Contrappunti, su Punto Informatico di domani.

Negli ultimi dieci anni su questo giornale abbiamo discusso di molti differenti argomenti. Ma se un giorno decideste di osservarli da vicino, gli argomenti che Punto Informatico ha trattato con maggior puntiglio e continuità  nell’ultimo decennio, senza farvi ingannare da lustrini e iperboli varie, dalle guerre di religione fra sistemi operativi, dai disservizi di questa o quella ADSL, forse vi rendereste conto che il centro della conversazione, l’asse intorno al quale ruotano tutte le discussioni e tutte le informazioni tecnologiche scritte da queste parti, è quello, sottinteso e serissimo, del diritto all’accesso. E a questo punto, lasciatemelo dire senza offendervi, chi sbadiglia è fesso. Provo a spiegarvi perché. (continua)

6 commenti a “ANTEPRIMA PUNTO INFORMATICO”

  1. Pier Luigi Tolardo dice:

    L'articolo-editoriale come sempre è ben fatto e mette bene il dito sulla piaga/ghe. Hai fatto bene anche a scrivere " PI, forse, è l'unico….". Il forse era doveroso.

  2. massimo mantellini dice:

    si hai ragione pierluigi, forse il "forse" andava riferito meglio a siti web con un numero molto alto di lettori.

  3. Pier Luigi Tolardo dice:

    Tra quelli con maggior numero di lettori PI va bene anche senza forse.

    Direi che, però, allora, bisogna apprezzare l'impegno di Anna Masera di http://www.lastampa.it, sempre coerente in queste battaglie.

  4. Pier Luigi Tolardo dice:

    Non dimenticherei poi: Carlo Formenti sul Corriere della Sera e Beppe Caravita e Luca De Biase su Nova24.

  5. Pier Luigi Tolardo dice:

    Stavo dimenticando Alex Longo di Repubblica.it chye ammiro per competenza e stile.

  6. Fabio Metitieri dice:

    Parimenti, Mante, occuparsi solo dei desiderata politici e dimenticarsi della realta' tecnologica, snobbandola come inutili technicalities, non e' una grande idea.

    Ciao, Fabio.

    P.S.: miiii, che sviolinate, Tolardo.