Una notizia veltroniana che credo muoverebbe a commozione perfino Brodo: il comune di Roma in occasione della Notte Bianca in collaborazione col MIT di Boston ha reso disponibile questa utilissima applicazione live che consente di seguire gli spostamenti dei partecipanti all’evento seguendo le tracce dei loro telefoni cellulari.

(via repubblica.it)

11 commenti a “TECNOLOGIA PER LE MASSE”

  1. Francesco dice:

    Orwell Alè.

  2. eio dice:

    A me fa un po' specie che questa cosa l'abbian fatta fare al MIT. Domani probabilmente scopriremo che il ricercatore che è a capo del progetto si chiama Alessandro Coppola o Michele Picone. Siam messi male, direbbe il compagno Brodo.

  3. .mau. dice:

    per quello che avevo sentito dire, quella tecnologia potrebbe servire anche a scoprire gli ingorghi in tempo reale, il che non sarebbe poi così male.

  4. massimo moruzzi dice:

    potrebbe essere utile per seguire gli spostamenti dei cattolicissimi parlamentari dell'UDC… ;-)

  5. antonio vergara dice:

    a garlasco lo sanno? :-)

  6. Usul dice:

    Concordo con Francesco, sarà  forse la paranoia della domenica, ma questa roba ricorda 1984, facendocelo pure piacere e presentandolo come una gran cosa, e il problema non è solo quest'ultima applicazione…

  7. Carlo dice:

    Gli ingorghi in tempo reale? A Roma è tutto ingorgato, e sempre.

  8. Marco Fabbri dice:

    Ho scorso rapidamente l'applicazione e la notizia sul sito di repubblica, e non mi pare di avere trovato alcun riferimento (url) al sito web del laboratori del MIT che ha collaborato all'iniziativa.

    L'indirizzo del sito del SENSEable City lab è http://senseable.mit.edu/, inoltre vorrei far notare che (per la gioa di eio :) ) il Direttore del laboratorio è un italiano, Carlo Ratti (laureato al Politecnico di Torino).

  9. ALG dice:

    Aggiungo qualcosa al commento di Marco…

    Conosco un po' di gente che lavora in quel laboratorio e ci sono parecchi Italiani… (ho un amico, laureato al politecnico di Milano che sta iniziando il Ph.D. li…)

  10. eio dice:

    @Marco Fabbri: QED :)

  11. Marco Fabbri dice:

    @ALG Anche un mio amico che ha studiato al PoliMi, durante un periodo di studio al MIT, ha collaborato con quelli del SENSEable lab (infatti è per questo che sapevo che Ratti ne è il direttore).