Ho sentito molte persone che stimo in questi giorni eccitarsi assai per Pipes. Io che intravedo gli utilizzi della tecnologia con un discreto e stolto ritardo non posso che fidarmi ed accodarmi. Nello stesso tempo osservo che oggi, a diversi giorni dalla nascita di Pipes, il suo piu’ apprezzato utilizzo e’ quello di riunire feeds differenti in un unico feed (risparmio di tempo per la nostra consultazione quotidiana “quasi zero”) o nel creare mashup fra feed differenti dagli utilizzi spettacolari ma dall’utilita’ assai dubbia (per esempio mescolare notizie dalla homepage del NYT a immagini attinenti su Flickr). Mi pare che esista il rischio concreto che il fascino della geekeria partorisca microscopici topolini: oppure sono io che ancora non riesco ad immaginare contaminazioni abbastanza efficaci da riunire due cose utili in una differente ed utilissima. Stiamo beatificando i feed? Per esempio, nei commenti di Eio leggevo di un possibile utilizzo intelligente di Pipes incrociando per esempio il feed pirata di una parte della homepage di Repubblica con i commenti dei blog alle notizie contenute. Poi ho pensato: perche’ mai dovrei essere interessato ad un risultato simile?

10 commenti a “DAI PIPES ALLE PIPPE?”

  1. Giavasan dice:

    In realtà  l'idea era quella di monitorare le notizie della colonna blu di Repubblica.it per tracciare quelle che erano già  passate sui blog.

    In ogni caso, gli strumenti che Pipes mette attualmente a disposizione non bastano, per cui se ne parla (eventualmente) più in là .

  2. massimo mantellini dice:

    ah, cosi' e' gia' piu' interessante ;)

  3. eio dice:

    effettivamente, avere la colonna blu e i suoi video pruriginosi (direbbe il proeta, PRVRIGYNOSI) direttamente nel feedreader ha più a che fare con le pippe che con le pipes…

  4. Beniamino Pagliaro dice:

    perchè dovresti essere interessato ad un risultato simile? perchè non ti serve a nulla.

    e, specialmente se di internet hai/si ha un uso passivo, tutto ciò che cerchiamo è semplicemente qualcosa che ci stupisca. no?

    Non ne abbiamo bisogno, ma non ne faremo più a meno.

  5. Antonio Sofi dice:

    Esagerato! La prima fase è sempre quella del cazzeggio, per testare qualcosa prima ci si gioca un po' con le fesserie, come i bambini :)

  6. Andrea Martines dice:

    Pipes non è immediatamente utile. E' un prototipo di ambiente visuale per sviluppatori di mashup (elementari). Che prova a usare un po' di tecnologie visuali appena implementate nei browser (Canvas al posto di Flash).

    Ma smuove un po' le acque dell'usabilità  di questi strumenti, quindi è foriero di doni prossimi venturi.

    La vera rivoluzione avverrà  però quando avremo modo di chiamare "la colonna blu" con termini più intelligenti.

  7. Solstizio dice:

    Proprio come i bambini, si diceva sopra.

    Alle elementari c'è un grosso problema, riguardo il cambiamento delle impostazioni del desktop.

    Ma credo che come un bambino sgarfa nella terra e poi solenne o entusiasta porta alla maestra un verme, così sia giusta cosa che manipoli lo sfondo con altre immagini. Sta esplorando l'ambiente di vita.

    E così chi si diverte con i nuovi discorsi (mashups) che è possibile fare con le nuove parole (ajax, xml..) scopre nuove possibilità  dei linguaggi, che magari un giorno permetteranno di nominare un contenuto, un'idea, un valore prima mai percepito, perché

    mancavano le parole.

    Qualcosa ne arriverà .

  8. Lunar dice:

    cambiare spacciatore, no? ;)

  9. Fabio Metitieri dice:

    Mah… non sara' cheil mash up, il web 2.0, il Web 3.0…. son tutte cazzatine, mentre i lavori seri per fare parlare i computer tra loro si fanno altrove, da anni?

    (Mentre il far comunicare le persone e' cosa che Internet fa gia' dai tempi delle prime liste di discussione, in Era 0,00001….)

    Oh, e a giocare con i vermi e a mangiare la terra, come i bambini delle elementari, di solito ci si beccano proprio i vermi, con relativa diarrea.

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  10. Tonino dice:

    Ho come l'impressione che da quando si è impostato il feed le notizie della colonna siano calate di tono. Contento di poterne usufruire senza accedere all'orrido sito.