Microsoft, se ne sono accorti i pochi che nel pianeta (tre o quattro immagino) spulciano accuratamente le licenze di utilizzo del software, vieta espressamente la virtualizzazione (l’utilizzo di software tipo parallels) per le versioni economiche di Vista mentre la consente per le versioni piu’ costose. Come a dire che se voglio acquistare una versione di Vista da far girare sul mio mac-intel (nel caso in cui non mi accontenti di Bootcamp) dovrei spendere duecento dollari in piu’. Il che e’ discretamente incomprensibile anche dal punto di vista di MS.

7 commenti a “MICROSOFT E PARALLELS”

  1. Alberto dice:

    Non sono un appassionato della mela ma ti suggerirei di risparmiarti, non solo i 200$, ma anche il resto dei soldi e di evitare del tutto vista! Cosa te ne fai? :)

  2. Massimo Moruzzi dice:

    Massimo, spero tu non abbia comprato musica sullo store di MSN ;-)

    http://badgerguy.livejournal.com/179419.html

  3. Marcello Favale dice:

    Mi meraviglia molto constatare che non ha ancora scritto niente su Punto-Informatico su Vista ed in particolare sul trucco di non fare emergere il DRM in questa fase di commercializzazione (comincerà  ad essere attivato con gli aggiornamenti..).

    Cosa è successo?

    Ti consiglio di spiegarlo pubblicamente perché non ci possa essere una sola persona a "pensare male".

  4. massimo mantellini dice:

    Caro marcello,

    annullare il numero di quanti possano pensar male e' impossibile, ci ho rinunciato da anni. Quindi padronissimo di farlo. Saluti

  5. vittorio dice:

    Io su Parallels io ci metterei una versione OEM. Come ho letto su PI la Microsoft non è contraria al fatto che le licenze OEM vengano vendute anche "sciolte" o quasi (cioè contestualmente all'acquisto di un pezzo hw qualsiasi). La limitazione è che la licenza OEM viene attivata e collegata solo su un PC (e quindi permette solo un numero limitato di sostituzioni sull'hw), ma trattandosi di una macchina virtuale questa limitazione non penso influisca su futuri upgrade del pc.

    Il motivo per cui invece non giri su Parallels mi pare ovvio. Chi oggi usa Parallels lo fa per far girare software professionale che non gira sotto Mac, non certo l'utente "home" (i videogiocatori sono una razza a parte).

  6. mr.setter dice:

    Vista Ultimate costa euro piu' euro meno circa 600 euro. Alla pari di un portatile di fascia bassa o di un PC senza monitor mediamente accessoriato: e' normale? Secondo me no, secondo Redmond si. Ubi major….

  7. Marcello Favale dice:

    Io ti stimo e non penserò mai che ti sia "appiattito" su Vista.

    Volevo solo pungolarti ad esprimere un parere, in particolare sulle varie versioni (com'è accdauto con XP è la Professional che, alla fine, BISOGNA comprare…).

    Anche se, in molti interventi (che seguo con la masimma attenzione)su Ponto-Informatico hai già  detto – in generale, però.