Spesso ci lamentiamo del fatto che i grandi editori online non linkano a sufficienza la rete intorno a loro. Per molto tempo e’ stato come se le risorse in rete intorno a loro non esistessero proprio, poi gradualmente e con molta fatica anche i grandi siti web mainstream, anche quelli italiani, stannno cominciando a mettere collegamenti esterni a fonti non riconducibili alla proprieta’. Oggi leggevo questo articolo del NYT che e’ secondo me un ottimo esempio recente di come molti link in un articolo (9 in in pezzo di una paginetta) non siano per forza una buona idea. Dei 9 collegamenti presenti in questo articolo sul recente film di Michael Moore “Sicko” 3 sono finti link, nel senso che rimandano a altre pagine del NYT che aggregano fonti su un certo argomento (esattamente come avviene con una tag cloud). Gli altri 6 sono link che non indirizzano il lettore alla fonte citata nel pezzo ma soltanto alla pagina di ingresso di questo o quel sito. Capirete voi quale sia l’utilità  di citare un editoriale comparso sul sito web di MTV linkando mtv.com. Talvolta puo’ succedere: si linka il sito web perche’ le fonti non sono piu’ online ma non e’ il caso in questione. Il NYT semplicemente vuole (non c’e’ altra spiegazione) che il lettore che decide di andarsi a leggere l’articolo citato impazzisca un po’ a cercarlo dentro un altro sito web. Un atteggiamento davvero stupido che fa il paio con la pretesa assurda di parlare del web attorno a se’ senza linkarlo (o come fanno alcuni, piu’ raffinati ma ugualmente fastidiosi, citando l’URL senza hyperlink). Insomma in tempi di Web 2.0 permangono molte differenti maniere per fare online la figura dei fessi.

5 commenti a “LINKARE E’ CORTESIA”

  1. Davide Tarasconi dice:

    si potrebbe chiamare a-social networking…

  2. mics dice:

    ho l'impressione che si tratti spesso di piaceri e anzi di pubblicità : dove posso mettere il link al sito amico, ce lo metto.

    una volta su un sito per studenti c'era uan traduzione dal latino piena di link: sembravano note e spiegazioni tecniche invece erano siti di alberghi oppure di giochi ecc., se per esempio nel testo c'era "mare" c'era linkato il sito di un last minute a Riccione.

    Web -2.0

  3. kit dice:

    E' un giochetto diffuso. Comprensibile per un blogger artigianale (mi sono fatto il mazzo per trovare una notizia decente perché devo indirizzare chi legge il mio blog su un altro sito, che poi magari quello non torna più?), un po' meno per il NYT che non ha bisogno di mezzucci. In ogni caso sempre meglio di molti siti italiani titolati (quotidiani compresi) che rubano foto da Flickr senza riportare link o citazione della fonte.

  4. Francesco dice:

    Sì, nel caso del NYT è semplicemente pubblicità .

    E poi non è un caso che i siti linkati siano spesso "conditi e ben confusi".

  5. Nel mondo delle informazioni collaborative la citazione della fonte è obbligatoria e conveniente | Luca De Biase dice:

    […] il tema è complesso: vedi per esempio Mantellini 2007 Linkare è cortesia Obbligo di […]