13
Set

Cnet dedica un lungo articolo alle tecniche per scaricare automaticamente (usando Miro) le proprie serie TV preferite in formato torrent. Wired raccoglie in un pezzo su “How to wiki” tutte le risorse per crearsi suonerie per l’iPhone bypassando i tentativi di Apple di farsele pagare. Scegliete voi se si tratta di pubblico servizio o di favoreggiamento.

3 commenti a “HOW TO PIRATE”

  1. eio dice:

    Se la prima cosa che riporti ricade in un'area grigia, la seconda di sicuro no, come spiega Gruber:

    2So if you have the right to play a song, you have the right to use it as a ringtone on your phone. There’s no reason to feel one iota of guilt"

    Simple as that.

  2. Alessandro dice:

    Se ho una canzone sul mio iPhone penso sia giusto avere il diritto di suonarla come mi pare e piace, anche come suoneria. Se fornire scappatoie a queste restrizioni sia pirateria o meno… da un punto di vista legale penso di si, da tutti gli altri sicuramente no. E sicuramente la resistenza di Apple in merito a questi fastidiosi vincoli dovrà  cedere.

  3. eio dice:

    @alessandro: se leggi il post che ho linkato nell'altro commento ti rendi conto che è legale, negli stati uniti, usare una canzone per la quale detieni i diritti d'uso, come suoneria. Comunque secondo me, l'affare delle suonerie, sia come ha fatto Apple, sia le Ringles (non so se avete presente, una figata assurda), sono circonvenzione d'incapace (ammesso che qualcuno le compri, altrimenti si configura come Circonvenzione di nessuno).