04
Mag
Ieri in treno leggendo “L’amaca” di Michele Serra pensavo che sarebbe stata buona cosa che qualcuno la ricopiasse e mettesse online. L’ho perfino scritto al volo su Twitter. Stasera vedo che ci ha pensato Lorenza.

“Il ministro Mastella ha nominato direttore generale presso il ministero di Grazia e Giustizia l’onorevole dell’Udeur, ex Forza Italia, Giampaolo Nuvoli. E’ lo stesso onorevole Nuvoli che nel 1994, su carta intestata, diramò la seguente dichiarazione: “Qualora il procuratore Borrelli fosse condotto alla forca, io sarei in prima fila per assistere soddisfatto all’esecuzione”.

9 commenti a “ALLA FORCA”

  1. Pelodia dice:

    Ultimamente ho dovuto tenere lezioni di "storia e sistemi della musica popolare" in università  a parma.

    tutto felice ho messo a disposizione un podcast audio con le mie lezioni, tutte le dispense disponibili quasi in tempo reale in pdf nel sito dell'università  (sito creato in front page 98 dal bidello.. lasciamo perdere).

    beh… i ragazzi mi chiedono le dispense cartacee e basta.

    quando mi tocca parlare di musica liquida e rivoluzione del web2.0 vedo delle grandi espressioni di vuoto. O meglio, vedo espressioni di gente che non crede che queste cose appartengano loro, nella vita reale, ma solo un qualcosa per certi geek.

    Spero che il WaveCamp < (/>riesca un minimo ad avvicinare un pubblico come quello dei giovani dei festival a quello che è il web e le applicazioni nella vita comune.

  2. sarmigezetusa dice:

    twitter l'ho scoperto oggi su/per slipperypond.

    E' il futuro?

    Il futuro del futuro sarà  un blog in cui staremo zitti?

  3. e.che. dice:

    Mi pare che i due commenti precedenti si riferiscano al post di sotto, boh

    Comunque volevo dire che l'Italia guida la ricostruzione del sistema giudiziario in Afghanistan, ci sarà  un motivo!

  4. il parra dice:

    Se c'è una cosa che non manca al ministro è la coerenza….

  5. Fabio dice:

    Pelodia,

    e l'URL di questo podcast e dispense dove sta? Vogliamo vedere =)

  6. Pier Luigi Tolardo dice:

    In fondo l'ex deputato di Forza Italia(che ora ha lasciato Berlusconi e quindi merita un premio) è un rivoluzionario, tale e quale, i ragazzi dei Centri Sociali di Milano che al 1° Maggio gridavano slogan violenti contro la Boccassini, perché ha fatto arrestare dei loro amici che volevano emulare le Br.

    Intanto, noto che Borrelli ha fatto il Pm alla Federcalcio, è stato nominato dalla Moratti ad un incarico importante nella Cultura a Milano. Direi che l'invocazione della forca fa parte del melodramma(che piace a Borrelli), genere molto italiano e molto praticato più in politica che nei teatri, in questo Mastella è ancora uno dei più seri.

  7. lorenza dice:

    La verità  è che l'Italia è il paese delle chiacchiere, dove tutti dicono tutto e il contrario di tutto e la coerenza e la serietà  sono merce rara. E anche l'uso consapevole della lingua italiana.

  8. tangue dice:

    ohmamma

  9. ciro cirino ciambellano dice:

    Mastella portera´ l´Italia alla sua rovina continuando a essere il nuovo Sergio De Gregorio, come lui, corrottissimo nell´anima, di sicuro, ma temo, con non piccole probabilita´, non solo, sbavando ora sul conflitto di interessi, ora su qualsiasi altra questione salva democrazia, all´interno dell´Unione. Unione stessa che sta´cercando di rirendere l´Italia stessa un paese di nuovo democratico dopo il regime maf..asciscistone del porcile umano che e´Berlusconi..