchiarlo a fuoco con una parola precisa, affilata, definitiva. Se critichi Mastella sei "qualunquista". Se critichi Berlusconi sei "comunista". Se critichi i sindacati sei "fascista". Fingere di ignorare le proprie colpe, etichettare il proprio nemico. Regnare felice.

    Verissimo. E se critichi un bloggher sei un troll…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  5. Luca Carlucci dice:

    E' solo una partita di giro. Quel che si spende da un lato, lo si risparmia tagliando dall'altro.

    Diventano a questo punto interessanti le priorità :

    http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/scuola_e_universita/servizi/scuola-2007-sei/lettera-luca/lettera-luca.html

  6. massimo moruzzi dice:

    > "Quella era una missione di Stato con un aereo di Stato"

    la dice lunga, sull'idea di Stato di certa gente…

  7. Mammiferobipede dice:

    Fabio, non è un problema di "criticare i Bloggher", quello lo fai molto efficacemente ed in parte mi trovo d'accordo con le tue posizioni.

    Il problema è che di qualsiasi argomento si parli le tue risposte vertono su un unico tema, sempre e solo quello.

    Suvvia, non ci sono solo i "blogghers" al mondo, è pieno di tante cose!

    Come direbbe Troisi: "…scappa, tocca 'e femmene, va a rubbà !"

    Nessuno prende sul serio i blogghers quanto te, forse neppure il tenutario di questo blog(h), nonostante quello che ogni tanto (ma sempre più di rado) scrive.

    P.s.: la parola "Mastella", secondo me, potrebbe ben ambire ad essere elevata al rango di insulto (p.e.: sei proprio un mastella)

  8. alessio dice:

    Comunque al Gran Premio Rutelli e Mastella sono andati (anche) per consegnare le coppe ai vincitori: in quasi tutte le gare di F1 – e forse tutte – almeno il trofeo per il primo posto è dato da un ministro, ho persino il sospetto che sia richiesto dalla Federazione. Ora, capisco anch'io che sembra una bizzarra realtà  parallela e che un ministro potrebbe fare qualcosa di più utile, però il fatto che fosse un impegno ufficiale non è così distante dalla realtà , e quando muovi un aereo ci puoi caricare più di una persona.

    Io avrei preso il treno, ma tant'è.

  9. Roberta dice:

    Calderoli con il "maiale day" (http://www.adnkronos.com/IGN/Politica/?id=1.0.1302592436).

    Mastella con la scampagnata in Airbus e Frattini con la censura delle keyword.

    Me li immagino dietro loro scrivanie a non domire la notte per partorire certe perle di saggezza e alzate d'ingegno..

    E pensate alle boiate che fanno/dicono/pensano e non vanno in tv..

    tre cervelli del genere, manco nei Simpson li ho visti mai.

  10. Fabio Metitieri dice:

    Mammifero, lo so che esiste anche altro. Nei miei articoli, infatti, parlo di tutto meno che di blog, o li cito solo di sfuggita.

    Qui i blogh sono il tema dominante, checche' tu ne dica (guarda ache il'ultimo post di oggi, in difesa del solito vecchio e falso discorso sui legami tra i cluster), per cui mi adeguo. Non posso mica andare off topic…

    Ciao, Fabio.

  11. politicaduepuntozero dice:

    Prodi e TPS sono i membri più odiati del Governo. Anche dai loro alleati. Ma il primo viaggia quasi sempre in treno e il secondo va anche agli incontri istituzionali internazionali con EasyJet. L'Italia, come al solito, ama i pubblichi vizi e ignora le private virtù….

  12. zerobyte dice:

    Sono Populista.

    Sono convinto che il Populista è un democratico puro ideale giusto.

    L'italia invece e' una repubblica e pertanto fondata sui soliti vizi che erano presenti gia' 2000 anni fa.

    Chi si ferma a riflettere, si accorge che la storia si ripete.

    2000 Anni fa, Roma era una potenza mondiale. Poi venne il crollo grazie all'arroganza e alla corruzione dei propri senatori.

    Ieri, L'Italia era una potenza mondiale ( la 7° +/- ). Oggi ci troviamo verosimilmente sull'orlo del baratro, dove i politici sparano "panzane" in tv definendo "qualunquisti, populisti, fascisti, comunisti, girotondisti, grillisti e demagogisti" non appena qualcuno li critica.

    Dovrei rileggermi la storia per capire cosa e' successo dopo il crollo di Roma e forse riusciro' a capire cosa accadrà  quando questa repubblica delle banane cadrà .

    Per il momento vedo solo tanta ingiustizia in giro.

    Iniziando dal ministro della giustizia che rimette in libertà  CRIMINALI che provvedono immediatamente a ringraziarlo andando a rubare/ammazzare/violentare la povera gente.

    50 anni fa esisteva l'Onore che provvedeva ad aiutare i politici a dimettersi in caso di necessità .

    Oggi hanno la faccia come il deretano e vogliono anche aver ragione.

    Che Schifo.

  13. Mammiferobipede dice:

    2000 Anni fa, Roma era una potenza mondiale. Poi venne il crollo grazie all'arroganza e alla corruzione dei propri senatori.

    Veramente la sapevo un po' diversa.

    Il collasso dell'impero romano fu dovuto all'esaurimento della sua fonte energetica primaria: gli schiavi. L'impero romano fu costretto ad espandersi indefinitamente per conquistare nuovi territori e nuovi schiavi, poi, man mano che i territori venivano inglobati, le popolazioni diventavano "romane" e bisognava andare a catturare schiavi da qualche altra parte. Il gioco, evidentemente, non poteva durare all'infinito, proprio per problemi di sostenibilità .

    Ciao