Qualche sera fa Massimo Morelli e famiglia sono stati a cena a casa nostra ed e’ stato un piacere come sempre (escludendo la mezzoretta buona in cui Massimo ha intrattenuto mia moglie Alessandra sul significato del termine “bootstrappato”).

2 commenti a “FACCENDE DI STRINGHE”

  1. Francesco Rustichelli dice:

    Io qualche anno fa stavo spiegando a un'amica di mia moglie (pedagogista) i protocolli di rete instradabili.

    Lei è una persona mitissima e non osava fermarmi.

    Mia moglie allora ha tirato fuori il primo libro di Dilbert, aprendolo alla pagina sugli ingegneri.

    Mi ha detto: "Sei così, vergognati".

    Ogni tanto mi illudo di essere migliorato, ma mi dicono di no…

  2. Massimo Morelli dice:

    E' sempre un piacere portare i miei figli a demolirti la casa ;)

    E mi pregio di sostenere che Alessandra ha capito perfettamente l'arcano concetto.