21
Gen
Come spesso accade in casi del genere, sulla faccenda della sentenza della Cassazione sul P2P Daniele Minotti ha scritto un post definitivo.

Enzo Mazza, piu’ volte citato negli articoli segnalati, non ha tutti i torti. Mentre Roberto Maroni (che mi risulta essere avvocato) dicendo, al Corriere, che “àˆ una sentenza rivoluzionaria: stabilisce il principio che la musica è di tutti. D’ora in poi scaricarla dal Web non potrà  più essere considerato illegale” ha preso una sonora – e colpevole – cantonata dichiarando l’esistenza di una liberta’ che non c’e’.

p.s. anche l’ex Ministro Stanca si inserisce nella interessante discussione. Il suo punto di vista e’ che “Internet non deve essere una zona franca”. Poi afferma che la sentenza e’ sbagliata (ma facendola esprime un punto di vista che e’ esattamente quello della sentenza stessa). Insomma, un delirio di gente che parla a ruota libera senza averci capito nulla.

14 commenti a “MARONATE”

  1. Fabio Metitieri dice:

    Eh, Mante, e' lo stile della Grande Conversazione dei Blogh, dove tutti parlano di tutto, che si sta diffondendo anche al di fuori della Blogopalla…

    ;-)

    Ciao, Fabio.

  2. Fabio Metitieri dice:

    Be', alla fine ha scritto un'inesattezza anche l'ultimo Punto Informatico (Minotti, se sbaglio mi corigerai…)

    De Andreis pubblica stanotte:

    "le normative attuali prevedono che il semplice download sia sanzionabile sul piano amministrativo mentre la condivisione di materiali protetti è a tutti gli effetti perseguibile penalmente".

    In realta', il tanto citato 171 ter 1 sulla duplicazione e diffusione in pubblico – e quindi condivisione – nell'ultima versione appunto, prevede il reato solo in caso di lucro. E la distinzione tra profitto e lucro ormai dovrebbe esserci chiara.

    Mante, non mi e' invece chiaro il punto 171 ter 2 a. Si applica alla condivisione e anche senza fini di lucro, purche' per piu' di 50 copie?

    Ciao, Fabio.

  3. Ferd dice:

    A me sembra invece che molta gente non sappia bene comprendere il significato della parola "reato".

    Una cosa che non è reato, non e' automaticamente lecita: reato e' un fatto illecito punibile penalmente.

    Un illecito che si punisce con una sanzione amministrativa (ad esempio, il download di un file protetto dal diritto d'autore) resta un illecito, mica è consentito dalla legge.

    Ci sono un sacco di cose che non sono "reato": parcheggiare in divieto di sosta, buttare per terra la carta delle caramelle, violare la par condicio in campagna elettorale… ma non sono lecite.

  4. Daniele Minotti dice:

    No, PI, questa volta, ha ragione.

    Per i fatti a fine di lucro si applica il 171-ter, comma 2, lett. a-bis) (che prescinde dal numero di copie), per quelli senza alcuna finalita' (quindi, addirittura sotto il livello profitto), c'e' il 171 lett. a-bis) che puo' essere *chiuso* con una sorta di oblazione. Ma e' pur sempre reato.

  5. Fabio Metitieri dice:

    Minotti, non vedo dove il 171 a bis parla di reato. Sanziona solo una multa.

    Ciao, Fabio.

  6. Daniele Minotti dice:

    Non bisogna pensare che la multa sia qualcosa di amministrativo. Anzi, e' la sanzione pecuniaria prevista per i delitti (tale e' il 171 lda).

    Un saluto.

  7. Daniele Minotti dice:

    A proposito, per Metitieri.

    Visto che hai i tuoi buoni consulenti, perche' non chiedi a loro invece di scroccare nel volgare mondo blog?

    Va bene che il Bersani ha liberalizzato tutto, ma vorrai farci sopravvivere un po'… No?

    Ciao, Daniele.

  8. Fabio Metitieri dice:

    Minotti, se scrivi on line – specialmente tra i commenti di un blog – e' perche' vuoi discutere. E le discussioni si fanno gratis. Se non ti va di rispondere perche' ti senti "sfruttato" non intervenire.

    Ciao, Fabio.

  9. Fabio Metitieri dice:

    Masera ha scritto un buon pezzo, chiaro e sintetico (e suppongo corretto, pur nella sua brevita', ma non chiedo a Minotti che senno' si incazza…), e anche – una volta tanto – per esplicita rettifica a quanto pubblicato da La Stampa cartacea. Ottima cosa. Qualcuno sa se le stesse cose sono state rettificate anche su carta?

    Ciao, Fabio.

  10. Daniele Minotti dice:

    @ Metitieri

    Più che altro trovavo simpatiche alcune tue contraddizioni.

    Tranquillo, come vedi non mi tiro indietro anche perché non mi sento sfruttato.

    Hai, qui, una consulenza che non ti costa nulla.

    Daniele Minotti

  11. Daniele Minotti dice:

    Per quello che capisco il di giornalismo, mi sembra che la Masera scriva sempre buoni pezzi.

    Ancora, però, c'è un titolo sbagliato. Scaricare, di se', non è reato. E' illecito, ma è una violazione amministrativa. Va detto anche nei titoli.

    Daniele Minotti

  12. Fabio Metitieri dice:

    Minotti, proprio non afferri. Qui per me tu non sei un consulente.

    Ciao, Fabio.

  13. Daniele Minotti dice:

    Ho deciso di fare i saldi, anche se un po' in ritardo. Se non gradisci, puoi sempre tacere o andare.

    Daniele Minotti

    P.S.: eddai, non fare l'antipatico a tutti i costi, che non lo sei.

  14. Fabio Metitieri dice:

    Non sono antipatico. Mi disegnano cosi'.

    Ciao, Fabio.