Esco da 10 minuti di navigazione dentro un sito web di news tecnologiche che si chiama “studiocelentano.it“. Confesso di averlo visto citato talvolta in rete ma non mi ero mai posto il problema di chi fosse e cosa facesse. Ne come mai un dominio che apparentemente ricorda il sito web di uno studio legale debba poi essere invece un contenitore di piccole news tecnologiche riprese anche da altri media online. L’avvocato Francesco Celentano, editore del sito, al cui curriculum si accede dal sito stesso, ha titoli, incarichi, consulenze e riconoscimenti vari che riempiono un paio di pagine fitte fitte e fanno sì che l’incauto lettori si chieda: ma quanto dura la giornata tipo dell’Avvocato? Ma piu’ che il curriculum e’ il sito di news tecnologiche ad essere fantastico: ci sono molte news aggiornate (qui per esempio quella odierna di DiarioAperto) ma molti meno link esterni di Repubblica.it. Non che i link manchino: ogni pagina contiene decine di link pubblicitari almeno tre o quattro banner animati e perfino un sistema ingegnoso e contagioso per aumentare le pagine viste. Ogni news di poche righe e’ corredata di una microfoto generica (la tastiera di un PC , la schermata di un monitor ecc). Cliccandola si accede ad un’altra pagina con la medesima foto ingrandita e nient’altro (a parte un altro sacco di altra pubblicita’ attorno). Ricliccando la foto grande si ritorna alla news di prima ma questa volta con una fotina piccola diversa: chi lo desidera puo’ cosi’ ricominciare il giro da capo. E volendo continuare per ore. Geniale no? Dentro una simile giostra delle meraviglie a cosa servira’ mai un link esterno? A nulla, c’e’ gia’ da divertirsi a sufficienza. E mi meraviglio che ci sia gente che si ostina a discutere delle metriche del web e delle pageviews defunte.

Commenti disabilitati

Commenti chiusi.