25
Mar

Mentre Paolo Zocchi (uno dei pochi politici italiani che hanno scelto di esporsi sulla questione) poco fa sul suo blog riconosce la necessita’ di rivedere i comportamenti sulla destinazione dei fondi per il portale turistico italiano, su L’Espresso c’e’ un lungo reportage di Federico Ferrazza e Letizia Gabaglio sugli sprechi di italia.it e di molti altri siti istituzionali italiani (se siete di cattivo umore vi consiglio di non leggerlo).

3 commenti a “RITALIA.IT”

  1. Fabio Metitieri dice:

    Per quanto riguarda Internet Culturale e i suoi predecessori – dove per carita', gli sprechi ci sono senza dubbio stati, e all'Espresso sono pure sfuggiti almeno tre cadaveri di portali culturali realizzati, varati e quindi scomparsi nel nulla, di cui il piu' famoso era Superdante – occorre precisare meglio.

    Ne avevo fatto un lungo servizio per "Biblioteche oggi", alcuni mesi fa.

    L'articolo dell'Espresso non precisa quanto e' stato effetivamente speso finora (7,6 miloni fino a novembre 2006, mi risulta, e non tutto lo stanziamento di 37,3, che forse copre anche altri progetti) ed omette di spiegare che il grosso dei costi e' dovuto alla digitalizzazione di diverso materiale, che altrimenti non sarebbe stato reso disponibile in Rete, nonche' per realizzare un motore di collegamento tra il Servizio Bibliotecario Nazionale e le opere digitalizzate, molto interessante, con un sistema di navigazione sulle immagini che secondo me non e' male.

    Poi, lungi da me la volonta' di difendere la Direzione Generale per i beni librari e gli Istituti culturali, rispetto alla quale anche io ero stato molto critico. Tanto meno trovo giustificabile la pletora di portali e il loro incredibile tasso di mortalita'.

    Questo per la parte culturale. Sul turismo non metto becco, perche' non me ne sono mai occupato e non ho ancora neppure avuto voglia di deprimermi andando a vedere l'Italia del cetriolo.

    Certo che Stanca, con tanto che era un top manager proveniente dall'informatica….

    Ciao, Fabio.

  2. Maurizio Goetz dice:

    Che sia l'inizio di un cambiamento? Lo spero davvero.

  3. vanz dice:

    prego, commosso, di notare che il sistema di pubblicazione dell'Espresso sembra non supportare i link, che non sono cliccabili (c'è anche un url, l'unico di un blog, inserito con uno spazio a spezzarlo, che non si sa mai).