Il mio parere sintetico nei confronti della cagnara che si e’ scatenata (con richieste di radiazione minacce di querele e quant’altro) dopo la pubblicazione in prima pagina su Il Giornale dell’articolo di Filippo Facci sul telefono a pagamento (1.5 euro/min + iva) del Codacons (questione nata da un post di .mau. di qualche settimana fa) e’ che il Codacons, un pochetto, si dovrebbe vergognare.

5 commenti a “CODA(CONS) DI PAGLIA?”

  1. Tolli dice:

    Non parliamo più del Codacons e parliamo di tutte le altre associazioni di consumatori che usano numeri urbani o verdi, secondo me è la cosa migliore. Oltretutto peggio dell'892 c'è il famigerato emendamento Fuda condannato da tutti, giustamente, tranne Mastella che prevdeva l'impunità  o quasi per i reati degli amministratori e che il Presidente Napolitano(onore al merito) si è rifiutato di firmare. Bene, il senatore Fuda è l'unico parlamentare eletto della Lista Consumatori e chi ha presentato la Lista Consumatori? Ma il Codacons, ovviamente!!!!

  2. Dario dice:

    Il servizio del Codacons (http://www.codacons.it/892-007.html) è un vero autogoal. Considerando poi l'importo addebitato all'utente e rapportandolo all'entità  del contributo all'iniziativa sociale legata a quella numerazione (l'utile di ogni telefonata nella misura di 10 cent. verrà  versato a: Associazione Mary Poppins, per cui se anche stai al telefono per 12 euro all'associazione vanno solo e comunque 10 centesimi), comprendo bene quanto la questione riassunta da Filippo Facci sul Giornale sia largamente condivisa.

    Non ho capito una cosa nell'articolo di Facci: il senso di quel cosiddetti accostato alla parola blogger. Mi auguro solo che fosse una sorta di sdoganamento del termine, a beneficio dei lettori con meno dimistichezza con la blogosfera…

  3. cristiano dice:

    Concordo con Tolli !

    Purtroppo Facci di quello non parlera' mai altrimenti dovrebbe ricordare chi e' Fuda e sopratutto chi e' Loiero !

    Allora e' meglio fare lo scoop sul numero di telefono a pagamento!

  4. Alberto Claudio Tremolada dice:

    Estratto dalla pagina Chi siamo del sito Codacons:

    Il Codacons è un'associazione di volontariato di cui alla l.266/91 autonoma, senza fini di lucro a base democratica e partecipativa che persegue esclusivamente obiettivi di solidarietà  sociale

    L'associazione, è ormai famosa per le sue storiche battaglie a cominciare dalla campagna di autoriduzione delle bollette telefoniche e l'azione giudiziaria contro le inique clausole del regolamento del servizio telefonico

    Bisogna essere coerenti con la missione dichiarata di paladini degli utenti.

    Saluti.

    Alberto Claudio Tremolada

    alberto@bloggeraus.com

  5. matilde dice:

    Potreste indicarmi dove si può leggere l'articolo in questione? Non riesco a capire come funziona l'archivio del giornale. grazie