Il contestato video BBC sui preti pedofili e’ stato rimosso da Google Video. Pare piuttosto improbabile che cio’ sia avvenuto per desiderio di BBC in violazione dei suoi diritti: diversamente non si spiega la presenza dentro GoogleVideo di molte migliaia di altri video tratti dagli archivi della Tv britannica. Mentre appare come al solito piuttosto improbabile che la visione in rete del filmato possa essere in qualche maniera impedita (per esempio qualcuno lo ha rimesso su Gvideo qui mentre altri su Youtube suggeriscono come trovarlo in fretta) sarebbe interessante sapere da Google le ragioni ufficiali della rimozione.

8 commenti a “CENSURARE I BIT?”

  1. roberto dadda dice:

    Su questa storia la cosa che mi ha più colpito è la linea di "difesa" del vaticano tutta tesa a negare qualsiasi coinvolgimento del Papa. Il fatto che l'atteggiamento minimizzante non lo abbia imposto lui, ma qualcun altro mi pare francamente del tutto irrilevante, mentre mi pare molto rilevante il fatto che per lavare i panni sporchi in famiglia si sia indicato di evitare denunce.

    Del resto vi ricordate il servizio delle Iene? Tutti o quasi i sacerdoti hanno indicato al finto fedele che segnalava problemi di pedofilia da parte di un altro sacerdote la strada di NON fare la denuncia per evitare fastidi.

    bob

  2. Nicola Mattina dice:

    Massimo, ti segnalo che il video è disponibile nel sito della BBC, anche se – ovviamente – senza sottotitoli in italiano. http://news.bbc.co.uk/2/hi/programmes/panorama/5389684.stm

    Non è improbabile che la rimozione sia stata chiesta da chi ha acquistato i diritti in Italia più che dalla BBC…

  3. T A R O dice:

    Questa mossa può rientrare nel 90% di rumore rispetto tutta la vicenda storia.

    Rumore funzionale a coprire, disperdere, rarefarre il 10% di verità .

    Salut!

  4. Massimo Moruzzi dice:

    Nicola,

    a questo punto è purtroppo chiaro il motivo per cui la RAI ha acquistato i diritti sul video…

  5. Marco dice:

    Come al solito hai ragione… sarebbe interessante capire "perchè" sono stati rimossi.

  6. T A R O dice:

    Son curioso pure'io.

    Si son presi un bel po' di tempo in RAI

    per infarcire di quel 90% la puntata che verrà  ;-P

    Salut!

  7. and vend dice:

    Nel numero del 29 maggio del Telegraph presunti affari sporchi nascosti agli

    italiani.Leggete e stupitevi.

    Dobbiamo sapere certe cose dai giornali esteri?, mi chiede il lettore che mi

    manda un articolo del Telegraph, di cui lo ringrazio.

    Mi limito a tradurlo, a scanso querele:

    Romano Prodi

    «Gli italiani brontolano che è la Goldman Sachs a gestire il loro Paese,

    come i gesuiti governavano durante la Controriforma (sic).

    Il premier Romano Prodi è un ex Goldman Sachs, così come il presidente della

    Banca Centrale Mario Draghi e il vice-capo del Tesoro Massimo Tononi.

    Il prezzo di avere tanti amici a corte è che la celebre banca,

    inevitabilmente, viene implicata negli scandali finanziari che..

    continua su http://seeraberlusconi.splinder.com/

  8. .mau. dice:

    A dire il vero, secondo l'articolo del Telegraph, il tutto è stato raccontato dal Sole-24 Ore.